Addio a William Friedkin: chi era il "regista del male" che ha segnato la New Hollywood

È stato uno dei registi più importanti della New Hollywood e con la sua morte lascia in eredità alcuni dei film più belli di sempre: chi era William Friedkin.

william-friedkin-chi-era

La sua carriera inizia molti anni fa ma negli anni ha continuato a realizzare alcuni dei film che hanno segnato la storia del cinema.

Ci lascia William Friedkin, una delle personalità più irriverenti di Hollywood: scopriamo chi era il "regista del male".

Il "regista del male": chi era William Friedkin

Non è mai stato definito un autore facile e il suo intento non è mai stato quello di piacere a tutti: William Friedkin è stato un artista rivoluzionario e milioni di cinefili hanno apprezzato i suoi lavori.

Nato nel 1935 a Chicago, Friedkin proviene da una famiglia di immigrati ucraini e fa di tutto per mantenersi e non pesare sulle spese della famiglia.

La sua carriera nel mondo della spettacolo inizia in televisione, divenendo produttore di programmi e dirigendo alcuni documentari.

Il successo arriverà lentamente ma arriverà più forte che mai, grazie alle meravigliose pellicole realizzate negli anni.

L'arrivo a Hollywood di William Friedkin e il successo con L'esorcista

Il suo arrivo a Hollywood avviene nel 1965, anni in cui la New Hollywood inizia a sfornare film di successo, in cui cerca di inserirsi anche William Friedkin.

La fama arriva violentemente nel 1973 con L'esorcista, uno degli horror più spaventosi di sempre che diviene un successo ai box office.

Dopo questa pellicola, Friedkin ha continuato a dirigere alcuni dei film più stravaganti di Hollywood, tra cui Cruising, Vivere e morire a Los Angeles, Rampage, Jade, Regole d'onore, Killer Joe.

Chi era William Friedkin: il regista innovatore che non credeva di meritare il successo

La sua è stata una delle carriere più brillanti di sempre e a celebrare ciò, vi era stata la notizia di poche settimane fa della sua presenza al Festival di Venezia con il suo ultimo film.

In un edizione particolare in cui lo sciopero di Hollywood sta mescolando tutte le carte in tavola, il film di Friedkin sarà un'occasione per ricordare uno dei registi più innovatori di sempre.

In alcune sue interviste, però, William Friedkin aveva più volte dichiarato di non meritare tutto il successo ottenuto negli anni, rivelando anche che, dopo aver vinto un Oscar, si fosse recato da uno psichiatra a causa della sua infelicità.

La sua vita privata è stata molto tormentata, caratterizzata da 4 matrimoni e due figli che gli sono stati accanto anche nei momenti più difficili.

William Friedkin abbandona il mondo terreno, lasciando però alcuni dei film più belli della New Hollywood che meritano di essere visionati per entrare in contatto con il "regista del male".

Leggi anche: Non solo Oppenheimer, tutti i film di successo del regista Christopher Nolan