Come ogni anno, anche nel 2022 il 3 maggio si celebra la Giornata Mondiale del Sole. Un evento istituito nel lontano 1994 dalla Solar Energy Society, per sensibilizzare sull'iportanza di questa stella non solo per le nostre vite, ma anche per il nostro pianeta, tanto prezioso quanto troppo spesso trascurato.

In questa occasione in particolare, gli esperti si riuniscono per discutere sui suoi benefici nella nostra quotidianità e ovviamente anche sui modi per sfruttare l'energia solare a favore del pianeta Terra, arrivato ormai allo stremo a causa del troppo inquinamento.

Giornata Mondiale del Sole: perché questa stella è tanto importante

Abbiamo avuto una piccola dimostrazione di quanto il Sole sia fondamentale per la nostra vita proprio durante il lockdown generale scattato con l'epidemia di Coronavirus. In tantissimi, a prescindere dall'età infatti, hanno lamentato episodi di maggior stanchezza fino ad arrivare ad un preoccupante stato d'ansia, causato con tutta probabilità dall'impossibilità di uscire liberamente e godere appieno del sole e della dose di vitamina D che puntualmente ci regala ad ogni esposizione.

Certo, il sole non è la sola ed unica fonte esistente di vitamina D, che si può assumere anche attraverso un'alimentazione sana ed equilibrata ed integratori specifici all'occorrenza, ma i benefici fisici e mentali che derivano dalle ore che passiamo all'aria aperta e quindi anche al sole sono innegabili. Lo sa bene per esempio chi si occupa di medicina naturale, che vede nell'espozione al sole un modo per cercare di prevenire (attenzione, non curare!) diversi disagi, infezioni e malattie.

Il sole infatti è un ottimo alleato non solo per la nostra pelle, ma anche per le ossa, i muscoli, le articolazioni. In ultimo ma non certo per importanza, gli effetti positivi del sole sono stati riscontrati anche sull'umore e anche per quanto riguarda il sistema immunitario.

Come ogni cosa però, non bisogna abusarne. Se infatti i raggi del sole sono un buon veicolo per la Vitamina D lo sono anche per i raggi UV, da cui invece dobbiamo proteggerci avendo cura di utilizzare una crema solare ad alta protezione ad ogni stagione e ogni volta che passiamo del tempo prolungato fuori casa. Non solo in estate e in spiaggia, quindi.

Energia rinnovabile: come regalare il futuro alla Terra

Nonostante sia ancora troppo poco presa in considerazione, il sole è una delle fonti di energia rinnovabile che potrebbero aiutarci a risollevare le sorti del nostro pianeta, spesso descritte dagli esperti (e a ragione) come le più nefaste.

Secondo alcuni studi infatti si è arrivati a capire che può attingere ai benefici del sole proprio come fanno le piante: catturando le radiazioni solari per trasformarle appunto in energia, che nel nostro caso si traduce in elettricità, per esempio.

Insomma, l'energia solare può essere senza dubbio un buon modo per ritornare a fare pace con l'ambiente, quello che ancora manca però, purtroppo, è la disponibilità nel mettere a disposizione fondi per approfondirne gli studi.