Manca pochissimo all’uscita di “Top Gun: Maverik” nelle sale cinematografiche italiane. Il secondo capitolo dell’omonima produzione vedrà il ritorno di un Tom Cruise ancor più prestante e ancor più fuori di testa di come l’avevamo conosciuto 36 anni fa. In questo articolo, data di uscita del film e anticipazioni del trailer.

Top Gun Maverick: data di uscita, trama e cast del film

L'uscita del sequel “Top Gun: Maverick” è fissata al 25 maggio 2022 e molti appassionati sono già in fermento. Scritta e diretta da Joseph Kosinski e prodotto dalla collaborazione tra la Skydance Media e la Jerry Brukenheim Films, questa pellicola vedrà il ritorno di Maverick alla scuola di aviazione più rinomata d’America.

Il trailer, pubblicato 1 mese fa dalle stesse case produttrici, anticipa molto sulla trama che vedrà il tenente Mitchell ritornare all’accademia, a seguito della convocazione da parte di una vecchia conoscenza. Troppo bravo per essere messo in discussione e decisamente troppo spericolato per venire promosso al grado successivo, Maverick accetta di diventare istruttore della Top Gun ed allenare i nuovi giovani piloti. Tra questi, compare anche il figlio dell’amico Goose morto durante un incidente avvenuto molto tempo fa ma di cui Maverick non ha ancora dimenticato le dinamiche. Oltre a tornare a fare ciò che è più capace, torna anche a sbattere la testa su uno degli avvenimenti più brutti della sua vita e, tra un’acrobazia ed un litigio, i due riusciranno a superare il trauma e a trovare la pace.

Nelle scene proposte a scatti si può vedere un Tom Cruise invecchiato ma ancora prestante, che pilota un aereo diverso (per volere della produzione) ma al quale dedica le stesse cure ed attenzioni, come se fosse una parte di sé stesso.

Nel tramonto infuocato che fa arrossire gli hangar, Maverick ritorna a guidare la sua moto ma dietro di lui ci sarà una donna dai tratti diversi, non più riconducibili alla biondina conosciuta al bar. Riabbracciando gli anni che furono e dando il benvenuto a quelli che saranno, i flashback e le esibizioni rischiose doneranno maggiore adrenalina alla scena mentre un senso di nostalgia galopperà nel cuore degli spettatori.

A rimanere fedele al ruolo di Maverick sarà Tom Cruise mentre a ricoprire i panni del figlio di Goose sarà il giovane attore Miles Teller e la bellissima Jennifer Connelly sarà il nuovo amore di Maverick. Le musiche presenti nel film sono dirette da maestri come Hans Zimmer, Harold Faltermeyer e Lorne Baffe per conferire ancor più unicità e brividi alle scene già di per sé esaltanti. Del resto, una pellicola di questa importanza non poteva avere colonne sonore di una tecnicità banale.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Top Gun (@topgunmovie)





Top Gun: dove eravamo rimasti

“Watching in slow motion as you turn around and saaaay ….Take my breath awaaaaaay”. Non è solo il ritornello strappalacrime della canzone di Berlin che, nel 1986, ha fatto da colonna sonora ad uno dei film cult più famosi della storia del cinema. È prima di tutto il ricordo di una pellicola che ha saputo imbrigliare nella narrazione una storia d’amore bellissima ed ha appassionato milioni di spettatori che ancor oggi, lo ricordano con nostalgia.

“Top Gun” diretto da Tony Scott e prodotto da Don Simpson e Jerry Bruckheimer in associazione con la Paramout Pictures, è stato e sarà sempre una pellicola che ha riscritto la storia del cinema d’azione. Non a caso, dopo esser stato proposto al pubblico e alla critica, nel 2015 è stato scelto dalla Biblioteca del Congresso per la conservazione del National Film Registry grazie al suo profondo significato culturale e storico.

La trama, decisamente movimentata e struggente, vede come protagonista un giovane tenente il cui soprannome spopola tra il gruppo di piloti di cui fa parte. Sempre con gli occhiali da sole addosso e un modo di fare da sbruffone, Pete “Maverick” Mitchell è il pilota più in gamba che la Marina degli Stati Uniti abbia mai avuto in tutta la storia.

Affiancato dal tenente junior Nick “Goose” Bradshaw, ogni giorno si esercita in volo del suo F-14, sfrecciando  dalla porta aerei della USS Enterprise.

Il punto di svolta del racconto avviene quando, durante un volo di pattugliamento insieme ad un altro aereo, vengono inviati ad intercettare i segnali di quello che si rivela essere un veicolo nemico ma mentre Maverick riesce a mettersi nella giusta posizione di tiro, il pilota dell’aereo vicino vien messo in difficoltà ed è lui stesso a dover improvvisare.

Si lancia dietro al veicolo nemico e con una manovra azzardata si pone a testa in giù sopra il pilota che sta tenendo sotto tiro il suo collega, facendogli un chiaro cenno che lo inviti ad andarsene.

Una volta risolta la situazione, i due aerei cercano di tornare alla base anche se quello pilotato dal collega ha qualche difficoltà ad atterrare. Per questo motivo Maverick decide di accodarsi a lui e facilitargli l’azione anche se questa esperienza farà lasciare il caccia al suo collega non appena i piedi “toccano terra”.

È qui che il comandande Stinger chiama a rapporto Maverick e Goose e dopo avergli tirato le orecchie li manda a Miramar per frequentare la scuola “Top Gun” e poter diventare aviatori di un certo livello.

In questa scuola Mavericks si fa subito riconoscere per il suo carattere inquieto e la sua testardaggine ma niente lo esonera dal prendere il volo, anche se le manovre che compie sono pericolose per sé stesso e per la squadra. Nel frattempo, la ragazza di cui si è innamorato in un bar si scopre essere l’astrofisica facente parte del programma ed è la prima ad aver visto un veicolo nemico da vicino e i due iniziano una relazione seria.

Durante un volo di esercitazione, però, questa atmosfera di tranquillità e sicurezza che si respira viene interrotta da un incidente che porta Goose a morire sul colpo. Da questo evento, Maverik decide di abbandonare la Marina e prima di farlo viene invitato a casa del comandante Viper che gli rivela la verità sulla morte del padre e gli fa capire che la scomparsa dell’amico non è colpa sua. Il giorno della consegna dei brevetti, Maverick decide di rimanere ma viene subito inviato in missione contro i MiG nemici.

Qui dimostra il suo valore e la sua abilità, approcciandosi a manovre davvero pericolose e mentre stringe le piastrine di Goose nella mano riesce a distruggere i nemici e a salvare i colleghi dell’aereo vicino. Rientra alla base come un eroe e sceglie di voler intraprendere la carriera come istruttore alla Top Gun.

Nell’ultima scena, Maverick entra dalla porta del bar dove ha conosciuto la sua amata e dopo aver messo la canzone del loro primo incontro al jukebox, la vede entrare e la riabbraccia. Ora capite perché il ritornello iniziale non fa altro che risuonare in testa anche a distanza di 36 anni? Capite perché non si sta aspettando altro se non rivedere Tom Cruise rivestire i panni di Maverik nel secondo capitolo della storia?

LEGGI ANCHE: Tom Cruise è l'attore più ricco? Ecco il suo patrimonio

Top Gun: 5 curiosità e aneddoti del film

Ciò che rende un film straordinario non è solo la scelta degli attori o il filone narrativo che si intende seguire, ma tutta una serie di piccoli dettagli che messi insieme fanno la differenza.

Si parla più che altro di curiosità  e aneddoti che l’hanno reso il perfetto simbolo del cinema a stelle e strisce degli anni ’80. Come tutti i film cult che si rispettino, anche questo è pieno di frasi memorabili e battute divertenti che nel corso degli anni, sono diventate citazioni da riproporre come ad esempio: “Sento il bisogno, il bisogno di velocità” o “Lassù non c’è tempo di pensare. Se pensi, sei morto”.

Inoltre, alcune scene sono completamente abbandonate alla musica per film e Tom Cruise che non sapeva nemmeno come si accendesse una motocicletta, ha dovuto imparare per sfrecciare tranquillamente durante le riprese. Secondo alcuni, ha dovuto utilizzare il parcheggio di un concessionario per fare le prime manovre e non rischiare di cadere rovinosamente sul set.

In più, la moto doveva essere abbastanza bassa da poter permette all’attore (non noto per la sua altezza) di poter atterrare bene con i piedi, una cosa che si è palesata anche nei confronti dell’attrice Kelly Mc Gills ( la fidanzatina nel film), parecchio più alta di lui. Per poter starle vicino e non sembrare un nano, in molte scene è stato utilizzato un rialzo apposito.

Nei panni di un personaggio importante però, non c’è solo Tom Cruise ma anche Anthony Edwards che interpreta l’amico Goose , tornato alla ribalta negli anni ’90 nelle vesti del dottor Mark Greene nella serie tv “ER- Medici in prima linea”.

Per quanto riguarda la celebre scena d’amore tra Cruise e Mc Gillis, non tutti sanno che si dovette oscurarla quasi per metà visto che l’attrice era già impegnata sul set di un altro film per il quale si era dovuta tagliare i capelli. Questa scena infatti, era stata girata solo dopo il termine delle riprese. Il personaggio interpretato da lei è una figura esistita nella realtà ossia quella di Christine Fox che non solo è un’analista civile del Pentagono  ma anche una professionista molto rispettata e temuta dai piloti.

Dopo che questo film uscì al cinema, la Marina Militare statunitense vide un aumento del 500% degli arruolamenti, perciò si potrebbe pensare che la stessa pellicola sia stata (volontariamente o involontariamente) uno spot in favore dell’esercito.

Per motivi logistici e pratici, a Tom Cruise non è stato permesso guidare un aereo da caccia ma un veivolo secondario ritenuto più maneggevole e sicuro.