L'ex attaccante del Napoli Dries Mertens ritorna in Belgio, il suo Paese natale, ma decide di non disdire l'affitto dell'appartamento a Palazzo Donn'Anna che si trova precisamente nel quartiere di Posillipo.

Con tutta probabilità quindi, l'intenzione del calciatore è quella di tornare nella città partenopea di cui dal 2013 ha indossato la maglia, almeno per farle visita di tanto in tanto. E come dargli torto considerando il meraviglioso panorama di cui può godere dal lussuoso appartamento?

Ecco quindi quanto pagherebbe di affitto secondo alcune indiscrezioni e alcune informazioni molto interessanti sulla storia del palazzo che lo ospita.

Quanto costa l'affitto dell'appartamento di Mertens a Napoli

Per l'affitto della sua casa che si affaccia direttamente sul Golfo, Mertens spenderebbe la bellezza di 4500 euro mensili. Se pensate che sia una cifra astronomica (e in effetti lo è davvero) provate a pensarla nell'ottica dello stipendio percepito da un calciatore del suo calibro.

Per Dries, calciatore molto conteso, si tratta di uno stipendio pari a più o meno 1,2 milioni a stagione, per un valore di mercato delle sue prestazioni in campo a loro volta pari a 5 milioni nonostante abbia raggiunto ormai i 35 anni di età, che calcisticamente parlando in generale significa essere quasi prossimi al ritiro.

Com'è fatto l'attico da sogno del calciatore

A Posillipo Dries Mertens e la bellissima moglie Katrin Kerkhofs vivono da quasi una decina di anni. Da poco insieme al loro e al loro cagnolino c'è anche il primo figlio, Ciro Romeo, nato nel 2022.

Una scelta molto particolare come nome del primogenito del calciatore belga, fatta forse per omaggiare la terra che lo ha ospitato per tutti questi anni, ha voluto dare un nome tipico.

Qui a Posillipo ogni giorno la giovane famiglia si sveglia davanti a un panorama mozzafiato con un mare e un cielo azzurrissimi (come la maglia del Napoli) sovrastati dall'imponente Vesuvio. Riguardo agli interni dell'appartamento non si hanno molte informazioni, probabilmente per questione di privacy.

Si sa però che i pavimenti dell'attico sono in marmo o maioliche, proprio come la stra grande maggioranza delle case partenopee e si distendono per tutto l'appartamento arredato in un perfetto mix tra moderno e tradizionale. Il pezzo forte di casa Mertens però, come avrete già intuito, è proprio l'ampio terrazzo.

La storia di Palazzo Donn'Anna

Ma perché Mertens paga così tanto per affittare un attico a Palazzo Donn'Anna? Ebbene, non si tratta di un semplice vezzo, ma un prezzo commisurato al valore storico del palazzo stesso che risale addirittura a metà del 1600 anche se a oggi risulta ancora essere incompiuto ed è forse proprio questo dettagli che gli conferisce un certo valore sul mercato e anche un certo fascino.

Attorno a Palazzo Donn'Anna si raccontanto anche alcune leggende metropolitane per la maggior parte raccontate dalla scrittrice e giornalista Matilde Serrao. Il palazzo dispone anche di un teatro, l'unico punto visitabile da esterni, visto che per il resto è composto da abitazioni private.

Leggi anche: Napoli, cosa vedere nella città partenopea!