Chiara Ferragni: da fashion blogger ad imprenditrice digitale

Chiara Ferragni nasce in Lombardia, a Cremona, il 7 maggio del 1987. Prima di tre figlie, dopo il diploma, decide d'iscriversi alla prestigiosa università di Milano, la Bocconi, senza però mai laurearsi. Nel 2009, appena 22enne, con la collaborazione del fidanzato dell'epoca, Riccardo Pozzoli, apre un blog: "The Blonde Salad". In principio, la ragazza investe 500 euro su questa attività, ossia i soldi necessari per acquistare una macchina fotografica di qualità. La Ferragni inizia così a spopolare sul web
 
Nel 2010, ospite agli Mtv Trl Awards, presenta la sua prima linea di scarpe: il suo brand, "Chiara Ferragni Collection", è simboleggiato da un occhio azzurro stilizzato destinato alla fama. L'anno successivo, invece, Vogue la elegge "Blogger of the moment": "The Blonde Salad", infatti, raggiunge più di un milione di visite al mese. Nel 2014 le sue attività danno vita ad un fatturato di circa 8 milioni di dollari. Chiara Ferragni diventa persino un "caso da studiare" presso la Harvard Business School.
"Non so quale possa essere il segreto del mio successo, di certo posso dire che in questi anni mi sono sempre impegnata con tenacia per fare sempre meglio e sempre di più".
Nel 2016, l'influencer cremonese è il volto di diversi marchi di una certa rilevanza, come, ad esempio, Pantene, Calzedonia, Morellato, Intimissimi. Dopotutto, il suo profilo Instagram vanta già milioni e milioni di follower, che, ad oggi, sono ben 23,3 milioni. Nello stesso anno, non a caso, Forbes inserisce il suo nome tra quello dei trenta under 30 più influenti al mondo. La rivista americana, inoltre, nominerà Chiara Ferragni l'influencer del mondo della moda più potente al mondo. Intanto, Instagram inserisce il suo profilo al secondo posto per engagement delle Instagram Stories.
"Ho sempre cercato di ascoltare non solo me stessa e i miei sogni, ma anche le persone attorno a me che mi consigliavano e soprattutto i miei followers".
Nel 2017 viene nominata presidente ed amministratrice delegata dell'azienda TBS Crew Srl, mentre nel 2018 presidente di "Chiara Ferragni Collection". Nello stesso anno, la Ferragni sposa il rapper Fedez. Dalla loro unione nascono due figli: Leone, il quale ha tre anni, e Vittoria, venuta alla luce lo scorso 23 marzo.
 
L'ultimo successo di Chiara Ferragni? Poche settimane dopo essere diventata mamma per la seconda volta, entra nel Consiglio di amministrazione di Tod's, il brand di moda italiano di Diego Della Valle; questo stesso giorno, il marchio vola in Borsa

Quanto guadagna Chiara Ferragni con Instagram?

Chiara Ferragni è allora una donna, una moglie, una mamma, ed una lavoratrice. Prima di affermarsi in quanto imprenditrice digitale, però, è la regina italiana indiscussa dei social. Hai qualche dubbio in merito? Scopriamo insieme quanto guadagna grazie alla pubblicazione di un solo post su Instagram.
 
L'agenzia di analisi social, la Hopper Hq, quest'anno non ha ancora stilato la graduatoria dei vip che su Instagram hanno maggior valore di mercato; tuttavia, possiamo prendere in esame quella del 2020. Chi, quindi, al momento è al vertice della classifica? Chi, tra di essi, viene pagato di più per le sponsorizzazioni pubblicitarie attraverso post pubblicati sul proprio profilo?  Anzitutto, è necessario sottolineare che la suddetta agenzia (come leggiamo sul sito ufficiale) tiene conto di diversi fattori per la realizzazione della graduatoria: 
  • Il numero di follower della celebrità in questione; 
  • Il grado di coinvolgimento dei seguaci (misurabile calcolando il numero di visualizzazioni, like e commenti);
  • Il potere di acquisto dei follower interessati;
  • La reputazione dell'influencer.
Al terzo posto della "Instagram Rich List 2020" troviamo Cristiano Ronaldo: il calciatore della Juventus riesce ad intascare circa 889mila dollari con un solo post. Incredibilmente non al primo, bensì al secondo posto, c'è Kyle Jenner: un post dell'imprenditrice nonché volto noto della televisione (grazie alla partecipazione al reality show "Al passo con i Kardashian") vale ben 986mila dollari. Medaglia d'oro per Dwayne "The Rock" Johnson: l'attore chiede un milione di dollari per un post.
 
La nostra Chiara Ferragni, invece, quale posizione occupa della classifica? Quest'ultima è 65esima, ma prima fra gli italiani presentiCon un post, l'influencer ed imprenditrice guadagnerebbe quasi 60mila dollari, ossia circa 51mila euro. Fedez, invece, figura al terzo posto in Italia, subito dopo l'imprenditore Gianluca Vacchi. In graduatoria il rapper è all'84esimo posto: il marito della Ferragni riuscirebbe a guadagnare circa 31.200 dollari a post.

L'impero di Chiara Ferragni

Su Instagram, Chiara Ferragni non nasconde mai ai 23,3 milioni di follower (i quali, ovviamente, la seguono con passione da ogni parte del mondo) nessun aspetto della propria quotidianità: dai successi lavorativi alla semplicità degli spaccati di vita familiare. Forse, infatti, la chiave del suo successo sta proprio nell'autenticità con cui ha scelto di mostrarsi e comunicare con chi la sta a guardare e a sentire, con chi, magari, si vuole lasciare ispirare da lei.
 
Nonostante il profilo Instagram della Ferragni sia quello italiano con il valore di mercato più alto, non è di certo l'unica fonte di guadagno per l'influencer cremonese. Basta pensare al fatto che il suo brand "Chiara Ferragni Collection", stando a quanto riporta il Corriere della Sera, sia stato stimato tra i 36 ed i 40 milioni di euro. Di esso ritroviamo persino una serie di pop up stores sparsi in giro per il mondo: a Parigi, a Firenze, a Londra, ma anche a Milano, a Shanghai e ad Hong Kong.

Quanto guadagna Chiara Ferragni con le sue aziende?

Quali sono le aziende che contribuiscono alla formazione dell'impero di Chiara Ferragni? Tre:
  • Tbs Crew Srl;
  • Sisterhood;
  • Serendipity Srl.
Della prima, Tbs Crew Srl, l'imprenditrice possiede il 55% delle azioni, dunque la maggioranza. L'azienda in questione gestisce il blog "The Blonde Salad", ma anche la talent agency che si occupa della cura dell'immagine delle due sorelle minori, Francesca e Valentina Ferragni, e di quella del make-up artist Manel Mameli. Tbs Crerw Srl, stando ai bilanci del 2019, ha fruttato più di 450mila euro, mentre nel 2018 aveva fruttato 98mila euro. I ricavi, nel complesso, sono aumentati: da 5,7 milioni a 6,4 milioni di euro. L'utile ammontava a 627mila euro nel 2019, contro i 189mila euro del 2018. Di certo, a causa della pandemia da Covid-19, il 2020 è stato un anno complicato anche per questa azienda; tuttavia, è previsto che, come il precedente, si chiuderà in utile. 

La seconda, Sisterhood, è quasi esclusivamente nelle mani della Ferragni, dato che ne possiede il 99%. Ciò di cui quest'azienda si occupa è di realizzare e gestire le campagne pubblicitarie. Nel 2019 essa ha chiuso i bilanci con 11,3 milioni di ricavi, e con 5 milioni di euro di utile netto. 

La terza ed ultima, Serendipity Srlappartiene per il 32,5% all'imprenditrice. Questa è l'azienda che si occupa della gestione del marchio "Chiara Ferragni Collection". Nel 2017 essa aveva fatturato1,68 milioni di euro, e registrava un utile di 273 mila euro, ma, nel 2018, invece di cresce, i profitti sono scesi a 192 mila euro. Tuttavia, non si è fatta attendere la giustificazione del "crollo": i manager hanno spiegato che erano semplicemente aumentati gli investimenti nelle risorse umane. Nel 2020, però, Serendipity Srl ha preso una decisione degna di nota: ha messo fine ai rapporti lavorativi con il partner storico, Pasquale Morgese. Le attività per la produzione di capi d'abbigliamento, calzature ed accessori sono state affidate alla Swinger International. L'obiettivo? Andare ben oltre i 15 milioni di euro entro i prossimi quattro anni.
 
Consiglio la visione di questo video dello youtuber ed investitore Micheal Pino, il quale affronta egregiamente l'argomento qui trattato.
 

Chiara Ferragni ed il "miracolo" Tod's

Venerdì 9 aprile 2021 Chiara Ferragni ha preso parte al Cda di Tod's. Tod's S.p.A è un'azienda controllata dalla famiglia Della Valle, specializzata nella produzione di capi d'abbigliamento, calzature ed accessori di vario genere. Essa comprende i marchi Tod's, Hogan, Fay e Roger Vivier.
 
Ciò che la famiglia Della Valle si augura con l'ingresso dell'amata influencer nel Consiglio di amministrazione dell'azienda è che i giovani possano avvicinarsi ai loro brand, proprio perché attratti dalla presenza nel team della Ferragni. In effetti, non appena è trapelata la notizia, Tod's è "miracolosamente" volata in Borsa: è stato subito registrato un +14%. Non c'è alcun bisogno di sottolinearlo, ma questo non sembra che l'inizio. L'imprenditrice, dopotutto, non ha ancora contribuito concretamente alla sponsorizzazione del marchio; che cosa accadrà dunque quando pubblicizzerà i loro prodotti e ne creerà addirittura di nuovi? Si prevedono ulteriori, numerosi ed importanti rialzi in Borsa.
 
È davvero il caso di dirlo: Chiara Ferragni appare come una moderna nonché vera e propria Mida, il leggendario re della Frigia, famoso per il "tocco d'oro": tutto ciò su cui posava le mani, s'imbatteva nell'immediata e straordinaria metamorfosi in un oggetto ricoperto dal metallo prezioso.