Fermento nel mondo del fashion retail, ma anche in quello dell'arredamento low cost. Ormai la necessità di trovare spazi di fatturato in un momento critico per l'economia mondiale, e nello stesso tempo l'esigenza di iniziare ad aderire ai temi di economia circolare, stanno portando diverse novità nel panorama della Grande Distribuzione Organizzata e nel retail d'arredamento. Lidl, OVS e Ikea hanno lanciato delle iniziative che nei prossimi mesi si concretizzeranno a favore dei consumatori sempre più attenti ad avere la possibilità di fare acquisti convenienti ma anche attenti agli sprechi. Dunque una catena fast fashion italiana, una catena europea di origine tedesca e la svedese dell'arredamento minimale. Ma con un comune denominatore: offrire al consumatore nuove esperienze di acquisto.

Lidl: arrivare la moda targata "Lidl"

Lidl è stata fondata nel 1930 da un membro della famiglia Schwarz, allora si chiamava Lidl & Schwarz Lebensmittel-Sortimentsgroßhandlung. Negli anni settanta nacquero i primi supermercati Lidl, incarnazione della catena odierna.

Oggi Lidl opera in 26 stati del mondo con 10.800 supermercati. La maggior parte dei negozi è concentrata in Europa, ed è la seconda catena di supermercati in Germania. La sua formula di discount la rende oggi una realtà da 36 miliardi di euro di fatturato, frutto di una strategia del fare spesa a prezzi decisamente competitivi dei suoi prodotti, a un'offerta merceologica di grande qualità e al carico di lavoro ripartito fra poche unità di personale. 

In Italia, Lidl ha avviato la sua espansione in Veneto, per diffondersi successivamente nelle altre aree settentrionali del Paese, fino a giungere a una copertura pressoché omogenea dell'intero territorio nazionale.

Lidl offre periodicamente anche prodotti di abbigliamento, come quelli per bambini, a marchio Lupilu, certificati  OEKO-TEX Standard 100 un sistema di controllo indipendente che effettua rigorosi accertamenti sull’eventuale presenza di sostanze nocive, considerando specificatamente la destinazione d'uso dei materiali.

Ma dal 16 novembre arriverà per la prima volta una collezione tutta firmata Lidl in tutti i punti vendita in Italia. 

Si legge sulla pagina di Responsabilità sociale del sito Lidl 

attraverso l’offerta di prodotti tessili a marchio Lidl intendiamo anche promuovere modalità di coltivazione del cotone il più possibile sostenibili.

Lidl: la collezione

La moda Lidl si prepara al debutto in Italia, con la prima collezione di moda che sarà distribuita in 660 punti vendita del colosso della Gdo, a partire dal 16 novembre con un numero limitato di pezzi.

La capsule collection low cost comprenderà sneakers, calzini, ciabatte e t-shirt ed è tutta a firma Lidl. Sbarca in Italia per la prima volta, ma è già reduce dai successi in altri paesi: dal Belgio alla Gran Bretagna, alla Germania e alla Finlandia.

La collezione di moda targata Lidl fatta di t-shirt, scarpe, ciabatte e calzini che riprendono il logo Lidl è un modo simpatico per rendere omaggio ai nostri clienti che, da sempre, si definiscono dei veri e propri ‘fan di Lidl’. Il design è stato sviluppato internamente da Lidl, giocando con i colori del nostro brand. Il grande successo che la nostra ‘Lidl Fan Collection’ ha avuto nei Paesi in cui è stata in vendita è stato inaspettato e sorprendente, segno di come Lidl sia davvero un brand innovativo e al passo con i tempi, ha dichiarato la responsabile comunicazione Lidl Italia, Alessia Bonifazi.

Il pezzo forte della collezione è rappresentato dagli sneakers al prezzo di 12,99 euro. 

La nuova collezione è un omaggio a tutti clienti dell’Insegna, che si definiscono da sempre dei veri e propri “fan di Lidl” e che dal 16 novembre potranno indossare il loro brand preferito anche in Italia. 

Le SNEAKERS - LIDL ITALIA della collezione sono un modello Chunky, tendenza dell'autunno inverno 2020/2021, dalle tonalità audaci. Prezzo: € 12,99 

I CALZINI SPORTIVI sono in spugna, in abbinamento alle CIABATTE (Prezzo: € 4,99). Prezzo: € 2,99 

Le T-SHIRT in cotone, certificato e dalla filiere sostenibile, must have indiscusso degli ultimi anni, sono reinterpretate con i colori del logo Lidl. Prezzo: € 4,99

OVS sbarca nei punti vendita Conad

Dal 29 ottobre 2019, i vecchi centri commerciali Auchan cambiano proprietà, e sono assorbiti in Margherita Distribuzione. Passando dall'insegna dell'uccellino rosso alla margherita che contraddistingue i centri Conad. Sono trascorsi 12 mesi e quell'operazione oggi si arrichisce di unaltro interessante accordo.

Ovs, marchio del fast fashion, punta all’espansione e firma un accordo con Margherita Distribuzione per l’apertura nel corso del 2021 di sette negozi a insegna Ovs e undici ad insegna Upim. Gli spazi, inseriti all’interno di alcuni tra i principali centri commerciali italiani, hanno una superficie totale di circa 25.000 metri quadrati, e provengono dalla riduzione di ex ipermercati Auchan.

Dopo l’inaugurazione a fine agosto di uno store Upim in viale Ceccarini a Riccione, il gruppo ha riaperto il 15 ottobre lo storico negozio di corso Buenos Aires a Milano, chiusi temporaneamente per lavori di ristrutturazione avviati dopo il lockdown.

OVS: una storia italiana

OVS è leader in Italia nel mercato dell'abbigliamento donna, uomo, bambino con oltre 1.200 negozi in Italia e all’estero. Propone uno stile italiano contemporaneo ed essenziale, con un ottimo rapporto qualità prezzo e una grande attenzione alla sostenibilità nella scelta dei materiali e nei processi produttivi.

Con i suoi negozi OVS è presente in modo capillare sul territorio italiano nei principali centri storici, nei centri commerciali e nelle aree residenziali e accoglie ogni anno 170 milioni di visitatori. Offre inoltre un’inedita esperienza di shopping con il suo e-shop ovs.it.

Fa parte del Gruppo OVS anche Upim, e Croff. Upim come Ovs, nasce in Veneto, nel 1928 a Verona. Con 500 punti vendita in Italia rappresenta il negozio di prossimità per un'esperienza di shopping concreta per le esigenze delle famiglie, offrendo anche la collezione bambino, e la zona bellezza. Con il marchio Croff, invece il Gruppo punta anche ad offire servizi e beni per la casa. , è il family store italiano, punto di riferimento per uno shopping di servizio, conveniente, accessibile e rivolto alle esigenze concrete delle famiglie. Con oltre 500 negozi, inclusi i punti vendita dedicati all’abbigliamento bambino (con il marcio Blukids), propone un servizio di prossimità territoriale, dall’offerta ampia e variegata che spazia dall’abbigliamento per tutta la famiglia, alla bellezza e alla casa. Per l'abbigliamento bambino Upim con il marchio Blukids utilizza Biocotton (coltivato senza l'uso di sostanze chimiche agricole sintetiche) ed è certificata da Oeko-Tex (come l'abbigliamento kids di Lidl) per garantire che non vengano utilizzati prodotti chimici negli indumenti

Dal 22 settembre inoltre nei negozi Ovs è possibile trovare anche la collezione del famoso stilista Massimo Piombo

un amore per tessuti che hanno il ritmo di una musica jazz come ha scritto il Financial Times.

Le proposte offerte sono per ogni occasione della giornata, dall'ufficio al pranzo fino ai momenti di relax. 

Non credo sia mai possibile annoiarsi del blu - dice Massimo Piombo - il blu è il grande chiarificatore perché è brillante, purificante e rende belli tutti gli altri colori cui viene accostato. Ho sempre cercato il blu perfetto, per ottenere un blu ideale bisogna copiare i berretti dei bambini nei quadri dei grandi pittori del Rinascimento. Il blu è anche il colore genderless per antonomasia, dona sia agli uomini che alle donne. Molte donne acquistano capi della mia collezione, vorrei che i corner PIOMBO all'interno di OVS ricevessero la visita di tutti, vorrei donare fascino e incanto sia a uomini che a donne speciali.

Riciclo mobili Ikea: puntare alla circolarità

Il fai da te del mobile Ikea è un must di quasi ogni cittadino di questo globo. Dinsiballare la propria cassettiera e seguire le poche e semplici istruzioni su di un foglio per montarla ha dato tante soddisfazioni, ma a volte anche difficoltà per chi alle prime armi non sapeva usare un giravite o un chiave esagonale. Eppure almeno uno dei mobili Ikea è presente o è stato presente nelle nostre case. E dopo cosa ne facciamo, quando non servono più oppure si decide di rinnovare l'arredamento. Ikea ha pensato al servizio “Dai una Seconda Vita ai tuoi Mobili”. Questo servizio consente ai clienti che hanno acquistato un mobile Ikea di rivenderlo ad Ikea, dove possibile, che lo ri-acquista corrispondeno un valore tra il 30 e 50% percento del prezzo a nuovo. In alternativa Ikea offre un voucher di un valore del 30-40-50 per cento del prezzo nuovo, da poter spendere nei successivi 2 anni. 

L’usato sarà poi rimesso in vendita nell’Angolo delle Occasioni degli store del gruppo.

Ogni cliente può accedere al servizio tramite l’applicazione disponibile dal sito di Ikea. Seguendo le indicazioni, ogni cliente otterrà una stima del valore del suo prodotto che sarà confermata in negozio dopo un’ultima valutazione da parte di un dipendente IKEA.

Il progetto rientra negli obiettivi legati alla circolarità, fa sapere l’azienda in una nota, per avere “un impatto positivo sulle persone e sul pianeta”.

Al fine di poter usufruire di questo servizio il prodotto deve essere riportato in Ikea già montato, risultare conforme all’aspetto originario, senza modifica alcuna e/o manomissioni di sorta, nonché completo in tutte le parti e far parte o aver fatto parte del catologo Ikea. Nel caso portassi il mobile smontato potrai rimontarlo in Ikea. Non tutti gli articoli godono però di questo servizo ma solo alcune categorie di prodotto come riportato sul sito Ikea: scaffali, librerie, scrivanie, tavoli e tavolini, sedie, sgabelli e panche, armadi (non componibili, con dimensioni max pari a h 202 cm – L 120cm – p. 60 cm), cassettiere, comodini, carrelli e buffet, mobili da esterni, strutture letti bambini e culle.

Ikea fa sapere anche che tutto ciò che non potrà essere rivenduto sarà riciclato o donato in beneficenza.