Esperienza multisensoriale, quasi mistica, con piatti (o degustazioni) da perderci letteralmente la testa (e il portafogli). Ecco una carrellata dei ristoranti più costosi che si trovano nel mondo (anche in Italia) dove vivere un pasto di lusso che tanti paragonano a una forma d'arte contemporanea. Qui non c'è solo cibo di altissima qualità ma anche tecnologie di cucina avveniristiche, location da favola e presentazioni incredibili. Attenzione: potrebbero rapirvi anima e corpo!

Sublimation di Paco Roncero - Ibiza

Ci troviamo alle isole Baleari, nel Mar Mediterraneo. Qui potete fare l'esperienza gastronomica più eccezionale ed esclusiva di sempre, che in una serata farebbe evaporare lo stipendio di un professore di liceo. Il ristorante è gestito dallo chef (e architetto) Paco Roncero, che ha messo in atto un'autentica genialata: un tavolo per 12 persone collocato al centro di una stanza adorna di schermi, luci e proposte gourmet. Vi piacerebbe vivere un'esperienza onirica per l'incredibile cifra di 1.600 euro?

Masa di Masa Takayama - New York

Poteva mancare un ristorante così strepitoso nella Grande Mela? Assolutamente no! Tra scatti d'interazione e gusto, qui si cucina giapponese. E piovono stelle, precisamente tre stelle Michelin. "To taste what may be the continent’s best sushi, experience the contemplative and very exclusive ceremony of Chef Masa Takayama’s omakase. Everything here carries a certain weight, from the heavy wooden door to the bill", sentenziano gli esperti della famigerata Guida. Prezzo (a persona) di un menu degustazione: 530 euro.

Ultraviolet di Paul Piret - Shanghai

Ancora Tre stelle Michielin, questa volta in Cina. Come per il Sublimation, l'Ultraviolet punta sugli effetti strategici di proiezioni, installazioni ricche di luce, profumi e sapori. Un unico tavolo, per dieci commensali. "... will give you quite an adrenaline rush", assicurano dalla Guida. Non si fatica a credere, visto il prezzo: 512 euro.

Kitcho Arashiyama di Kunio Tokuoka - Kyoto

Ritorniamo in Giappone, tra ingredienti di stagione e una ricerca quasi maniacale degli abbinamenti. Il ristorante emerge per l'inarrivabile precisione nei dettagli, un servizio a dir poco paradisiaco e (l'occhio vuole sempre la sua parte) un vasellame di straordinaria bellezza in perfetto japan style. Il menù è praticamente un foglio di carta con schegge d'argento e oro, e la qualità della cucina supera ogni limite. Insomma, il tutto per una cifra molto vicina alle precedenti: 508 euro.

Noma di René Redzepi - Copenhagen

Ora si vola in Danimarca. Lo chef del Noma è tra le menti del New Nordic Food. Vi chiederete: ma che cos'è? Si tratta del manifesto datato 2004 per valorizzare il territorio e le materie prime dei Paesi nordici. René Redzepi, insomma, vuole diffondere una cultura gastronomica per cui non ce n'è proprio per nessuno. I prezzi si "abbassano" leggermente, con uno scontrino di 335 euro.

Solo per due - Vacone, Rieti

Arriviamo in Italia! E atterriamo in quello che è il ristorante più piccolo del mondo. In che senso? Beh, ha solo un tavolo e accetta solamente due persone per pasto. Siamo di fronte a una location semplicemente divina, inserita in un contesto storico strepitoso in cui si possono vedere i reperti di un'antica villa romana, probabilmente la villa di campagna del poeta Orazio. "È qui che si celebra la cena d'amore per antonomasia", si legge sul sito ufficiale, per il prezzo di 500 euro a coppia.

Osteria Francescana di Massimo Bottura - Modena

Ancora in Italia, e precisamente a Modena, ecco il ristorante tristellato di Massimo Bottura che ospita 12 tavoli. Qui si mangia tradizionale, senza però rinunciare a qualche nota squisitamente contemporanea. A questo punto vi chiederete quanto costa mangiare in una delle location più costose d'Italia. Siamo sulle 320 euro per una degustazione di 12 piatti e di 210 euro per l'abbinamento dei vini

Leggi anche: 10 ristoranti di lusso in Italia da provare assolutamente