Sulla nostra sezione digital marketing di Trend Online abbiamo parlato spesso delle molteplici sfaccettature del guerrilla marketing. Si tratta di una strategia non convenzionale, ma estremamente efficace dal punto di vista dei costi e dei risultati. 

Il guerrilla marketing, anche detto ambient marketing, è una strategia che può funzionare per qualsiasi azienda, ed è volta – come ogni strategia di marketing che si rispetti – a promuovere prodotti e servizi utilizzando però spesso elementi ambientali, come suggerisce il nome, e quindi abbattendo il budget. 

Trattandosi però di una strategia che sfrutta l’ambiente circostante, come riuscire a tradurla su una strategia di marketing digitale? Ebbene, ecco qualche consiglio! 

L’ambient marketing: cos'è e come sfruttarlo online

Il marketing digitale ha dato la possibilità alle piccole aziende con budget ristretti di interagire con il pubblico giusto, senza disperdere i propri sforzi e, quindi, rischiare di non guadagnare sull’investimento. L’ambient marketing online, se fatto bene, può quindi sortire risultati stupefacenti. 

Già diverse aziende sono riuscite a trasferire la tecnica di ambient marketing online, creando campagne memorabili a bassissimo costo. Ad esempio, qualche tempo fa una celebre azienda ha creato gruppi Facebook in tutto il mondo, apparentemente solo per gli incontri informali assumendo alcuni “attori”. Al termine della campagna, su ogni gruppo è uscito un video che pubblicizzava una celebra app di incontri. 

Ecco quindi dove entra in gioco la creatività: l’ambient marketing è non convenzionale, serve a stupire e a trasmettere un messaggio nella maniera più divertente possibile. Tutto ciò può effettivamente essere implementato anche in una strategia di marketing digitale, diventando ancora meno costoso. 

Ambient marketing online: qualche esempio 

Ricorda che una strategia di successo in questo senso non sarà costosa in termini di soldi, ma di creatività: dovrai riuscire a trovare un’idea a cui nessuno ha pensato prima, specifica per il tuo business. Prima dovrai pensare all’idea, poi ai contenuti, ma ancor prima sarà necessario individuare il gruppo target.

  • Il potenziale del contenuto video

Nel pensare a una strategia di ambient marketing online, non bisogna tralasciare il potenziale del contenuto video in tutte le sue modalità: ricordiamo che, ad oggi, il formato dei video brevi è risulta il più efficace e quello che genera più conversioni. 

Quindi, considera di basare il tuo script ed adattarlo in modo da includere il contenuto video: potresti coinvolgere tre o quattro nano influencer e convincerli a pubblicare una video storia che si sposa perfettamente con il tuo script, collegandosi ai video delle altre figure coinvolte. 

In questo modo, avrai un duplice beneficio: da una parte, sfrutterai il pubblico di ogni nano influencer, dall’altro, se farai le cose fatte bene, creerai interesse nel pubblico

Esempio: sei una ditta che vende rasoi riutilizzabili? Potresti collaborare con tre nano influencer istruendoli a creare un video a tema paranormale in cui, ogni volta che provano a farsi la barba con un rasoio usa e getta, al suo posto compare un rasoio riutilizzabile!

  • Coinvolgi il tuo pubblico

Un’altra ottima strategia di ambient marketing da adottare online è l’user generated content – ovvero contenuti creati dagli utenti che si riferiscono al tuo brand. Proprio come le challenge su Instagram o TikTok, dove un utente deve compiere una determinata azione per partecipare, potresti lanciare la tua challenge personalizzata!

Ricollegandosi alla strategia precedente, il passo successivo dopo aver svelato il mistero dei rasoi fantasma potrebbe essere quello di invitare gli utenti a rivisitare i video pubblicati dagli influencer mettendoci il loro tocco e utilizzando il tuo prodotto.

Potresti utilizzare l’hashtag #RasoiPARAnormali su TikTok o Instagram: tutti amano una bella challenge, anche se brandizzata! 

  • Sfruttare il potere delle live 

Questa è un’altra strategia a costo praticamente zero, ma estremamente efficace. Organizzare una live – oppure sponsorizzare quella di un influencer con il tuo prodotto – può fare miracoli per una strategia di online ambient marketing! 

Non solo contribuirà ad incrementare la brand awareness, ma sarà anche una maniera divertente e meno invasiva di pubblicizzare il tuo prodotto tramite il piglio unico di un influencer che dovrai selezionare con cura, e contribuirà anche al aumentare la fiducia nel brand dei tuoi utenti!

Quanto costa l’ambient marketing online

L’ambient marketing può anche essere a costo zero: l’unico ingrediente fondamentale per il successo è la creatività, unita a un po’ di tempo da spendere per pensare al qualcosa di unico. 

Si tratta di una strategia particolarmente utile per quelle aziende che offrono prodotti non facilmente pubblicizzabili: ditte edili, servizi, prodotti intangibili. Tutto quello che dovrai trasmettere è l’utilità del tuo prodotto o servizio in maniera divertente e coinvolgente, utilizzando i metodi elencati in precedenza.