I soldi fanno la felicità, dice uno studio: "Con redditi più elevati, benessere maggiore"

I soldi fanno la felicità: lo rivela uno studio condotto da due ricercatori. Più si guadagna e più si è contenti, ma solo a parità di alcune condizioni.

i soldi fanno la felicità

Sì, i soldi fanno la felicità: lo dice uno studio condotto da due ricercatori, il britannico Daniel Kahneman e lo statunitense Matthew Killingsworth.

Partendo da due tesi diverse, i ricercatori hanno scoperto che quando si guadagna di più si è più felici.

Sfatiamo il mito "i soldi non fanno la felicità": in realtà, secondo la scienza è vero il contrario. Ecco cosa dice lo studio e a quali condizioni i soldi possono veramente renderci felici.

I soldi fanno la felicità: lo dice la scienza

I soldi fanno la felicità, ma solo a parità di alcune condizioni. Questo è il risultato della ricerca condotta da due esperti (un britannico e uno statunitense) che sono partiti da due tesi diverse e hanno messo in discussione le proprie idee per arrivare a un punto di incontro.

Riprendendo alcuni studi del passato, Daniel Kahneman e Matthew Killingsworth sono arrivati a confermare che i soldi - unitamente ad altri fattori - possono contribuire al raggiungimento della felicità, ma non ne sono l'unica chiave.

I due ricercatori hanno realizzato una nuova ricerca che è stata pubblicata sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences: vediamo cosa hanno scoperto.

I soldi fanno la felicità, ma a quali condizioni?

Secondo una tesi dell'economista britannico Daniel Kahneman - effettuata nel 2010 - il grado di felicità di una persona sarebbe direttamente proporzionale allo stipendio, ma solo fino a 75 mila euro. Al di sopra di tale soglia, infatti, il livello di felicità personale tenderebbe ad arrestarsi.

A distanza di 10 anni, il ricercatore universitario Matthew Killingsworth ha smentito la tesi dell'economista, arrivando a sostenere che la felicità collegata al reddito non avesse limiti.

Il nuovo studio realizzato dai dei due esperti ha messo in discussione entrambe le posizioni: si è scoperto, infatti, che la felicità connessa allo stipendio e la soglia entro la quale si arresta si può applicare solamente alla fascia di popolazione più infelice e scontenta.

Per questa parziale fascia di popolazione, il grado di felicità si incrementa da zero sino al raggiungimento di un reddito pari a 100 mila dollari, per poi fermarsi improvvisamente.

Per tutto il resto della popolazione, invece, rimane confermata la regola generale: la felicità è proporzionale al reddito annuale senza alcun limite.

La nostra felicità dipende (in parte) dal nostro reddito

Come ha spiegato Killingsworth, uno dei principali autore della ricerca:

Questo suggerisce che per la maggior parte delle persone, un reddito più elevato è associato a una maggiore felicità

Il denaro, quindi, sembra dare un senso di maggiore controllo della propria vita, ma ci sono delle eccezioni: per esempio, le persone ricche ma infelici.

Se sei ricco e infelice, più soldi non ti aiuteranno. Per tutti gli altri, più soldi erano associati a più felicità a vari livelli.

Mellers ha poi approfondito quest'ultima nozione introducendo un collegamento tra il benessere e il reddito:

La funzione è diversa per le persone con diversi livelli di benessere emotivo.

Per il gruppo più infelice, la felicità aumenta fino a 100.000 dollari di reddito; mentre per il gruppo con il benessere emotivo medio la felicità aumenta linearmente con il reddito.

Non solo i soldi fanno la felicità

Una volta pubblicati i risultati della loro ricerca, però, i due ricercatori hanno voluto sottolineare che non sono solo i soldi a portare le persone a raggiungere la felicità: ci sono molti altri fattori da prendere in considerazione.

Il denaro, spiegato i due ricercatori "non è il segreto per la felicità, ma può probabilmente aiutare un po'".

Per fare un esempio: una differenza di reddito di quattro volte superiore, incide sull'umore di un individuo almeno il doppio rispetto al fatto di essere sposati, ma può essere paragonabile e un bel weekend di relax e benessere.

Dunque i soldi possono aiutare ad essere felici, ma non sono certo l'unico aspetto da considerare per raggiungere il benessere personale.