Capolavoro di Christopher Nolan, uscito nelle sale nel 2014, Interstellar non è un semplice film di fantascienza come tanti altri. La sua trama infatti, seppur romanzata, si basa su reali teorie scientifiche e in modo particolare su uno degli argomenti più discussi in astrofisica: il buco nero e il wormhole più nello specifico.

Fare un riassunto esaustivo di un film tanto ricco di significati è molto difficile, noi però ci proviamo cercando anche di spiegarvi qualcosa in più sul suo finale. Ecco allora tutto quello che c'è da sapere sulla trama e su come finisce, il cast e le tantissime curiosità attorno al film.

Interstellar, un primo sguardo alla trama del film di Nolan

La trama di Interstellar è ambientata in un futuro prossimo, nel XXI secolo, cui la Terra, prima casa dell'essere umano, sta diventando di anno in anno sempre più inabitabile per quest'ultimo. Alcuni scienziati, che un tempo lavoravano per la NASA, sta studiando il wormhole per sfruttarlo nella ricerca di un pianeta abitabile e per farlo organizza delle missioni.

In una di queste viene coinvolto Cooper, ex pilota che decide di lasciare i propri figli, con la consapevolezza che non li vedrà crescere e che probabilmente potrebbe non rivederli mai più. A guidarlo è la volontà di assicurare a loro e all'umanità tutta un futuro migliore.

Mentre lui si trova nello spazio, Murphy la figlia minore, nel tentativo di cercare di mettersi in contatto con il padre, intraprende il suo stesso percorso. I due saranno destinati ad incontrarsi di nuovo, in un modo o nell'altro. O in un pianeta o nell'altro.

Il cast..."stellare" e le riprese

La star del cast è Matthew McConaughey, che interpreta Joseph Cooper, ma accanto a lui ci sono anche nomi molto noti dello star system hollywoodiano. C'è la bellissima Jessica Chastain, che presta il volto alla Murphy adulta, Anne Hathaway che è invece Amelia Brand nel film e Matt Damon, che interpreta invece il dottor Mann.

C'è poi Michael Caine, che per il film è l'imprevedibile professor Brand, Timothée Chalamet che invece è Tom Cooper da adolescente e Mackenzie Foy che interpreta invece Murphy da bambina. A interpretare Murphy da anziana è invece Ellen Burstyn. Completano il cast John Lithgow, Wes Bentley, Casey Affleck, Topher Grace, David Gyasi, William Devane, Jeff Hephner, Elyes Gabel e David Oyelowo.

Per quanto riguarda le riprese del film invece si sono svolte tra il set di Los Angeles e l'Islanda. La produzione infatti ha visto nelle distese sconfinate di questa terra la replica perfetta di pianeti sconosciuti.

La spiegazione del finale e le morti nel film

Il consiglio è quello di recuperare assolutamente la visione di Interstellar se ancora non lo avete fatto. Potete guardarlo in streaming su Netlfix, Prime Video, TimVision, Google Play Film, AppleTv e anche YouTube.

Se volete sapere comunque qualcosa in più sul finale, eccovi accontentati con la spiegazione di ciò che accade. Partiamo col dire che Murphy, grazie all'incredibile tenacia e all'intuizione ereditate dal padre, riesce nell'intento di salvare l'umanità.

La donna, ormai invecchiata e sul letto di un ospedale in attesa di morire circondata dalla propria famiglia, saluta un'ultima volta il padre. Questo infatti, nel frattempo, è stato recuperato dallo spazio. Cooper però, ancora giovane uomo grazie al tempo passato nello spazio, ha un'altra missione da compiere insieme ad Amelia Brand. Deve infatti raggiungerla su un nuovo pianeta adatto ad ospitare vita umana.

Da tempo ormai si vocifera, o meglio, si desidera un Interstellar 2 ma al momento non ci sarebbero informazioni a riguardo. Pensando ad un ipotetico seguito comunque, si può immaginare che possa essere incentrato sulla relazione di Cooper, che ha lasciato nel suo passato un'intera famiglia ed Amelia astronauta come lui.

I due si troverebbero alle prese con un nuovo pianeta, proprio dove li avevamo lasciati, intenti a cercare di far prosperare la vita sul suo suolo.

Durante il film gli spettatori assistono a diversi colpi di scena tra cui le morti di alcuni dei personaggi principali. Nel corso del film viene infatti a mancare il professor Brand ma la dipartita che tocca più di tutte è quella, naturale, della co protagonista: Murphy.

Tutte le curiosità sul film: dal buco nero ai pianeti visitati

Come dicevamo, la teoria su cui si basa Interstellar è quella del buco nero e del wormhole, quest'ultimo secondo una spiegazione scientifica sarebbe un tunnel spazio-temporale che collegherebbe due buchi neri. All'interno di questo passaggio lo spazio e il tempo subirebbero alcune alterazioni.

Ecco spiegato perché durante il film assistiamo ad alcuni fenomeni come una sorta di realtà parallela creata dall'interazione di Cooper con il wormhole e l'arrestarsi del tempo sul corpo del protagonista.

Durante il film vengono esplorati diversi pianeti prima di arrivare a quello che potrebbe essere il perfetto erede della Terra. Si scopre per esempio il pianeta di Miller, dove il tempo scorre più velocemente e la cui superficie non è altro che un immenso oceano da cui nascono onde gigantesche, una di queste ha ucciso la scienziata e anche l'equipaggio di Cooper, per poco, non rischia di fare la stessa fine.

Il pianeta che però fa sobbalzare sulla sedia gli spettatori alla prima visione del film è quello scoperto dal dottor Mann, interpretato da Matt Damon, lo stesso attore che nel 2011 aveva recitato in Sopravvissuto - The Martian. In molti infatti hanno vissuto la sua presenza in Interstellar come una sorta di cross over.