Quando pensiamo a cosa vedere a Madrid ci vengono subito in mente i suoi musei. Infatti, la capitale spagnola presenta numerosi musei che contengono opere d’arte di straordinaria bellezza

Essi sono tutti concentrati un una sola via e sono famosi per essere tra i più prestigiosi al mondo. Infatti, lungo la camminata chiamata Paseo del Arte potrai trovare il Prado, il Reina Sofia ed il Thyssen-Bornesmiza

Tuttavia, Madrid non è solo musei. Infatti, Madrid è conosciuta anche per essere una città che non dorme mai. La movida è all’ordine del giorno.

Infatti, gli abitanti di Madrid amano le serate, la musica e la compagnia. E, soprattutto, amano fare tardi. 

Proprio per questi motivi è famosa la tipica espressione:

Madrid nunca duerme (che significa Madrid non dorme mai).

Ovviamente, la città è adatta a qualsiasi età. Madrid offre attività e cose da vedere per tutti i gusti. Nessuno riuscirebbe ad annoiarsi durante una vacanza nella capitale spagnola. 

Vediamo insieme cosa vedere a Madrid e come organizzare una vacanza in questa meravigliosa città.

Madrid cosa vedere: i suoi musei

Partiamo da una delle attrazioni principali della capitale spagnola. Infatti, nell’elenco di cosa vedere a Madrid non possono mancare i suoi musei. 

Come abbiamo detto in precedenza, parliamo dei suoi tre musei principali: il Prado, il Reina Sofia ed il Thyssen-Bornesmiza.

Essi sono tutti situati lungo la stessa strada chiamata Paseo del Arte. Ma vediamoli più nel dettaglio.

Il primo museo è il Museo del Prado, uno tra i musei più famosi al mondo. Per visitare il Prado servirà un pò di tempo, in quanto bisognerà godersi le bellezze che propone. All’interno del museo del Prado troverete opere di molti pittori famosi. Alcuni che si possono citare sono Caravaggio, Goya e Velasquez

Se volete risparmiare, vi segnalo che il Prado offre la possibilità di accedere gratuitamente. Gli orari per poter beneficiare dell’accesso gratuito sono:

  • Dalle 18 alle 20 da lunedì a sabato;
  • Dalle 17 alle 19 domenica e festivi. 

Tuttavia, sebbene ci siano orari gratuiti durante i giorni festivi, è consigliabile visitare il museo durante la settimana. In questo modo eviterete molte persone che decidono di visitarlo nel weekend.

Il secondo museo più famoso di Madrid è il Reina Sofia, conosciuto prevalentemente per la Guernica. Parliamo infatti del famoso quadro di Pablo Picasso raffigurante la guerra civile spagnola.

Tuttavia, la quantità di opere che troverete all’interno del Reina Sofia vi sorprenderà. Infatti, sono presenti anche opere di Dalì e Mirò

Quindi ricordate: non soffermatevi solo alla Guernica, ma visitate l’intero museo. Potreste scoprire qualcosa che non conoscevate. Passate davanti alla Guernica verso l’orario di chiusura. In questo modo potrete godervi la maestosa opera senza dover sovrastare le teste degli altri ospiti del museo.

Il museo Reina Sofia di Madrid consente l’ingresso gratuito da lunedì al sabato alle 19 alle 21. Invece, la domenica, l’ingresso è gratuito dalle 13.30 alle 19. Il museo ha la chiusura settimanale di martedì.

Infine, non potete perdervi il museo Thyssen-Bornesmiza. Sebbene sia il meno famoso, non significa che sia anche il meno interessante. Infatti, esso contiene quadri appartenuti ad una collezione privata di un magnate tedesco, dal quale il museo prende il suo nome.

All’interno di questo museo potrete trovare opere che vanno dal Trecento fino al XX secolo.

Per visitare il museo Thyssen-Bornesmiza gratuitamente dovrai raggiungerlo il lunedì dalle 12 alle 16. In caso contrario il costo del biglietto sarà di 12 euro.

Cosa vedere a Madrid: i monumenti

Nella rassegna su cosa vedere a Madrid non può essere escluso il Palazzo Reale. Parliamo della residenza reale più grande d’Europa. Infatti, risulta essere anche più grande di Versailles

A Madrid è quindi possibile visitare cinquanta delle tremila stanze del Palazzo Reale. Esso  si caratterizza per il suo stile baracco alternato ad opere d’arte di straordinaria bellezza. Infatti, all’interno delle sale del Palazzo Reale sono presenti dipinti di Velázquez, Goya e Caravaggio. 

Nella lista di cosa vedere a Madrid è importante menzionare la Cattedrale dell’Almudena. Si tratta di uno dei monumenti più maestosi presenti a Madrid

La cattedrale non è molto antica, anzi. Essa è stata terminata nel 1983. Nonostante ciò la costruzione presenta uno stile neoclassico nella facciata. Mentre le navate richiamano lo stile gotico tipico del medioevo. 

Come non menzionare anche l’arco trionfale di Puerta de Alcalá? Si tratta di un arco molto celebre, in quanto fu costruito per l’ingresso in città del re Carlo III

Un’altra costruzione da vedere a tutti i costi è il tempio egizio situato nel cuore della città. Parliamo del famoso Tempio Debod. Esso è un edificio egizio del II secolo a.C. donato alla Spagna.  

Se siete amanti dell’arte, non potrete non visitare la chiesa San Nicolás, la basilica più antica di Madrid. Nonostante sia stata ristrutturata più volte, la basilica presenta ancora la sua unicità. Si presume che la chiesa si sia ispirata all’arte araba. 

Tra cosa vedere a Madrid non dimenticare le sue piazze

Un consiglio che vi posso dare se volete visitare Madrid è quello di muovervi a piedi. Infatti, la maggior parte delle attrazioni si trova a due passi dal centro. In questo modo avrete anche l’occasione di imbattervi nelle meraviglie architettoniche che caratterizzano la città.

Partiamo da Plaza Mayor, una piazza lunga 129 metri e larga quasi 100 metri. Essa è circondata da edifici della stessa altezza. Ciò la rende perfettamente simmetrica. 

Le persone che visitano Plaza Mayor hanno la sensazione di sentirsi piccolissimi ed immersi in quella meraviglia architettonica.

Nove sono gli accessi a Plaza Mayor. Tuttavia, il più importante risulta essere l’Arco de Cuchilleros. Esso è una delle attrazioni più fotografate di tutta la piazza.

Cosa vedere a Madrid appena arrivati? Una delle fermate della metro più famose è Sol. Questo perché è la fermata di una delle piazze più famose della capitale spagnola. Infatti, da qui si può accedere alla piazza più grande di Madrid: Puerta del Sol.

Non sei un vero turista di Madrid se non fai la foto al famoso chilometro zero che si trova in questa piazza. Infatti, Puerta del Sol simbolicamente rappresenta il centro di tutta la Spagna. Dal famoso chilometro zero partono tutte le strade che arrivano in ogni angolo del Paese. 

Sempre in questa piazza è possibile ammirare uno dei monumenti simbolo della città di Madrid: el Oso y el Madroño.

Si tratta della statua di un orso che annusa un albero. Quest’orso, in epoca franchista, diventò uno dei simboli più famosi della resistenza.

Infine, un’altra piazza da visitare è Plaza de Cibeles, famosa per i raduni dei madrileni dopo le vittorie calcistiche.

Cosa vedere assolutamente a Madrid? Il Parco del Retiro

Uno dei simboli della città che rientra nella rassegna di cosa vedere a Madrid è, senza dubbio, il Parco del Retiro

Si tratta del polmone verde della città di Madrid che presenta all’interno un lago artificiale. Ovviamente, un consiglio è quello di noleggiare una barchetta e fare un giro in questo meraviglioso lago.

Per girare tutto il parco non vi basterà un pomeriggio. Infatti, esso è davvero enorme. 

Inoltre, all’interno del Retiro è presente il Palazzo di Cristallo. Si tratta di un monumento costruito nel 1887 al fine di ospitare una selezione di specie botaniche che arrivavano dalle Filippine. 

Un altro parco da non perdere è rappresentato dai Giardini di Sabatini, situati vicino al Palazzo Reale. Essi si caratterizzano per viali alberati, siepi e fontane, creando uno dei luoghi più magici dell’intera città.

Cosa vedere a Madrid: lasciatevi trasportare dai suoi mercati e dalla via dello shopping

Colori, spezie e profumi da tutto il mondo: questi sono i mercati di Madrid

Il mercato più famoso della città è il mercato del Rastro. Esso nasce come mercatino delle pulci per poi diventare anche il mercato più grande di Madrid

Tuttavia, non è l’unico mercato in cui ci si può imbattere. Infatti, per coloro che vogliono provare specialità culinarie tipiche della città, non si può non menzionare il Mercato di San Miguel

Infine, il mercato meno turistico è il Mercado de San Fernando. Una scelta da vero madrileno. Esso si trova nel quartiere Lavapiés, una delle zone multietniche della città. In questo mercato si può trovare di tutto, dagli alimentari ai libri usati.

Per gli amanti dello shopping basterà camminare per il centro della città. Quando vi sentirete piccolissimi perché sarete circondati da palazzi altissimi, sarete arrivati a Gran Vía, la via dello shopping per eccellenza.

Shopping per tutti i gusti (e per tutte le tasche) dove si alternano negozi storici e lussuosi a grandi catene internazionali.

Infine, l’ultimo tratto di questa via è costellato da teatri. Infatti, questa zona ha preso il nome di Broadway madrilena. 

Cosa vedere a Madrid di particolare? Senza dubbio la stazione di Atocha

Si trattava di una normale stazione fino all’11 marzo del 2004. Infatti, in quella data si ricorda uno dei più gravi attentati terroristici di tutta la Spagna. Furono fatte esplodere 10 bombe a bordo di 4 treni regionali.

Gli spagnoli hanno allora deciso di creare un monumento in ricordo delle vittime di quell’attentato e hanno reso la stazione di Atocha una delle principali mete turistiche della capitale. 

All’interno della stazione è presente un giardino tropicale che ospita migliaia di piante di diverse specie. Inoltre, sono presenti moltissime tartarughe, molto fotografate dai turisti di tutto il mondo.

Cosa vedere a Madrid? Una giornata da vero madrileno

Oltre alle attrattive turistiche, Madrid è anche una città estremamente caratteristica

Ma quindi cosa vedere a Madrid per essere un vero madrileno?

Per prima cosa si sa che la cultura di un paese passa anche per la sua cucina. Quindi calamari o churros? Questi sono due tra i piatti tipici offerti dalla capitale spagnola.

Infatti, i piatti tipici di Madrid non sono molto conosciuti all’estero. O almeno, non lo sono tanto quanto la Paella. 

Uno dei piatti più tipici di Madrid è il cosiddetto bocadillo de calamares, ossia un panino con all’interno calamari fritti. Se invece siete amanti del dolce non potete perdervi una tazza di chocolate con churros, che potrete gustare alla Cioccolateria San Ginés

Lo stesso vale per la sangria, la bevanda spagnola per eccellenza. Una sangria così non potrebbe mai essere riprodotta in Italia, quindi vale la pena testarla sul posto.

Cos’altro potreste vedere a Madrid? La città dall’alto. Potrete gustarvi un tipico aperitivo madrileno sulla terrazza del Circolo Belle Arti, situato in Gran Vía. In questo modo potrete godervi un panorama mozzafiato.

Se volete fare una giornata da veri abitanti del posto, ricordate una cosa: non si cena prima delle 21.30. Prima di questo orario è l’ora dell’aperitivo composto da tapas, sangria, birra o il famoso tinto de verano.