Veronica Lario, prima intervista dopo 16 anni di silenzio: “Negato qualsiasi diritto”

Veronica Lario torna a parlare dopo 16 anni di silenzio, a distanza di quasi 1 anno dalla morte dell'ex marito Silvio Berlusconi: l'intervista.

Veronica Lario, a distanza di quasi un anno dalla morte dell’ex marito Silvio Berlusconi, ha deciso di rompere un silenzio che durava da 16 anni. La donna, oggi imprenditrice, ha rilasciato un’intervista in cui si è tolta diversi sassolini dalle scarpe.

Veronica Lario: la prima intervista dopo 16 anni di silenzio

Ospite del programma A cena da Maria Latella in onda su Sky tg24, Veronica Lario ha voluto concedere alla conduttrice e amica la sua prima intervista dopo 16 anni di silenzio. Seconda moglie di Silvio Berlusconi e madre di tre dei suoi cinque figli, la 67enne ha ripercorso gli ultimi anni della sua vita, passata accanto ai suoi pargoli, gli stessi “a cui sono stata molto vicina e loro a me“.

Veronica non ha avuto peli sulla lingua, tanto da ammettere: “Sono passata dall’essere ‘una velina ingrata’ al Tribunale di Milano che mi ha negato ogni diritto. Un salto di dieci anni in cui mi sono sentita un po’ vessata“. Da chi era tormentata? La Lario ha dichiarato:

Cosa facevo per reagire? Subivo. È difficile combattere contro il potere e la stampa soprattutto quando la stampa è piegata al potere. Io l’unica cosa che potevo fare era qualche passo indietro e quelli ho imparato a farli, forse dall’equitazione che ho cominciato a fare a 55 anni, per rialzarmi.

Grazie all’ippoterapia, ovviamente unita all’affetto dei suoi figli, Veronica è tornata a sorridere. In questi anni è sempre rimasta dietro le quinte, scegliendo di non alimentare una situazione di per sé già molto delicata.

Veronica Lario: le è stato negato ogni diritto, ma guarda al futuro

Oggi Veronica Lario è riuscita a rialzarsi, è una persona normale, un’imprenditrice che ha un ottimo rapporto con i suoi tre figli. Eppure, non riesce a dimenticare i torti subiti in passato. Perfino alla laurea dei figli Barbara, Eleonora e Luigi è stata assente. Perché? “In due eravamo troppi“. Ha dichiarato:

C’è stata una sentenza di tribunale che mi ha negato qualsiasi diritto. (…) Mi sono chiesta se era possibile ricominciare, per la mia vita, per delle scelte personali. In un certo momento ho pensato che per me non ci fosse più nulla, mi era stato negato un diritto. Ho pensato: forse ha vinto il potere. Ma mi sono detta: non ho finito. E ci ho provato.

Oggi Veronica è a capo di una start up sull’intelligenza artificiale nei giochi digitali, attività che i suoi figli supportano. Non vuole più guardare al passato perché “la mia finestra è sempre aperta verso il futuro“. In ogni modo, ci ha tenuto a chiarire:

Non penso di essere ricattabile, non ho nessun segreto sulla vita di Berlusconi. Posso dire quello che penso indipendentemente dal mio passato.

Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi
Copywriter, classe 1985. Laureata in Scienze Storiche presso l'Università La Sapienza di Roma, con una seconda laurea in Scienze Religiose alla Pontificia Università Lateranense, ho una passione per la scrittura e la lettura. Ideatrice di un blog dedicato ai libri, il mio motto è πάντα ῥεῖ, tutto scorre.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate