Nave Duilio, cosa è e come funziona il cacciatorpediniere della Marina Militare

La nave Caio Duilio è un cacciatorpediniere: vediamo cosa è, come funziona e perché si può considerare l'orgoglio della Marina Militare italiana.

La nave Duilio, cacciatorpediniere della Marina Militare, sarà la base dell’operazione europea Aspides, guidata dal contrammiraglio Stefano Costantino. Vediamo cosa è e quali sono i suoi compiti.

Nelle scorse ore, la nave Duilio della Marina Militare ha subito un attacco da parte degli Houthi. L’imbarcazione, da mesi ormai sotto il tiro dei ribelli yemeniti, che fino ad oggi avevano attaccato solo natanti statunitensi e britannici, è riuscita ad abbattere il drone nemico a 6 chilometri di distanza.

La nave Duilio vanta tre cannoni, due mitragliere, un sistema missilistico antiaereo, due lanciarazzi, due lanciasiluri antisommergibile e un elicottero. Si tratta di un cacciatorpediniere della Marina Militare, che sarà la base dell’operazione europea Aspides, guidata del contrammiraglio Stefano Costantino e lanciata da Bruxelles il 19 febbraio scorso.

Con l’attacco all’Italia, gli Houthi rischiano di far precipitare la crisi nel Mar Rosso, ma la nave Duilio è stata perfettamente in grado di difendersi. D’altronde, parliamo di un’imbarcazione che vanta un sistema di autodifesa quasi unico nel suo genere, che comprende anche il controllo dello spazio aereo e il respingimento di eventuali minacce.

Il Cacciatorpediniere Caio Duilio è entrato in servizio per la Marina Militare il 3 aprile 2009. Varata il 23 ottobre 2007 a Riva Trigoso, in provincia di Genova, l’imbarcazione ha come porto di ascrizione La Spezia e dipende dal Comando del Prima​​​​ Divisione Navale, di cui è anche Unità di bandiera.

La nave Duilio è un vero e proprio orgoglio della Marina Militare. E’ in grado di svolgere funzioni di comando e controllo, anche in situazioni di crisi ed emergenza umanitaria. Vanta numerosi apparati di comunicazione tradizionale e satellitare e un moderno sistema di supporto, aggiornabile in base alle esigenze.

Il cacciatorpediniere della Marina Militare è completamente autonomo, tanto che può svolgere anche servizio di pattugliamento marittimo, trasporto ed evacuazione sanitaria. Non a caso, l’imbarcazione ha ricevuto la bandiera di combattimento, in gergo Combat Ready, che gli consente anche di utilizzare il sistema missilistico PAAMS.

La nave Duilio è in attività nell’ambito delle operazioni internazionali dal 2011 ed è la prima unità italiana della Marina Militare ad aver conseguito la certificazione per la scorta di un Carrier Strike Group (CSG) della U.S. Navy.

Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi
Copywriter, classe 1985. Laureata in Scienze Storiche presso l'Università La Sapienza di Roma, con una seconda laurea in Scienze Religiose alla Pontificia Università Lateranense, ho una passione per la scrittura e la lettura. Ideatrice di un blog dedicato ai libri, il mio motto è πάντα ῥεῖ, tutto scorre.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate