Le vacanze estive per molti sono sinonimo di viaggi, partenze e visite ai luoghi preferiti, come le città d’arte, le spiagge e le isole della penisola italiana. Tuttavia, quest’anno non tutti potranno viaggiare verso mete naturali, e sono molti gli italiani che dovranno rimanere in città, per diversi motivi.

Dalla preoccupazione per il virus, all’impossibilità di spostarsi, al lavoro. Sono diverse le motivazioni per cui si può scegliere di rimanere nella propria città anche in estate, tuttavia per gli spostamenti la maggioranza degli italiani sceglierà di rimanere entro i confini nazionali, come spiega un articolo di Iodonna.it:

“L’Italia è da sempre la meta preferita delle vacanze estive degli italiani e, quest’anno, si riconferma questo trend: il 91% sceglierà una destinazione domestica, mentre il 9% andrà all’estero.”

Il mare sarà in linea generale la meta più ambita, ma in mancanza di una possibilità concreta di spostarsi, molti italiani potrebbero decidere di rinunciare agli spostamenti nei mesi più caldi, per rimandarli a settembre o ai mesi invernali.

Ecco una serie di idee per le vacanze estive per chi decide di rinunciare ai viaggi, e di rimanere nella propria città o comune di residenza.

Vacanze estive: tempo per visitare la propria città

Le vacanze estive non sempre sono sinonimo di viaggio fuori dalla propria regione di provenienza, e non sempre è necessario spostarsi per trovare qualcosa di interessante da vedere. Moltissime città infatti riservano sorprese inaspettate anche senza doversi spostare o intraprendere grandi viaggi.

Una opzione valida per chi sceglie di rimanere in città è quella di visitare la propria città, almeno per le zone che ancora non si conoscono. Una valida alternativa al viaggio all’estero è quella di partecipare a eventi, iniziative e visite guidate per conoscere meglio la realtà a cui si è abituati.

Indubbiamente le città d’arte più famose riservano sorprese per le bellezze dei palazzi, dei musei e delle zone turistiche che attirano persone a visitarle tutto l’anno. Per chi decide di rinunciare alla vacanza di lungo periodo, potrebbe essere una valida scelta anche quella di informarsi su tutti i musei presenti nella propria zona, città o regione, in modo da andare a scovare qualche luogo nascosto ancora sconosciuto.

Con le nuove riaperture i musei stanno applicando anche particolari sconti per i weekend, e la domenica è il giorno preferito per gli ingressi gratuiti, mentre anche per gli spettacoli teatrali si trova nuovo spazio, con le recenti aperture delle attività.

Riapertura delle attività: musei e teatri in città

Non sono poche le possibilità di trascorrere giorni di vacanza anche per chi rimane in città: dai parchi, ai musei ai teatri, è possibile scegliere tra diversi luoghi che ancora non si conoscono.

Molte attività teatrali hanno ripreso a proporre spettacoli al pubblico, al pari dei cinema, ed è possibile per i cittadini prenotare un biglietto per il proprio spettacolo preferito. Allo stesso tempo vengono riaperte alcune fiere, come le fiere dedicate al mondo dei film, dei cartoon e del fumetto, che hanno recentemente riaperto al pubblico.

In alcune città italiane sta ripartendo la stagione teatrale, pur nel rispetto delle regole di sicurezza imposte dalla diffusione del Covid-19. Per molti di questi eventi sarà necessario il green pass, e viene sempre confermato l’uso di mascherine e igienizzanti come misure standard per tutti gli eventi.

I centri delle città contengono meraviglie a cui spesso non si è abituati a far caso, nella routine di tutti i giorni. Per chi non può andare al mare o in montagna, la città può rivelarsi comunque una buona soluzione, informandosi su ciò che il territorio propone.

Nelle grandi città come Torino, Firenze, Venezia, Roma, Napoli, e così via, è nuovamente possibile accedere alle attività rivolte ai turisti, non solo rivolte agli stranieri e per chi sta trascorrendo le vacanze, ma anche per gli stessi cittadini.

Aperture straordinarie previste in estate

Per l’estate sono anche previste alcune aperture straordinarie in città di musei e iniziative culturali, che possono essere un valido spunto per le vacanze estive. Un esempio è quello delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo, secondo quanto riportato da Vaticannews.va:

“Ad agosto aperti per ferie: è il caso di dirlo per quanto riguarda le Ville Pontificie di Castel Gandolfo.”

Le aperture dei musei e dei luoghi culturali più belli della penisola sono garantite anche in questo caso da misure di limitazione del contagio essenziali, e dalla possibilità di prenotare per tempo. Per chi vuole passare le vacanze estive alla ricerca di nuove mete da scoprire, esiste anche la possibilità di tornare a visitare parchi naturali e zoo.

Anche in questo caso sono previste aperture straordinarie per l’estate, in particolare gli zoo stanno mettendo a disposizione le prenotazioni per i periodi più caldi dell’anno, e anche le piscine all’aperto, dopo mesi di stop possono riaprire.

Per chi non vuole prenotare le vacanze spostandosi dalla propria zona per un periodo lungo, è possibile anche optare per trascorrere diverse giornate a visitare laghi, bellezze naturali, zone paesaggistiche aperte al pubblico di mare e montagna, in base a ciò che riserva il territorio.

Cosa fare in città: parchi naturali e sport

Per le vacanze estive trascorse in città, le possibilità sono molte anche dal punto di vista naturale: è possibile infatti praticare sport all’aperto nei parchi più belli delle città italiane, oppure organizzare pic nic e gite fuori porta durante il weekend.

La bicicletta è uno dei mezzi più consigliati per spostarsi in città, ed è anche uno dei prodotti più venduti quest’anno, anche grazie agli incentivi, come il bonus bicicletta, che sono stati introdotti dallo stato in questo senso.

La bicicletta rimane il mezzo di trasporto ecologico per eccellenza, e trascorrere le giornate all’aperto facendo un giro in bici è l’ideale per chi deve rimanere in città in estate.

Altri sport che tutti possono praticare all’aria aperta sono: il tennis, gli esercizi di ginnastica a corpo libero, ma anche il Nordic Walking. Si tratta di una camminata accompagnata da bacchette, come spiega Nordicwalkers.it che si può fare all’aria aperta presso località naturali:

“In pratica, si tratta di una camminata in cui le braccia spingono in modo opposto ed alternato rispetto ai piedi con l’aiuto di appositi bastoni. Durante l’allenamento i movimenti interessano fino al 90% dei muscoli del corpo.”

I parchi naturali situati all’interno delle città italiane sono l’ideale per praticare questo particolare sport, e l’estate potrebbe essere un momento propizio per l’allenamento e per il contatto con la natura.

Vacanze estive in smart working: le case vacanze

Molti italiani invece non prevedono di sospendere il lavoro per l’estate 2021, e molto spesso chi lavora in smart working cerca soluzioni alternative a quella di rimanere in città. Ricordiamo che la modalità di lavoro agile, lo smart working, si è diffusa largamente a causa dell’arrivo della pandemia.

In alcuni dei mesi più critici per la diffusione del virus, è stata l'unica modalità valida per poter continuare a lavorare. Ma non solo. Per alcune aziende è diventata consuetudine gestire il lavoro da remoto di molti dipendenti, per semplice comodità organizzativa.

Tuttavia per alcuni periodi estivi è possibile che chi lavora in smart working decida comunque di non rimanere nella propria città, e di spostarsi.

In questo caso le case vacanze diventano la soluzione ideale per poter accompagnare il lavoro alle vacanze, senza dover rinunciare ad uno piuttosto che all’altro. La casa vacanza è una soluzione che, oltre ad essere economica, consente al lavoratore in smart working di collegarsi al lavoro dalla meta turistica preferita, e avere del tempo libero anche per rilassarsi, al mare o in montagna.

Sono molti quelli che scelgono questa soluzione per poter lavorare da remoto, in particolare i dipendenti di aziende che si trovano a lavorare da casa da molti mesi, o i lavoratori autonomi, che hanno deciso di lavorare in modalità smart working per comodità organizzativa e di gestione.

Bisogna citare ad esempio tutte le professioni digitali, che si possono svolgere online: lavori collegati alla programmazione web, alla gestione degli e-commerce online, lavori di assistenza da remoto, fino ai lavori come il copywriter e il social media manager.

Il turismo riparte con le vacanze estive

Va ricordato che il settore del turismo si è fermato per molto tempo, e in particolare per molte attività è completamente saltata la stagione invernale, che ha decretato lo stop alle attività sportive della montagna e ai viaggi per molti mesi, a causa dell’arrivo dell’emergenza sanitaria.

Tuttavia con l’estate il turismo ha l’occasione di ripartire. Le attività infatti possono riaprire rispettando le misure di sicurezza per limitare il contagio, ed è stato introdotto il green pass per i viaggi verso l’estero. Al momento si sta discutendo se applicare il green pass allargato anche alle attività ristorative e ai mezzi di trasporto, anche se tuttavia non sono ancora arrivate conferme a questo proposito.

Il turismo riparte con i mesi estivi, e molte strutture si sono organizzate per riaprire dopo mesi di chiusura, e indubbiamente si prospetta una crescita del fatturato che possa in qualche modo bilanciare almeno in parte le perdite degli ultimi anni.

Secondo Centrostudituristicifirenze.it il turismo crescerà almeno del 20%:

“Si preannuncia un’estate di ripresa del mercato turistico con una crescita stimata del +20,8% grazie anche al ritorno degli stranieri: è quanto rileva l’indagine sulle previsioni estate 2021 realizzata da Centro Studi Turistici di Firenze per Assoturismo Confesercenti.”

Anche se non tutti decideranno di spostarsi, i settori più colpiti dalla crisi, come quello del turismo, ma anche delle attività legate allo spettacolo e alla cultura, come i musei, i teatri e i cinema, potranno intravedere uno sviluppo positivo a partire da questa estate, e una nuova crescita dopo diversi mesi di chiusura.