Doppio appuntamento con Raoul Bova che al momento vediamo nei panni di Don Massimo per la fiction di Don Matteo, già introdotto nella quinta puntata della 13esima stagione. Presto infatti vedremo l'attore romano anche su Canale 5, ancora una volta accanto alla moglie e collega Rocìo Munoz Morales. Ecco allora tutti idettagli su Giustizia per tutti, la serie tv che vedrà la coppia (nella vita e sul lavoro) nei panni dei protagonisti.

Giustizia per tutti: quando inizia e cast

Dopo la prima serata del giovedì di Rai 1, Raoul Bova è davvero inarrestabile e conquista anche la prima serata del mercoledì, ma questa volta della rete ammiraglia di Mediaset. A partire dal 18 maggio 2022 infatti, le fan dell'attore potranno vederlo anche su Canale 5 come protagonista nel cast di Giustizia per tutti.

La serie tv è finalmente pronta per essere mandata in onda dopo due anni di rinvii a causa della pandemia da Coronavirus che ha bloccato l'intero settore cinematografico e sarà composta da 12 episodi da 50 minuti circa ciascuno e verrà trasmessa per un totale di sei prime serate. Ogni mercoledì quindi, come spesso succede con le serie trasmesse in televisione, i telespettatori assisteranno a due episodi.

Oltre a Raoul Bova e di Rocìo Munos Morales completano il cast il regista e attore di origini marocchine Elia Moutamid e l'attrice Anna Favella, che abbiamo visto in diverse soap operas come Le tre rose di Eva, Il bello delle donne e in Incastrati, miniserie disponibile su Netflix scritta e diretta da Ficarra e Picone.

Ci sono infine anche la giovane attrice Francesca Vetere, Maurizio Marchetti, che abbiamo visto anche in due film di Pif come il famoso La mafia uccide solo d'estate e il più recente E noi come stronzi rimanemmo a guardare e Giuseppe Loconsole che ha invece preso parte a diverse pellicole del maestro del brivido Dario Argento, come Dracula 3D, Giallo e Ti piace Hitchcock?





Tutto sulla trama

Giustizia per tutti racconta la storia di Roberto Beltrami (Raoul Bova), un fotografo torinese molto noto sposato con Beatrice, un'avvocatessa. A sconvolgere la vita dell'uomo in modo irrimediabile è l'omicidio di lei. Beatrice infatti viene uccisa e, a causa di un errore giudiziario ad essere condannato è proprio Roberto.

In carcere il fotografo non si perde d'animo e studia per conquistare la laurea in giurisprudenza, acquisendo in questo modo le competenze per far riaprire il caso che lo riguarda molto da vicino e dimostrare una volta per tutte la propria innocenza. Attirata dal suo intento, Victoria Bonetto (Rocìo) gli propone un ingaggio proprio nello studio dove lavorava la moglie deceduta. Si scopre infatti che Victoria è stata una collega di Beatrice.

Roberto è quindi ora un uomo libero il cui unico scopo nella vita non è solo dimostrare la propria innocenza, ma anche ricucire il rapporto con Giulia, la figlia ormai 17enne avuta da Beatrice, che in tutti questi anni dopo la morte della madre è stata cresciuta da Daniela, la zia poliziotta.