Jess, l'artista poliedrica presenta il suo primo EP: "sola a casa e altri sbatti"

Artista versatile e poliedrica, si divide tra musica e teatro: Jess presenta nel corso dell'intervista il suo primo EP, "sola a casa e altri sbatti", che è un mix di ricordi ed emozioni.

jess-ep-sola-a-casa-e-altri-sbatti

Cantautrice dall’animo gentile, dai sentimenti profondi e dalla voce coinvolgente, Jess presenta il suo primo EP: “sola a casa e altri sbatti”. Nel corso dell’intervista ha raccontato il progetto, dai primi passi all’uscita definitiva, ha confidato le sue emozioni più intime, ha parlato del suo amore per l’arte a 360° e svelato i suoi sogni nel cassetto.

Jess presenta il suo EP, “sola a casa e altri sbatti”

Prodotto da Ledo, mix e master di Ugo Bonucci, “sola a casa e altri sbatti” è un progetto discografico intimo, personale, che unisce un vortice di emozioni variegate, le stesse vissute da Jess negli ultimi due anni. L’EP racchiude parole e melodie incorniciate da sonorità pop acustiche con contaminazioni R'n'B. “sola a casa e altri sbatti” si compone di 6 tracce e da una bonus track.

Si apre con “barattolo”, brano uscito come anteprima dell’EP lo scorso 20 ottobre. Il pezzo un addio difficile da dimenticare. L’addio di una persona speciale della quale resta solo un barattolo di caffè, che d’un tratto diventa un oggetto carico di ricordi.

Segue “sbatti”, che racconta una serie di pensieri messi in fila e di gente intorno che appare sempre più stressata. È forse questo il duro prezzo da pagare per diventare grandi?

Dopo preoccupazioni e nostalgia, Jess presenta la sua prima canzone d’amore: “l’ultimo Jedi”, in cui confida un sentimento puro e intenso verso la persona amata.

I dubbi però non mancano ed è così che nasce “una persona a caso”. Siamo davvero solo una delle tante persone al mondo? Siamo davvero solo una goccia nell’oceano, così piccoli e insignificanti?

La tracklist prosegue con “segreteria”. Sei proprio sicuro di essere sempre riuscito a dire tutto quello che tenevi dentro? La cantautrice confessa tutto quello che non si è mai riusciti a confessare e lo fa, appunto, attraverso un messaggio lasciato in segreteria, senza la certezza che verrà davvero ascoltato.

I sentimenti più dolci e i ricordi più pieni d’amore sono contenuti in “saturno”, che è un tuffo nei momenti più belli della sua infanzia. Una melodia da cantare quando si ha paura, perché uno degli insegnamenti più importanti che Jess ha ricevuto è stato proprio questo: canta, che la paura passa.

Degna conclusione dell’ep è la bonus track “ciliegie”, brano già edito, prodotto da Alessandro Gemelli, con cui JESS ha inaugurato il suo 2023. Due sorelle, due amiche, unite da sempre e per sempre da una sola radice. A tenerle insieme ci pensano i ricordi e le esperienze condivise.

Un vortice di emozioni

“sola a casa e altri sbatti” è un universo caleidoscopico di colori. Si presenta come un viaggio nella solitudine assordante di una casa vuota che costringe a rimuginii costanti, dove tutto prende le sembianze di un enorme sbattimento da arginare.

Lo ha spiegato chiaramente: “L'uscita del mio primo EP rappresenta un cerchio che si chiude e che durava da diverso tempo. La storia che fa da filo conduttore di tutto l'EP ha preso forma spontaneamente. Alla base dei miei brani ci sono una serie di emozioni da cui sono pervasa ogni volta che chiudo il mondo fuori dalla porta di casa. D'un tratto mi attanagliano emozioni e rimpianti. E proprio in casa nascono le mie canzoni, che rappresentano pienamente il mio mood. Sono un elenco di emozioni e ricordi che a volte, quando sono sola, riemergono".

Quindi ha aggiunto: "Sono flashback improvvisi, ricordi di infanzia che arrivano senza che li stia chiamando né cercando. La mia scrittura riflette tutto questo. E se un mio pezzo mi piace lo capisco perché mi fa piangere".

Ma cos'è casa per Jess? "Casa mia è l'unico ambiente fertile per fare musica. Non sto molto tempo a casa per via dei numerosi impegni, ma quando riesco a fermarmi mi piace ritagliarmi del tempo che sia solo mio. È proprio quando rallento che la creatività viene a galla".

Stare a casa è davvero uno "sbatti", come recita il titolo dell'EP? Niente di tutto questo per Jess, perché "la casa è e sarà sempre un nido prezioso nel quale trovare rifugio. Gli "sbatti" a cui faccio riferimento sono i pensieri che subentrano quando faccio i conti con me stessa". Ed è un problema che accomuna tutti... Tuttavia, ha anche sottolineato che "a volte cerco appositamente di restare da sola, con l'intento di scavare dentro di me e ripescare con le mie emozioni più pure, confrontandomi con la mia bambina interiore".

La passione per il teatro

All’anagrafe è Jessica Lorusso, da quando era solo una bambina coltiva una grande passione per la musica, in particolare per voce e pianoforte, strumento sul quale compone le sue canzoni. Capisce presto che della musica non può fare a meno: così, inizia prestissimo a studiare canto, per poi affermarsi nell’ambito del teatro come attrice e interprete. Durante l’anno del lockdown riordina le canzoni scritte in precedenza e ne scrive di nuove, dando il via a un nuovo vero e proprio vortice creativo che porta alla pubblicazione dei brani “nulla”, incluso nelle playlist editoriali “Equals” e “Anima r’n’b” di Spotify, “non ci sta”, “come stai”, “lady”, per diverse settimane nella playlist “Anima r’n’b” di Spotify, e “ciliegie”.

Con il suo primo EP, Jess si prepara a salutare un anno ricco di successi e soddisfazioni, in ambito musicale e non solo. È stata eletta vincitrice del contest musicale “Back to Talent”, con cui si è aggiudicata un proprio concerto al Teatro Nazionale o Lirico di Milano. L’indiscutibile talento di JESS è stato apprezzato anche da J-Ax, direttore artistico della competizione.

Ma non è tutto: Jess è un’artista versatile e poliedrica, che spazia dalla musica al teatro. Si è dedicata alla tournée dello spettacolo teatrale “Una volta nella vita (Once)”, prodotto da Compagnia della Rancia e diretto da Mauro Simone, in cui veste i panni di “Ragazza”, la protagonista.

A proposito della sua passione per il palcoscenico, Jess ha sottolineato: “Nasce quando ero solo una bambina. I miei genitori mi portavano spesso a teatro e presto ho capito che sarebbe stato quello ciò che avrei voluto fare nella vita. Da tempo porto avanti con naturalezza questa passione, insieme al mio amore per la musica. Per me sono due facce della stessa medaglia".

Quindi ha aggiunto: "Quando salgo sul palcoscenico sono entusiasta, perché mi cimento in personaggi diversi da me. Vivo emozioni che non sempre coincidono con le mie e interpreto persone diverse da me. Questo mi diverte molto".

Al contrario, precisa Jess, "la musica nasce dall'esigenza di dire cose solo mie. Sono due lati che convivono in me serenamente. Se poi in futuro dovessi rinunciare a una delle mie due più grandi passioni, vorrà dire che l'altra starà andando così bene da valerne la pena".

I prossimi progetti

Giovedì 23 novembre, alla vigilia della sua pubblicazione, ha presentato ufficialmente l’EP all’UCI Cinemas di Milano Certosa, evento che è stato inserito come partner ufficiale della Milano Music Week. La scelta della location non è casuale: JESS, infatti, per presentare l’EP ha realizzato un cortometraggio che è stato proiettato proprio in occasione della presentazione.

Non mancano i sogni nel cassetto né i progetti in cantiere. Lo ha spiegato la stessa artista: "L'EP è un cerchio che si chiude, ma come sempre ciò significa che se ne sta aprendo un altro. Era arrivato il momento di fare uscire queste canzoni. A un certo punto i brani hanno bisogno di prendere aria".

Non solo: "Con l'EP ormai pronto, ho una discografia completa che mi permette di fare live e farmi conoscere dal pubblico. Ho voglia di cantare e "sporcarmi le mani". Ora il mio obiettivo è suonare su piccoli palchi. Se vado a un concerto, scelgo di essere e mi lascio travolgere: non vedo l'ora di essere dall'altra parte. Inoltre, ho molta musica in arrivo, nel cassetto canzoni che vorrei vedessero la luce, e non mancherà mai spazio per il teatro".

Leggi Anche

Fabio Borghese chi e

Fabrizia Volponi

28 feb 2024
Simona Marchini chi e

Fabrizia Volponi

28 feb 2024