Non siete amanti del mare? Non amate nemmeno la montagna? Il vostro desiderio è quello di passare l'estate girando tra monumenti, arte, cultura e storia. O in una città a scoprire gioielli e tesori nascosti che non  avete mai visto prima? Cerchiamo di elencare in questo articolo alcune idee di viaggio per l'estate del 2021 senza ovviamente nessuna pretesa di completezza. Ci sono città d'arte storiche, realtà che meritano di essere visitate. Partiamo in questo terzo viaggio virtuale dopo i due tour precedenti che possono essere letti ai seguenti link: Estate al mare si trova linkando qui mentre le proposte per l'estate in montagna si trovano a questo link.

Le vie di Dante tra Firenze e Ravenna

Un percorso che si può percorrere in questi mesi estrvi è quello delle vie di Dante. Un itinerario lungo 395 km che parte dalla casa natale di Danite Alighieri a Firenze e arriva fino alla sua tomba che si trova a Ravenna.

Il percorso può essere fatto tra borghi storici, nella natura silenziosa. Ricorre quest'anno il settecentesimo anniversario della morte del Sommo poeta e quindi si può pensare di fare questa sorta di cammino culturale-omaggio. 

Aquileia sulle tracce dell'Impero Romano

In Friuli Venezia Giulia in provincia di Udine c'è Aquileia. Realtà di grande bellezza e storia in cui si possono vedere tracce dell'Impero Romano. La città è sempre stata un grande snodo commerciale e una diga contro l'invasione dei popoli barbari.

Aquileia con i suoi monumenti rimane uno degli esempi e una testimonianza ancora chiara della grandiosità romana. La città è stato un centro politico e amministrativo molto importante per l'Impero e nel 1998 è anche stata dichiarata da parte dell'Unesco Città patrimonio dell'Umanità.

Assisi, la città di San Francesco

Un'altra possibilità per gli appassionato di città d'arte è Assisi. Città santa della cristianità, Assisi in Umbria consente a tutti i pellegrini di potere vedere i luoghi della vita di San Francesco.

Qui tutto parla del Santo. Anche Assisi è città Patrimonio mondiale Umanità Unesco visto che si tratta di una città santuario. La Basilica rappresenta un insieme di capolavori ed è un monumero basilare dela storia dell'arte in Europa.

La Basilica di San Francesco che non si può proprio non visitare rappresenta un esempio che ha molto influenzato il futuro di arte e architettura

Firenze, La Galleria degli Uffizi

Se si parla di città d'arte non si può proprio non parlare di Firenze. L'arte del Trecento e del Rinascimento si trova in uno dei musei più importanti e famosi del mondo che gli appassionati di arte non possono non visitare.

La Galleria degli Uffizi di Firenze si caratterizza per pregevoli collezioni, dipinti, statue ed è la testimonianza di un'epoca feconda.

La Galleria corona il maestosto edificio dei Medici e testimonia l'amore che avevano per l'arte gli esponenti della dinastia medicea di Firenze.

Nei secoli si è sempre più lavorato in ottica di valorizzazione di una galleria he ha ampie sale che contengono sculture, arazzi e capolavori della pittura. 

Roma, Colosseo e I Fori Imperiali

Roma meriterebe un capitolo a parte in quanto ad arte, cultura e monumenti da visitare. Dovendo fare una prima scelta singola non si può non parlare dell'area del Colosseo e dei Fori Imperiali.

I Fori Imperiali sono il centro dell'attività politica della Roma antica. 

La Ferrara degli Estensi

Se si parla di arte e cultura Ferrara ha pochi eguali. La città emiliana presenta monumenti assolutamente unici e riferiti alla periodo della dinastia degli Estensi. Alla famiglia d'Este si devono ambiziosi progetti urbanistici. La stagione culturale degli Estensi prese il via anche con la fondazione dell'Università.

La Corte Estense arrivò ai massimi livelli europei: umanisti e letterati come Boiardo, Ariosto e Tasso arrivarono alla corte. 

Ferrara ha un centro storico ricco di monumenti, chiese, chiostri, spazi verdi, strade storiche e palazzi. Nel cuore della città c'è poi l'imponente Castello Estense: costruito per volere di Niccolò II d'Este nel 1385, il Castello era una fortezza difensiva in mattoni a pianta quadrata.

Un monumento dotato di 4 torri e circondato da un fossato pieno d'acqua. Il Castello nel periodo della signoria di Ercole I d'Este divenne la residenza della corte e vennero anche aggiunte nuove balconate.

Da visitare anche il Palazzo dei Diamanti che ospita anche continuie esposizioni d'opere d'arte. 

La Valle d'Aosta e i suoi castelli

Suggestiva, spettacolare, unica nel suo genere. Stiamo parlando della Valle d'Aosta, una regione che dà tantissime possibilità anche in estate per tutti i suoi visitatori.

Oltre alle montagne la Regione è nota anche per i manieri. Si può visitare Castel Savoia che si trova nei pressi di Gressoney-Saint-Jean che è stato la residenza preferita da parte di Margherita di Savoia.

Costruito nei primissimi anni del Novecento l'edificio presenta cinque differenti torrette. Da non perdere anche la visita interna dopo si possono vedere gli arredi originali degli alloggi della Regina

La Sardegna dei Nuraghi

Facendo un salto in Sardegna si può scoprire una terra dalla natura selvaggia e con grandi monumenti in pietra, i Nuraghi. Se non amate il mare e le spiagge della Sardegna ecco un itinerario che potrebbe veramente fare al caso vostro. Si può fare un viaggio per scoprire usi e costumi di una civiltà ultramillenaria.

Un popolo formato da contadini e pastori divisi in comunità molto piccole e che hanno vissuto in Sardegna per otto secoli. Sono state costruite circa 7.000 sculture il cui utilizzo poteva essere quello di fortezze difensive o templi. 

Verona, tra Romeo e Giulietta e l'Arena

Verona è la città degli innamorati: come si può pensare di visitare la città senza recarsi sui lugoghi di Romeo e Giulietta? La casa di Giulietta ogni anno è visitata da migliaia di turisti, si tratta di una vecchia casa-torre risalente circa al 1200-1300.

La casa e il cortile sono stati restaurati negli anni. Ma Verona è anche molto altro: una città piena di monumenti. Non si può prescindere da piazza delle Erbe al al cui centro sorge la fontana di Madonna Verona, dietro la quale si  può ammirare il fastoso e barocco Palazzo Maffei. Da qui, attraverso via Mazzini si giunge alla famosa Arena. 

Le Ville di Tivoli nel Lazio

Per chi ha intenzione di andar a fare un giro nel Lazio, non si può non andare a Tivoli che si caratterizza per le sue ville. La città è nota anche per le sue sorgenti di acque minrerali sulfureee che sono state utilizzate sin dall'antichità. Anche oggi Tivoli è centro termale di primaria importanza.

Ma in zona ci sono anche due ville importantissime da visitare. Villa Adriana costruita dall''imperatore Adriano come residenza imperiale. Nella villa sono presenti molti monumenti che l'imperatore nei suoi viaggi ha visto e quindi ha voluto averne una riproduzione nella villa.

Poi c'è Villa d'Este: questa costruzione fu voluta da Ippolito II d'Este governatore di Tivoli che voleva fare rivivere anche a Tivoli i fasti di altre corti come ad esempio quelle di Ferrara e Roma. La concentrazione di fontane e grotte presente rappresenta un modello più volte imitato in epoche successive. 

Mantova, gioiello del Rinascimento

Mantova è una città che si trova nel Sud-Est della Regione Lombardia molto vicina a Emila Romagna e Veneto. Mantova rappresenta uno dei gioielli del Rinascimento italiano. Una città che è stata anche dichiarata dall'Unesco patrimonio mondiale dell'umanità.

La sua storia è legata a doppio filo ai Gonzaga che ne fecero per secoli una città di grande splendore.

Da vedere c'è sicuramente il Palazzo Ducale che con le sue 500 sale, cortili, giardini e infiniti corridoi interni assomiglia ad una vera e propria città palazzo. 

San Pietro, la Basilica e i Musei Vaticani

Torniamo a Roma per una di quelle situazioni che non si possono mancare. Nella Città del Vaticano sorge la Basilica di San Pietro. E' la chiesa più grande del mondo che si caratterizza per una imponente cupola.

Questo è il cuore pulsante del cattolicesimo: ogni anno arrivano nella Capitale milioni di pellegrini da ogni parte del mondo per riunirsi  in preghiera. La costruzione della Basilica iniziò nel 1506 e si concluse nel 1626. Nella stessa arera ne sorgeva un'altra che risaliva al quarto secolo.

In zona non si possono poi mancare i Musei Vaticani che ospitano opere artistiche di valore spesso inestimabile. 

Padova e il suo patrono Sant'Antonio

Il nostro viaggio virtuale fa ora tappa a Padova: una città legata a triplo filo al nome e alla figura del suo patrono Sant'Antonio. Il frate francescano del tredicesimo secolo morì all'età di 36 anni e per i miracoli a lui attribuiti venne canonizzato. I lavori della Basilica iniziarono nel 1200.

La caratteristica architettonica principale della Basilica di Sant'Antonio di Padova è l'armonizzazione di diversi stili. Una basilica straordinaria che merita di essere visitata.

Le Fontane di Roma

E infine torniamo ancora una volta a Roma. I turisti che visitano Roma, le antiche fontane di Piazza di Spagna, Piazza Navona, quella di Trevi e molte altre, si stupiscono ancora oggi.

Singolare e duraturo nel tempo è il rapporto dei romani con l'acqua. Un rapporto che si palesa proprio nella maestosità delle fontane presenti nella Capitale. Per i Romani l’acqua era un dono degli dei elemento centrale della socialità dell'antica Roma che si incontrava alla terme.

La Fontana della Barcaccia in Piazza di Spagna, davanti alla Scalinata di Trinità dei Monti, è opera del padre di Gian Lorenzo Bernini. 

Al centro della Fontana di Trevi si trova una grande statua del dio Oceano su un cocchio a forma di conchiglia trainato da due cavalli governati da tritoni. Ai lati della divinità si possono ammirare le statue di “Salubrità” e “Abbondanza”.

La Fontana delle Naiadi a piazza della Repubblica ha una figura maschile al centro, il Glauco, che stringe un delfino, ma è chiamata così per le statue bronzee e nude delle Naiadi che la circondano.