Battesimo: ecco quanti soldi mettere nella busta regalo

Tra i regali più apprezzati per il battesimo c'è senza dubbio la classica "busta". Ma, secondo il galateo, quanto bisogna dare al festeggiato per non fare brutta figura?

Image

Il primo dei sacramenti atto a onorare l’ingresso del bebè appena venuto al mondo nella comunità cristiana, è il battesimo.  La benedizione di Cristo  e l’unzione con l’olio sono un momento di grande importanza e il rito stesso diventa un momento di gioia e di festa. Una volta terminata la cerimonia e aver condiviso un momento così importante, ci si abbandona ai festeggiamenti dove non possono mancare di certo la lunga serie di regali e doni di buon auspicio, tra cui la classica busta con i soldi. Vediamoli insieme!

Busta regalo per battesimo, consigli su quanto soldi mettere

Il momento sacro che vede l’avverarsi della volontà di Cristo ha un significato spirituale molto forte, legato alle gesta del figlio di Dio nel Nuovo Testamento. Il sacramento che viene a realizzarsi è un vero e proprio passo verso la fede, destinato a tramutare in un lungo cammino fatto di amore verso il prossimo, onestà e consapevolezza. Sebbene questa scelta di fede non sia ancora matura e perfetta nel bebè è forse il dono più grande che i genitori possano fare al proprio bambino perché il battesimo non dev’essere visto solo come il fondamento della vita cristiana ma anche come protezione dai mali del mondo.

Durante la cerimonia il sacerdote versa sul capo del bebè l’acqua benedetta per purificarlo dai peccati e, accanto ai genitori, vi saranno il padrino e la madrina con in mano il cero battesimale. Il rito è uno dei momenti più importanti nella vita di un individuo perché rappresenta la sua entrata ufficiale nel mondo religioso e simboleggia il ricevimento della sacra benedizione mediante l’unzione con l’olio dei catecumeni. Dopo aver pronunciato parole di forza e salvezza e aver accolto il Salvatore, genitori e presenti continuano a celebrare l’importanza di questo giorno con una festa o un pranzo in famiglia. Dopo aver consumato il pasto in compagnia, tra racconti e risate, uno dei momenti più attesi è quello del taglio della torta e dell'apertura dei regali.

Poiché prima di questo evento c’è la possibilità che venga organizzato il tradizionale baby shower, molti degli invitati preferiscono optare per la classica busta con i soldi evitando così di cadere nel rischio di regalare qualcosa di già ricevuto.

Generalmente, il contenuto della busta si basa sul grado di parentela che si ha con i genitori del bebè, ma niente vieta a chi la dona di scegliere in base alle proprie volontà e disponibilità.  Per essere più sicuri è consigliabile non mettere mai meno di 100€ ma di partire proprio da questa somma e andare in crescendo. In questo modo si potranno aiutare significativamente i neo - mamma e papà facilitandoli nell’acquisto di altri beni di prima necessità o nell’apertura di un conto per il loro bebè. Questa “regola” vale per tutti gli invitati, fatta eccezione per la madrina o il padrino che alzeranno di molto il valore da racchiudere nella busta.

Quanti soldi deve regalare il padrino o la madrina?

Ricoprire il ruolo di madrina o padrino a un battesimo è di sicuro un grande onore e quando i genitori del bebè lo propongono ai diretti interessati, a stento si riesce a trattenere qualche lacrima di gioia. Essere scelti per questo incarico vuol dire avere piena fiducia da parte dei genitori che non solo operano una scelta basata sulla forza e l’indissolubilità del vostro legame ma che credono fermamente nel rapporto votato al bene reciproco e alla certezza di poter contare su di voi.

La figura che si va a rappresentare nel giorno del battesimo ha il compito di accompagnare, assistere e sostenere l’educazione del bebè alla vita cristiana (oltre che a essere una spalla per gli stessi mamma e papà). Per poter svolgere questo ruolo, le persone scelte devono:

  • essere battezzate e aver ricevuto i sacramenti della confermazioni e dell’eucarestia
  • avere seriamente l’intenzione di assumere questo incarico
  • avere compiuto almeno 15 anni
  • non essere oggetto di pene canoniche (inflitte o dichiarate)
  • non essere madre o padre del bebè battezzato
  • condurre una vita conforme alla fede e all’incarico che assume (non essere divorziato o convivente)

A presenziare accanto ai genitori vi potrà essere solo un padrino oppure un padrino accompagnato da una madrina, e viceversa.

Durante la cerimonia entrambi siederanno accanto ai genitori e risponderanno insieme a loro alle Rinunce proferite dal celebrante, recitando la professione di fede con il Credo. Nello stesso momento verranno rinnovate le promesse battesimali intonate dal sacerdote (alle quali rispondono tutti i partecipanti) e le loro firme compariranno sugli atti ufficiali del battesimo.

Il ruolo di madrina o padrino è dunque importantissimo, e pertanto richiede una certa presenza morale e spirituale oltre che fisica in tutte le fasi della vita del bebè.

Non si è madrina o padrino solo per un giorno e quindi, per sigillare questa unione spesso si regala al proprio “figlioccio” qualcosa che possa restare per sempre.

Tradizionalmente, il regalo più in voga è la collana in oro con il crocifisso oppure il classico braccialetto (sempre in oro) con la data e il nome del bebè incisi sulla targhetta, ma negli ultimi tempi si predilige maggiormente la busta con i soldi. Sebbene quest’ultima possa sembrare un dono disinteressato o spiccio, in realtà è la scelta più accurata che ci sia perché permette totale libertà di utilizzo da parte dei genitori o dello stesso bebè quando sarà più grande.

La cifra alla quale madrina e padrino devono attenersi va dai 300€ ai 500€ e si può scegliere d'inglobare tutto in una busta di carta o indirizzare la somma direttamente sul conto del bebè, già aperto in precedenza dai genitori.

Qualora a fare da madrina o da padrino fossero i nonni o parenti stretti non vi sono margini di valore poiché tutto dipende dalla propria disponibilità economica. Va da sé che per fare una buona figura e dare un aiuto concreto alla mamma e al papà del bebè è consigliabile donare una cifra dignitosa e non limitarsi al centesimo.

Leggi anche: Regali comunione: 10 idee regalo perfette

Come regalare i soldi per il battesimo: 10 modi originali

La busta con i soldi è il metodo più rapido per fare un regalo perché permette di evitare la fretta di andare per negozi, perdere tempo prezioso e rischiare di non trovare quello che stiamo cercando. Sebbene a molti risulti una decisione frutto di pigrizia e disinteresse, per altri può diventare una fonte di guadagno utile per poter compare ciò che più serve o pagare parte della cerimonia il giorno stesso. In un battesimo spesso capita che i soldi ricevuti dagli invitati vengano ammucchiati per pagare il pranzo stesso oppure, vengano messi da parte per aprire un conto al proprio bebè e garantirgli già qualche entrata economica per il futuro. In qualunque modo questa somma venga utilizzata, ciò che conta davvero è che sia donata con il cuore e che, possibilmente, il metodo di presentazione sia creativo.

La busta regalo può essere inserita in un libro con dedica o in un biglietto d’auguri ma anche mettere i soldi in un salvadanaio a forma di porcellino colorato può essere un’idea molto divertente. Sebbene poco utilizzata nel battesimo, anche l’idea del bouquet realizzato con le banconote è molto interessante ma se si vuole dedicare il regalo direttamente al bebè, perché non inserirli all’interno di una scatola di pastelli decorandola con la scritta “Colora il tuo mondo!” o metterli all’interno di un simpatico peluche dotato di cerniera. Un’alternativa potrebbe essere quella di realizzare dei cioccolatini o delle caramelle fatte con le banconote e con le monete, come anche inserire i soldi in un bel palloncino da scoppiare.

Un’altra modalità può essere quella della foto del festeggiato incorniciata per bene con i soldi posizionati tra questa e la parte posteriore della cornice.

Ovviamente, in questo caso (come in quello del palloncino) si dovranno avvertire i genitori della presenza di “qualcos’altro” per evitare che i soldi vadano persi in giro. Il metodo della matriosca è sicuramente innovativo perché crea un’atmosfera di suspense e di sorpresa. Per rendere tutto più simpatico si possono riempire le bamboline con caramelle, confetti o piccoli regali per il festeggiato fino ad arrivare all’ultimo contenitore dove ci saranno i soldi.

Regali per il battesimo: idee da 50€ a 150€ 

Al giorno d’oggi esistono tantissime tipologie di regalo che possono essere perfette per una ricorrenza come quella del battesimo perché tutte, in un modo o nell’altro, sono utili per lo sviluppo del bebè. I regali che spesso vengono scelti a celebrare questa festa possono essere costosi ma per chi non ha grande disponibilità economica esistono molti regali per i quali bastano anche meno di 50€ e sono acquistabili su Amazon.

Eccone alcuni:

  • set per la pappa
  • orsetto a led
  • carillon in legno
  • album foto
  • scatola dei ricordi
  • Vespa per bambini
  • porta ciuccio in argento
  • proiettore stelle per bambini
  • cucchiaio una argento con dedica

Per chi invece desiderasse spendere di più e arrivare almeno a 150€ ecco i regali più consigliati:

  • Torre Montessoriana di apprendimento (140€)
  • teatrino in legno fatto a mano (125€)
  • collana in oro con crocifisso
  • bracciale con data e nome del bebè
  • palestra gioco

Un regalo unico e sorprendente può essere anche il diamante certificato Babycut, un vero e proprio augurio di prosperità per il bebè e un dono versatile che può essere conservato per il futuro. Essendo racchiuso in un cofanetto di velluto potrà essere montato in un gioiello personalizzato o cambiato con un diamante di caratura superiore al compimento dei suoi 18 anni.