Mario Draghi è un economista, banchiere, dirigente pubblico e politico italiano: nato nel 1947 a Roma, è stato eletto Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana il 13 febbraio 2021. Prima di questa carica, ha svolto per molti anni il ruolo di Presidente della Banca Centrale Europea, guidando l’Italia e il Vecchio Continente fuori dalla crisi del 2008.

Impegnato in Senato nella discussione per il voto di fiducia, Mario Draghi ha accettato di guidare il Governo in una fase particolarmente delicata per il nostro Paese. 

Accantonando per un momento la crisi di Governo, molti cittadini si chiedono quanto guadagna Mario Draghi come Presidente del Consiglio, quanto ha guadagnato come numero uno della Bce, e quale sia il patrimonio dell’economista. Scopriamolo insieme.

Quanto guadagna Mario Draghi? Ecco l’ultima dichiarazione dei redditi 

Come previsto dalla legge italiana, l’ex numero uno della Banca Centrale Europea ha pubblicato sul sito web del Governo – nella sezione Amministrazione Trasparente – l’ultima dichiarazione dei redditi del 2021: quanto guadagna Mario Draghi?

Grazie al suo incarico da Presidente della Banca Centrale Europea prima, e ai numerosi immobili posseduti in Italia, Mario Draghi ha dichiarato un reddito complessivo nel 2021 – relativo all’anno di imposta 2020 – pari a poco più di 500.000 euro, precisamente 527.319 euro.

Nel 2020, invece, l’ex numero uno della Banca Centrale aveva dichiarato un reddito complessivo superiore, pari a 583.470 euro, oltre al possesso di numerosi fabbricati (in Italia e all’estero) e immobili.

Mario Draghi rinuncia allo stipendio da premier: a quanto ammonterebbe

Nonostante le sue dichiarazioni dei redditi, è bene precisare che Mario Draghi ha rinunciato allo stipendio da premier: eletto Presidente del Consiglio nel febbraio 2021 dopo la crisi del Governo Conte-bis, l’economista ha deciso di non percepire l’indennità spettante come Presidente del Consiglio dei Ministri.

Come conferma la dichiarazione pubblica firmata nel momento di elezione a premier, Draghi conferma di:

non percepire alcun compenso di qualsiasi natura connesso all'assunzione della carica.

Ma a quanto ammonta lo stipendio di un premier? La carica di Presidente del Consiglio dei Ministri permette di ottenere uno stipendio pari a 6.700 euro al mese, per un totale di circa 80.000 euro all’anno.

Draghi, lo ribadiamo, ha rinunciato allo stipendio da premier e ha accettato l’incarico di guidare un Governo tecnico fino a quando sarebbe stato sostenuto da una maggioranza. Ad oggi, lo strappo del Movimento 5 stelle ha innescato la crisi e ha spinto il premier a rassegnare le dimissioni.

Dimissioni che, di fronte al Capo dello Stato Sergio Matterella, sono state respinte: Mattarella, infatti, ha rinviato il Draghi in Parlamento per parlamentarizzare la crisi.

Mario Draghi: quanto ha guadagnato alla Bce

Torniamo al reddito di Mario Draghi: quanto ha guadagnato negli anni in cui ha svolto al carica di Presidente della Banca Centrale Europea?

Ricordiamo che Mario Draghi ha guidato l’Europa nel momento di crisi del debito pubblico sovrano: in tal senso, ha ricoperto la carica di Presidente della Bce dal 1° novembre 2011 al 31 ottobre 2019. In questi anni è diventata particolarmente famosa la sua espressione “Whatever it takes”, ovvero “Costi quel che costi”, che sta ad indicare il suo impegno per preservare l’euro dalla crisi.

Durante gli anni alla Bce l’economista Draghi avrebbe accantonato uno stipendio mensile e annuale ingente:

  • nel 2016 ha dichiarato un reddito di 386.000 euro, ovvero oltre 32.000 euro al mese, che significa circa 1.057 euro al giorno;
  • nel 2017 ha dichiarato uno stipendio annuale di 396.900 euro, ovvero oltre 33.000 euro al mese, e quindi 1.087 euro circa al giorno;
  • nel 2018 ha dichiarato uno stipendio annuale di 401.400 euro, ovvero oltre 33 mila euro al mese, e circa 1.100 euro al giorno;
  • nel 2019 (fino al 31 ottobre) ha dichiarato un reddito pari a 339.950 euro all’anno, ovvero quasi 34 mila euro al mese.

Tutti i guadagni di Mario Draghi alla Bce sono stati inseriti nel bilancio annuale della Banca Centrale Europea indirizzati alla Commissione Affari Economici e Monetari del Parlamento europeo.

Oltre allo stipendio da Presidente, al Capo della Bce viene fornita anche un’indennità di residenza e rappresentanza, oltre a una residenza fissa per tutto il mandato.

Mario Draghi: quanto prende di pensione

Non solo reddito, guadagni alle Bce e stipendio da premier (al quale ha rinunciato): Mario Draghi – secondo una notizia pubblicata di recente sul sito web de Il Fatto Quotidiano – sarebbe andato in pensione all’età di 59 anni con alle spalle ben 40 anni di contributi versati. Quanto prende di pensione l’ex numero uno della Bce?

Considerando – come ipotesi – anche il riscatto della laurea, Mario Draghi incasserebbe un assegno pensionistico pari a 8.614,68 euro al mese erogato dall’Inpdap, ovvero l’ente previdenziale dei funzionari pubblici (ad oggi passato all’INPS).

L’economista, infatti, si è laureato nel 1970 presso l’Università La Sapienza di Roma con una tesi su "Integrazione economica e variazione dei tassi di cambio". Nella sua carriera ha svolto diverse posizioni importanti, tra le quali Presidente della Banca Centrale Europea e Presidente del Consiglio dei Ministri.

Mario Draghi: a quanto ammonta il suo patrimonio

Arriviamo infine a definire a quanto ammonta il patrimonio di Mario Draghi, ricordando che l’ex numero uno della Bce non ha svolto solamente due incarichi, bensì tutta una serie di ruoli e posizioni più o meno importanti.

Il patrimonio netto di Mario Draghi – stando alle ultime dichiarazioni dei redditi – ammonterebbe oltre mezzo milione di euro di imponibile, considerando alcuni fabbricati in Italia (a Roma) e uno a Londra.

A Roma si trovano un garage, due ville e alcuni appartamenti di proprietà o comproprietà di Draghi, mentre a Londra si trova un immobile intestato al 100%. Nel dettaglio, ad Anzia si troverebbero un appartamento e un garage di proprietà, mentre a Roma ci sarebbero un altro appartamento e due garage di proprietà. Un altro fabbricato si trova a Città di Pieve e un altro ancora in provincia di Perugia.

Draghi possiede anche sei terreni tutti situati a Stra, in provincia di Venezia.