La curva dei contagi e delle terapie intensive è in netta decrescita e la campagna vaccinale è in accelerazione. Sembra quindi che ci siano tutte le condizioni per un'estate 2021 promettente per il settore turismo: l'emergenza Covid appare in via di risoluzione e gli italiani possono concretamente pensare alle vacanze. Purtroppo le cose sono complicate da una delle restrizioni in questo momento più contestate tra quelle decise dal governo: il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Coprifuoco incubo dell'estate 2021

Si tratta di una misura al momento sotto attacco da parte dei ristoratori. Le loro motivazioni sono chiare: inutile riaprire i ristoranti a cena se le persone devono essere a casa entro le 22. Ma se pensiamo all'estate e alle vacanze è abbastanza semplice comprendere che i danni del coprifuoco potrebbero essere ancora maggiori. Tutto il "popolo della notte" sarebbe costretto a rinunciare alla stagione più propizia. Immaginiamo le conseguenze sul turismo nelle località balneari più attrezzate per accogliere questo tipo di vacanzieri: un disastro annunciato.

Coprifuoco e vacanze 2021: l'indagine di Facile.it

Per cercare di misurare l'effetto del coprifuoco sul turismo nell'estate 2021, Facile.it ha commissionato a mUp Research e Norstat un sondaggio eseguito mediante compilazione di un questionario on-line. Ebbene, il risultato dell'indagine è decisamente impressionante. Si stima che ben 4 milioni di italiani non abbiano ancora deciso se andare in ferie o meno in attesa di notizie certe sul coprifuoco: solo se quest'ultimo sarà eliminato si concederanno qualche giorno di vacanza.

Draghi irritato per il pressing dei partiti sul coprifuoco

E' chiaro che i numeri in gioco sono decisamente consistenti ed è per questo motivo che da alcuni giorni le forze politiche stanno facendo pressioni sul governo affinché intervenga rapidamente. Alcuni partiti vorrebbero la cancellazione del coprifuoco, altri si accontenterebbero di spostarne l'inizio alle 24. In base alle indiscrezioni il premier Draghi è piuttosto infastidito dal pressing: anche per questo avrebbe deciso di posticipare la cabina di regia per le riaperture da prima del prossimo fine settimana a lunedì 17, in modo tale da far slittare eventuali allentamenti al lunedì successivo.

Sempre secondo i rumor l'ipotesi più accreditata è che venga trovato un accordo di compromesso per spostare l'inizio del coprifuoco dalle 22 alle 23. Ma questo ovviamente non risolverebbe il problema delle vacanze 2021: l'auspicio è che per luglio ci siano le condizioni per un allentamento ben maggiore.

(Simone Ferradini)