Sergio Mattarella è un giurista, avvocato, politico e accademico italiano nato a Palermo nel 1941. È stato elettro 12esimo Presidente della Repubblica italiana dal febbraio 2015. Nonostante la scadenza del suo mandato, Mattarella da accettato un nuovo incarico nel momento in cui l’Italia necessitava una figura di riferimento e direzione politica.

Così come Mario Draghi ha rinunciato allo stipendio da premier, anche Sergio Mattarella ha deciso di tagliare il suo stipendio da Presidente della Repubblica fino a 60.000 euro all’anno, non senza finire tra le discussioni e le critiche dei cittadini.

Mentre la politica discute sulla scelta del Presidente della Repubblica di sciogliere le Camere e fissare le prossime elezioni al 25 settembre, andiamo a scoprire quanto guadagna Sergio Mattarella tra stipendio, reddito, e patrimonio dichiarato, senza dimenticare quelli che sono i costi di gestione e mantenimento del Quirinale.

Quanto guadagna Sergio Mattarella? Ecco le cifre reali

Per capire quanto guadagna Sergia Mattarella dobbiamo fare riferimento al bilancio per la Presidenza della Repubblica, considerando le annualità 2021-2023. 

Nel 2021, per esempio, era stata resa disponibile una dotazione pari a 224 milioni di euro, cifra invariata anche per i prossimi due anni ma che, chiaramente, non finirà interamente nelle case del Capo dello Stato.

Sempre dal Quirinale viene chiarito quanto segue:

La spesa per le retribuzioni del personale costituisce nel 2021 il 48,03% del totale della spesa effettiva del Segretariato generale, al netto delle quote d’avanzo e delle partite di giro.

Che cosa significa? I 224 milioni di euro a disposizione devono essere ripartiti tra tutto il personale di Palazzo e per far funzionare correttamente la macchina: funzionari, consulenti, e tutti coloro che permettono un corretto svolgimento delle attività.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, quindi, guadagna lo 0,11% del totale, ovvero una cifra che si aggira tra i 238 e i 239 mila euro all’anno: considerando anche l’erogazione della tredicesima, possiamo parlare di uno stipendio pari a 18.300 euro al mese.

Non c’è da stupirsi, considerando che esistono dei Presidenti che guadagnano molto di più: per esempio, negli USA, Biden aveva dichiarato di ottenere 400 mila dollari.

Quanto guadagna Sergio Mattarella? Attenzione al divieto di cumulo

È importante sottolineare che la posizione del Presidente della Repubblica prevede anche delle limitazioni a livello reddituale: una di queste è proprio il divieto di cumulo. In che cosa consiste?

La figura che ricopre il Capo dello Stato vanta alle spalle – nella maggior parte dei casi – una carriera parlamentale e dunque il diritto a un vitalizio. È fissata, però, una retribuzione massima annuale che non si può in alcun modo superare: tale soglia è pari a 240 mila euro.

Mattarella lo aveva stabilito in uno dei suoi primi atti da Presidente: lui stesso avrebbe diritto alla pensione da professore universitario, alla quale però ha rinunciato per rispettare il divieto di cumulo tra vitalizio, pensione e stipendio appunto.

Sergio Mattarella si taglia lo stipendio: quanto guadagna come Capo dello Stato

Abbiamo visto che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella guadagna lo 0,11% del bilancio della Presidenza, ovvero 238-239 mila euro all’anno. Tuttavia, è bene sottolineare che il Capo di Stato attuale ha tagliato il suo stipendio di 60.000 euro.

Come riporta un articolo di Repubblica, quindi, Sergio Mattarella riceve un compenso 

pari al trattamento pensionistico dell’Inps per i suoi anni da professore universitario, ovvero 179.000 euro annui.

Ciò che Mattarella ha guadagnato negli anni in cui ha svolto l'incarico di Presidente della Repubblica risulta, in realtà, inferiore rispetto al compenso ottenuto da lui stesso nel periodo in cui era parlamentare: a mettere in luce questa evidenza è stato un servizio andato in onda su La7 nel 2015

Sergio Mattarella: il reddito e lo stipendio da parlamentare

Negli anni della sua carriera parlamentare, Sergio Mattarella ha ottenuto stipendi più elevati rispetto a quanto percepisce come Capo dello Stato.

Dal 1983 al 2008 Sergio Mattarella è stato un politico italiano e ha guadagnato una pensione molto alta, che è andata a sommarsi allo stipendio da Giudice della Corte Costituzionale e da professore universitario. 

In totale, dal 2008 al 2015, quindi, Mattarella avrebbe guadagnato 2 milioni e 800 mila euro. Il passaggio al Quirinale, di fatto, gli avrebbe fatto perdere alcuni compensi: è passato da un reddito pari a 470 mila euro all’anno (come giudice) a 239 mila euro all’anno (come Capo di Stato). 

D’altronde è stato lui stesso ad aver introdotto il divieto di cumulo, limitando il reddito complessivo annuale.

I costi del Quirinale

Non è tutto oro quello che luccica… Non tutti sanno che nonostante la posizione da Presidente della Repubblica, lo stipendio, il reddito e il patrimonio, esistono anche dei costi di gestione e amministrazione del Quirinale: a quanto ammontano?

Quando Mattarella si è insediato per la prima volta al Quirinale, nel 2015, i costi di gestione del palazzo ammontavano a 224 milioni di euro, ovvero 613 mila euro al giorno. Queste somme servivano, in realtà, non solo per la gestione del palazzo, ma anche per remunerare tutto il personale della macchina statale.

Circa il 90% di queste risorse, infatti, vengono utilizzate per remunerare il personale – come ha rivelato un servizio in onda su La7. 

Occorre poi considerare anche le spese relative alla luce pari a 1,73 milioni di euro, per l’acqua pari a 420 mila euro, per il gas pari a 780 mila euro, e per le bollette del telefono pari a 170 mila euro. Infine, le spese di cancelleria e per la Posta pesano rispettivamente 215 mila euro e 170 mila euro. 

Passiamo poi alle spese relative all’accoglianza di tutti gli altri Capi di Stato mondiali, per i quali vengono organizzati banchetti per 400 mila euro, oltre a 150 mila euro ulteriori di regali.

Infine, anche i veicoli a disposizione del Quirinale rientrano tra le voci di spesa e pesano sul bilancio fino a 570 mila euro di mantenimento, oltre a 200 mila euro solo per fare rifornimento.