Il simbolo del Festival di Cannes è anche il premio più ambito: la Palma d'Oro o Palme d'Or, che dir si voglia. Dal 1998 la co-presidente di Chopard, Caroline Scheufele, si occupa della sua realizzazione. Ma quanto costa questo preziosissimo oggetto intarsiato di diamanti? Scopriamolo insieme ad altre interessanti curiosità che lo riguardano.

Cannes, quanto costa la Palma d'Oro simbolo del Festival del Cinema

La Palma d'Oro per chi la riceve acquisisce senza dubbio soprattutto un valore simbolico, che la rende inestimabile, ma in realtà questo premio ha un prezzo ben preciso e a farne una stima è stata proprio la stessa Chopard. 20.000 euro, ecco quanto costa il premio più ambito del Festival francese del mondo del cinema.

Una cifra sicuramente molto alta, giustificata però dai materiali utilizzati per realizzare la scultura su cui, per celebrare questa particolare edizione, sono state apportate alcune modifiche che non ne hanno stravolto l'aspetto, ma che comunque le donano unicità. Quali sono allora i preziosi componenti della Palma d'Oro?

La Palma d'Oro si veste di elegante rosa per celebrare i 75 anni della kermesse

Come dicevamo, in occasione del 75esimo anniversario del Festival, la Scheufele ha scelto di omaggiare questo importante evento e gli anni di collaborazione apportando alcune preziose modifiche proprio sulla Palma d'Oro, che diventa così un pezzo davvero unico nel suo genere.

La Palma d'Oro è realizzata con 118 grammi di oro Fairmined 18 carati e 100 diamanti. La cifra tonda ha però un significato, i diamanti si dividono infatti in 75 su una delle due foglie alla base e 25 su un'altra. Con la prima si simboleggiano appunto gli anni della kermesse, con la seconda invece gli anni di collaborazione tra Chopard e la manifestazione.

Un'altra particolarità della Palma d'Oro realizzata per questa edizione è l'impiego del quarzo rosa, utilizzato come base. Di questo premio ne esiste anche una replica, per evitare spiacevoli inconvenienti che ne impediscano la consegna al vincitore del Festival.

Cos'è l'oro etico? Cosa sappiamo sull'oro che "non nuoce"

I più attenti avranno certamente notato che nel descrivere il simbolo del Festival di Cannes abbiamo parlato di oro Fairmined e, di cosa si tratta è presto detto. Con "Fairmined" si intende infatti quella particolare certificazione che attesta che l'oro utilizzato sia "etico".

Per ottenerla, chi estrae l'oro deve necessariamente attenersi a precisi standard. Deve per esempio procedere alla sua estrazione utilizzando tecniche non invasive che non possano quindi nuocere all'ambiente circostante ma anche alle comunità, quindi alle persone stesse, che abitano vicino ai vari giacimenti. Come, al contrario, potrebbe invece accadere con l'impiego di agenti chimici ed esplosivi durante la procedura di estrazione.

Chopard, ha raccontato la stessa Caroline Scheufele in un'intervista, è solita impiegare l'oro etico dal 2013 non solo per la realizzazione della Palma d'Oro, ma anche per i suoi meravigliosi prodotti di alta gioielleria.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Chopard Official (@chopard)