In queste ore il nome di Kirill Bosov sta letteralmente rimbalzando in tutti i siti d'informazione a causa del suo rapporto molto stretto con Vladimir Putin, che lo ha portato ad essere inserito nella lista delle sanzioni destinate a tutte quelle persone e organizzazioni che appoggiano le decisioni del capo del Cremlino sulla guerra contro l'Ucraina. Ma di chi si tratta? E a quanto ammonterebbe il suo patrimonio? Scopriamolo insieme.

Il patrimonio di Kirill Bosov: il capo della Chiesa ortodossa sanzionato per il sostegno a Putin

Kirill Bosov è un personaggio giudicato a dir poco controverso per la sua posizione pro Putin. Fin qui nulla di particolarmente nuovo o strano, considerando il fatto che non sarebbe neanche l'unico, se non fosse però che stiamo parlando niente poco di meno che del capo della Chiesa ortodossa

Il patriarca sarebbe finito nel mirino dei sanzionatori europei insieme ai nomi di altri oligarchi, a causa delle sue esternazioni e delle sue azioni che poco avrebbero a che fare con un uomo di Chiesa. Bosov infatti, in netto contrasto con le preghiere di Papa Francesco per esempio, avrebbe benedetto la guerra iniziata dal primo uomo della Russia ai danni dell'Ucraina

Nonostante Kirill abbia sempre negato di possedere ricchezze, da alcune indagini è emerso quello che sarebbe il suo patrimonio. Una cifra ben lontana dallo stile di vita che il religioso ha dichiarato di avere, ma che risulta essere coerente per ciò che Bosov è sempre apparso, un uomo con un debole per il lusso.

La cifra si aggirerebbe attorno ai 4 miliardi di dollari, accumulati pare, grazie alle esenzioni fiscali e al commercio di tabacco e birra. Sempre secondo le indagini sul suo patrimonio Kirill Bosov sarebbe anche il proprietario di uno chalet a Zurigo e, proprio in Svizzera si pensa possa anche detenere un conto bancario, come si è già scoperto con altre importanti personalità dell'econimia russa.

Fino a qui stiamo parlando solo di numeri. Numeri molto importanti su cui l'Europa può intervenire per cercare in ogni modo di scongiurare il protrarsi della guerra in Ucraina. L'obiettivo con tutta probabilità sarebbe quello di intaccare i possedimenti economici delle persone più vicine a Putin per spingerle a non appoggiarlo nelle sue decisioni. Ma perché proprio Bosov sembra essere così vicino al capo di Stato? 

Chi è Kirill Bosov

Classe 1946, Kirill Bosov, all'anagrafe Vladimir Michajlovic Gundjaev discende da una famiglia di sacerdoti. Dopo il nonno e il padre, anche lui viene consacrato vescovo nel 1976. Bosov però avrebbe anche un passato nel Kgb e proprio in questa occasione avrebbe conosciuto per la prima volta un giovane Vladimir Putin, prima che questo diventasse l'uomo più importante del Paese.

Oggi accusato di essere tra le persone più influenti nella propaganda di quella parte della Russia che vuole la guerra, Bosov comunque nel corso degli anni non ha mai nascosto le sue simpatie nei confronti di Vladimir Putin, arrivando a considerarlo addirittura come "un miracolo di Dio".