Il menù dello chef Antonino Cannavacciuolo per un San Valentino speciale: quanto costa?

Lo chef stellato Antonino Cannavacciuolo ha pensato a un San Valentino speciale da trascorrere nella location magica di uno dei suoi ristoranti. Ecco cosa offrono i menù e quanto costano.

cena-san-valentino-cannavacciuolo-quanto-costa

San Valentino, la festa degli innamorati, è alle porte e molte coppie sono alla ricerca di qualche idea per celebrare il loro amore in questa giornata speciale. Tra le attività preferite dagli innamorati, spicca sicuramente la cena romantica, magari in un ristorante elegante.

Per chi vuole vivere un’esperienza davvero unica, scegliere una location stellata per il proprio appuntamento di San Valentino è un modo per festeggiare in grande stile.

Infatti, sono diversi gli chef italiani che propongono menù pensati appositamente per la notte di San Valentino. Tra questi c’è il tristellato Antonino Cannavacciuolo, che propone due menù diversi nei suoi due ristoranti, Villa Crespi e Bistrot Cannavacciuolo.  

Antonino Cannavacciuolo, oltre a essere uno degli chef più famosi e apprezzati sia in Italia che all’estero, è anche uno dei volti del celebre cooking show Masterchef Italia e la sua popolarità anche sul piccolo schermo attira moltissime persone curiose di assaggiare i suoi deliziosi piatti gourmet.

Scopriamo insieme quanto costano e cosa offrono il menù di Villa Crespi e quello di Bistrot Cannavacciuolo.

Una cena di San Valentino a Villa Crespi: la proposta dello chef Cannavacciuolo

La prima proposta dello chef Antonino Cannavacciuolo è quella che si potrà consumare il 14 febbraio nel suo ristorante più famoso, Villa Crespi, nella romantica cornice del Lago d’Orta, in Piemonte.

Villa Crespi è un ristorante a tre stelle, ma anche un albergo. Sarà perciò possibile fermarsi sul posto per una notte o più, se si desidera.  

Il menù è a base di pesce e le portate servite sono sette. Cannavacciuolo ha pensato di offrire ai suoi ospiti tre diversi antipasti dai sapori particolari, un primo, un secondo, una portata pre dolce e un dolce creato apposta per la festa di San Valentino.

Le prime tre portate sono gli antipasti:

  • Ostrica, caviale, granita al rapanello, latticello

  • Scampi crudi alla “pizzaiola”, acqua di polpo

  • Frutto della passione, aglio nero, sedano rapa, scorzanera

Successivamente, si prosegue con il primo piatto:

  • Spaghetto allo zafferano, ricci di mare, quinoa croccante

Si arriva poi al secondo piatto, sempre a base di pesce, che si compone di:

  • Branzino brulè e lattuga in insalata

Per finire, Cannavacciuolo propone un pre dessent e un dessert speciale, pensato apposta per il giorno di San Valentino. Tuttavia, sul menù non è specificato di cosa si tratta.

Si tratta di un menù pensato nei minimi dettagli dallo chef tristellato per rendere davvero unica e speciale la cena della notte degli innamorati. 

Il menù di San Valentino di Bistrot Cannavacciuolo: cosa offre il secondo ristorante dello chef stellato

Dopo il successo di Villa Crespi, che Antonino Cannavacciuolo gestisce dal 1999, lo chef ha aperto un altro ristorante, questa volta in Via Umberto Cosmo a Torino. Si tratta di Bistrot Cannavacciulo, un locale elegante che si ispira alla tradizione del feng shui giapponese e che offre piatti gourmet e menù degustazione.

Cannavacciuolo propone per questo ristorante un menù di San Valentino molto diverso da quello pensato per Villa Crespi. Le due proposte si differenziano anche nel prezzo.

Anche in questo caso, lo chef offre un menù di sette portate. Qui, però, Cannavacciuolo propone un piccolo aperitivo, un antipasto, un primo piatto, due secondi, un pre dessert e un dessert.

Ecco come si compone il menù di San Valentino di Bistrot Cannavacciuolo:

  • Benvenuto dello chef

  • Capasanta, topinambur, nocciola e salsa champagne

  • Plin di baccalà alla pizzaiola

  • Carciofo, datteri e frutto della passione

  • Triglia, cima di rapa e provola

  • Pre dessert

  • Mandorla, fragola e basilico

Quanto costa il menù cena di Cannavacciuolo per San Valentino?

I due menù proposti dallo chef Antonino Cannavacciuolo riflettono il suo modo unico di pensare le pietanze e anche lo stile dei suoi due ristoranti, molto diversi tra loro anche nel prezzo.

Infatti, Villa Crespi ha tre stelle Michelin, mentre Bistrot Cannavacciuolo ne ha una. Questo è uno dei motivi per cui il prezzo dei menù è sensibilmente diverso. Anche la location incide su questo: Villa Crespi è una villa storica con giardino e vista mozzafiato sul Lago d’Orta mentre il bistrot si trova a Torino.

Il costo del menù di San Valentino di Villa Crespi è di 300 euro a persona. Invece, il menù di Bistrot Cannavacciuolo ha un costo di 160 euro a persona.

Per entrambi i menù, le bevande sono escluse e bisognerà pagarle a parte.  

Leggi Anche

Geolier moto quanto costa

Fabrizia Volponi

29 feb 2024
Bernard-Arnault

Redazione Trend-online.com

28 feb 2024
Luis Sal quanto guadagna

Fabrizia Volponi

27 feb 2024