Dopo tanta attesa e le lunghe chiusure provocate dalla pandemia da covid-19 che ha duramente colpito il mondo dell’arte, il 2021 sembra l’anno della ripresa, con l’inaugurazione di numerose mostre d’arta in tutta Italia.

Dall’anniversario della morte di Dante alle mostre di Monet, il nostro Paese vedrò numerose proposte artistiche e culturali per tutti i gusti.

Un calendario ricco di aperture ed eventi, appuntamenti che a lungo sono stati attesi in questi mesi di chiusura e che finalmente vedono la riapertura dei battenti di tanti luoghi di cultura rimasti troppo a lungo sono rimasti chiusi.

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha confermato il proprio entusiasmo e lo stanziamento di importanti fondi a supporto dell’arte e della cultura in tutti i suoi aspetti.

Come ha dichiarato in occasione del G20, infatti,

"L'Italia è tornata ad essere il Paese con maggior siti Unesco proprio in questi giorni ed è bello che questo primato sia stato festeggiato in concomitanza con la prima riunione dei ministri della Cultura del G20”.

In questo breve video del Corriere della sera vediamo proprio cos’ha detto il Ministro a proposito del rapporto tra pandemia e cultura e cosa potremo aspettarci per un’effettiva ripartenza: G20 Cultura, Franceschini: "Pandemia ha reso città più tristi”.

 
 

Le mostre e l’arte al centro del rilancio dell’Italia

Dopo mesi caratterizzati da musei chiusi, cinema e teatri vuoti e città ricche di culture spente, la cultura e l’arte, con le mostre e gli eventi tornano ad essere uno dei motori propulsori dell’economia italiana.

Come ha sottolineato lo stesso premier Mario Draghi, il supporto del Governo alla cultura è cruciale per consentire la ripresa del nostro Paese.

Ed ecco quindi che l’autunno e l’inverno 2021 saranno ricchi di appuntamenti culturali, di mostre d’arte e esposizioni importanti, in tutta Italia.

Nell’anno dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri ecco quindi che l’Italia riporta al centro l’arte e la cultura, sempre nel rispetto delle rigide norme anti Covid.

Bisogna ricordare infatti che per accedere a musei, mostre e iniziative culturali è necessario possedere il Green Pass.

Ecco un elenco delle principali mostre d’arte in Italia

Una lunga lista di eventi culturali e di mostre in tutta Italia all’interno del quale vi è l’imbarazzo della scelta.

Cerchiamo di fare insieme ordine con un rapido elenco delle principali mostre da non perdere nel nostro Paese.

Tra le principali, senza dubbio deve essere ricordata la mostra dedicata a Monet, al Palazzo Reale di Milano.

La mostra dedicata ad uno dei principali esponenti dell’Impressionismo verrà inaugurata il 18 settembre 2021 e sarà fruibile fino al 30 gennaio 2022, portando in Italia un tour espositivo di 53 opere che ripercorre le principali tappe di crescita artistica del pittore francese.

Sempre sulla scia degli Impressionisti, un’altra mostra d’arte che è dedicata alla stessa corrente è quella realizzata presso il MaGa di Gallarate: Impressionisti. Alle origini della modernità.

Da maggio 2021 a gennaio 2022, più di 180 opere di artisti francesi e italiani della seconda metà dell’Ottocento, tra cui Manet, Renoir, Monet, Cézanne e Boldini.

Sempre nella Capitale, dal 26 ottobre 2021 prenderà il via la mostra d’arte dedicata a Gustave Klimt.

Infatti altra importante mostra d’arte assolutamente da non perdere è la mostra d’arte a Palazzo Braschi, a Roma, dedicata a Gustave Klimt, che sarà in scena dal 26 ottobre fino a marzo 2022.

Fino a marzo 2022, le opere di Klimt tornano in Italia con una mostra composta da oltre 100 dipinti, disegni, schizzi e manifesti.

E ancora, a Genova presso il Palazzo Ducale arriva il 9 settembre la mostra dedicata ad Maurits Cornelis Escher.

Un mix di arte, fisica e design, la mostra d’arte è un evento unico grazie al grande numero di opere esposte, oltre 200, che crea un percorso che si snoda lungo tutta l’attività dell’artista olandese.

Un mare di mostre d’arte anche gratuite

Rimangono numerose le esposizioni d’arte e le mostre gratuite disseminate su tutto il territorio nazionale.

Ad esempio, al MAXXI di Roma è possibile accedere gratuitamente, dal martedì al venerdì, dalle 11 alle 19, oltre che la prima domenica di ogni mese.

Questo museo d’arte contemporanea, che già è degno di visita per la sua struttura esterna, progettata dall’ archistar irachena Zaha Hadid, è un contenitore unico in cui, oltre alla collezione di arte e architettura permanente, si susseguono varie mostre.

Inoltre quest’anno il museo MAXXI festeggia i suoi primi 10 anni di vita con una mostra, dal 17 febbraio al 29 agosto 2021, incentrata su 5 grandi temi che ruotano intorno ai maggiori artisti che hanno animato e trasformato il museo.

Un altro museo d’arte assolutamente da non perdere e che può essere visitato gratuitamente ogni prima domenica del mese è la Galleria degli Uffizi a Firenze.

Nel cuore della città di Firenze, la Galleria è collocata in un palazzo progettato e realizzato a metà del Cinquecento sotto il progetto di Giorgio Vasari.

Può essere considerato uno dei Musei più famosi al mondo e raccoglie al suo interno un repertorio di sculture e opere pittoriche che vanno dal medioevo fino all’età moderna.

È possibile quindi visitare gratuitamente tutta la collezione d’arte contenuta negli Uffizi ogni prima domenica del mese dopo aver ritirato il tagliando dedicato da uno dei chioschi interattivi presenti nel Loggiato degli Uffizi, sui quali viene mostrato l’orario preciso per l’ingresso al museo.

L’iniziativa è valida fino all’esaurimento dei posti dedicati.

Un altro museo che vale assolutamente la pena visitare e il cui ingresso è sempre gratuito è il Pirelli HangarBicocca.

Aperto dal giovedì alla domenica, dalle 10.30 alle 20.30, è obbligatoria la prenotazione per poter accedere alle mostre d’arte che vengono a rotazione inserite nella struttura già di per sé suggestiva.

Ad esempio, per tutto il 2021 e fino ai primi mesi del 2022 sono presenti le due seguenti mostre d’arte temporanee e gratuite:

  • NEÏL BELOUFA - Digital Mourning: dal 17 febbraio 2021 al 9 gennaio 2022, la prima importante mostra personale, in Italia, dedicata all’artista Beloufa, per dar forma ad una sul nuovo concetto di vita all’interno di un mondo sempre più digitale;
  • MAURIZIO CATTELAN - Breath Ghosts Blind: dal 15 luglio 2021 al 20 febbraio 2022, rappresenta progetto realizzato appositamente per lo spazio espositivi specifico di Pirelli HangarBicocca e dedicato ad una particolare rappresentazione del tutto simbolica del ciclo della vita.

E sono tante altre le mostre d’arte da non perdere assolutamente a Roma

La Capitale si rianima con tantissime mostre di opere d’arte che coprono un lasso temporale molto vasto, lasciando libertà di scelta per tutti i gusti.

Se si vuole lasciarsi coinvolgere dal fascino dell’arte e della storia antica, senza dubbio non si può perdere la mostra dedicata a Raffaello presso la Domus Aurea.

Per celebrare i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio e in concomitanza con la riapertura al pubblico della Domus Aurea prende infatti forma, dal 23 giugno 2021 al 7 gennaio 2022, “Raffaello e la Domus Aurea. L’invenzione delle grottesche”. 

Un nuovo impianto di illuminazione, realizzato per esaltare gli spazi espositivi; una mostra realizzata all’interno della Sala Ottagona della residenza neroniana con l’intento di riscoprire la pittura antica all’interno del suggestivo scenario delle grotte a lungo dimenticate del palazzo imperiale di Nerone.

Un’esposizione d’arte unica nel suo genere grazie all’impiego di apparati multimediali di ultima generazione, in grado di celebrare al meglio l’arte e lo spirito di Raffaello Sanzio.

Per un’immersione nel mondo dell’antica Roma, presso i Musei Capitolini da febbraio fino al 31 dicembre 2021 è in mostra “L'eredità di Cesare e la conquista del tempo”.

Un mostra d’arte interamente multimediale, capace di evocare e coinvolgere gli spettatori della storia dell’antica Roma attraverso la ripresa dei Fasti Capitolini.

Un progetto innovativo e coinvolgente, grazie al videomapping, per scoprire o ri-scoprire la storia di Roma dalla sua fondazione fino all’età imperiale.

E sempre in onore delle celebrazioni dell’anniversario della morte di Dante, a Roma prende forma "La Vita Nova: L’amore in Dante nello sguardo di 10 artiste”.

Dal 9 giugno al 19 settembre 2021, presso il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, infatti, parte la prima tappa della mostra d’arte itinerante che, partendo dall’opera giovanile del Sommo poeta coinvolge 10 artiste italiane contemporanee sul tema della celebrazione dell’amore.

Le artiste coinvolte mostrano la loro idee in varie forme, dalla fotografia alla pittura, dalla poesia al film making, sotto la prospettiva di diverse generazioni: Micol Assaël, Letizia Battaglia, Elisabetta Benassi, Marta dell’Angelo, Rä di Martino, Giosetta Fioroni,Marzia Migliora, Sabina Mirri, Elisa Montessori, Patrizia Cavalli.

Dopo l’esposizione romana, dal 19 settembre la mostra si sposterà poi al Museo Madre, a Napoli, che è partner dell’iniziativa.

Per tutto l’anno continuano gli appuntamenti dedicati a Dante

Non si tratta solo di mostre d’opere d’arte pittoriche o architettoniche, ma le celebrazioni del Sommo Poeta Dante Alighieri continuano per tutto il 2021, in tutte le latitudini ma in particolar modo a Ravenna.

Proprio qui a settembre, presso il Museo d’Arte della città di Ravenna (MAR), prende luogo la mostra”Dante. Gli Occhi e la Mente”.

Tre mostre, un progetto speciale realizzato in stretta collaborazione con il Museo degli Uffizi per celebrare il Settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri.