Dopo un primo rebranding che ha visto Victoria's Secret dire addio ai propri "Angeli" perfetti a favore di taglie decisamente più inclusive rispetto a quelle a cui ci aveva abituato, il famoso marchio di intimo inizia a rivolgersi alle nuove generazioni, imparando a parlare anche il loro linguaggio social. Victoria's Secret sbarca nel Metaverso con un marchio digital indirizzato ai preadolescenti. Ecco tutto quello che sappiamo a riguardo.

Victoria's Secret sbarca nel Metaverso e si rivolge alle nuove generazioni

Si chiama Happy Nation il nuovo marchio completamente digital di Victoria's Secret e si rivolge ai ragazzini e alle ragazzine tra gli 8 e i 13 anni. I prodotti della nuova linea continuano a mantenere la strada dell'inclusività intrapresa dal brand dopo le continue polemiche che lo hanno travolto nel corso degli anni a causa della sua particolare "politica" nella selezione delle modelle.

Si tratta infatti di una serie di prodotti senza taglia e gender-free che comprendono costumi da bagno, intimo, felpe e anche prodotti per la cura del corpo. Lo scopo del brand, secondo quanto spiegato dalla general manager Claudine Rankin è proporre ai ragazzini che si apprestano ad entrare nell'età dell'adolescenza e ai loro genitori, un qualcosa che celebri la loro evoluzione personale e li accompagni in questo particolare percorso verso se stessi.

Tutto quello che c'è da sapere su Happy Nation

Happy Nation nasce, si può dire, da una costola di Victoria's Secret ma in quanto a prodotti e linee rimane ben separato dal brand che lo ha generato. Il nuovo progetto dedicato ai preadolescenti almeno per il momento è acquistabile solo online su Happynation.com.

Ma l'iniziativa digital non si ferma solo al metodo d'acquisto. Come abbiamo già accennato in precedenza infatti Happy Nation si appresta ad attraversare il Metaverso. L'evento storico per il brand di Victoria's Secret è previsto per la fine dell'estate 2022 e, stando ad alcune voci avverrà su una piattaforma di gioco molto popolare tra i giovani. Che si tratti forse di Fortnite? Non ci resta che attendere ancora qualche mese per scoprirlo!

Victoria's Secret, un brand sempre più inclusivo

E così, dopo aver salutato i perfetti Angeli che calcavano le passerelle dei suoi eventi e dopo aver dato al brand una direzione decisamente più inclusiva con la sua prima modella con sindrome di Down scelta in occasione della campagna Love Could Collection, Victoria's Secret è ormai pronta a compiere un ulteriore passo.

Il lancio di Happy Nation infatti coincide con la nomina del primo testimonial maschile di Victoria's Secret. Si tratta di Darren Barnet. L'attore americano protagonista di titoli Netflix come Love Hard o family drama come This is Us, è anche il protagonista dell'ultima collezione di felpe gender-neutral di Victoria's Secret Pink.

Un vero e proprio evento, considerando che l'azienda, creata da un uomo che decideva sull'immagine che dovevano avere le donne che rappresentavano il brand, era stata più volte anche tacciata di maschilismo.