I blog sono una parte importante del marketing digitale e, sempre più aziende, ne stanno comprendendo la loro efficacia.

Un articolo di blog ben fatto è in grado di attirare potenziali clienti verso il proprio sito web, creare consapevolezza attorno ad un marchio, dimostrare autorità nel settore e fungere da trampolino di lancio per un ulteriore coinvolgimento.

Come afferma il noto portale Ahrefs:

Se ti concentri nel creare contenuti sempreverdi e utili che le persone stanno cercando, essi avranno il potenziale di posizionarsi in cima ai risultati di ricerca su Google per parole chiave multiple nel tempo. Questi contenuti genereranno un crescente aumento costante del traffico di ricerca.

In base a una statistica di Wordpress, ogni giorno vengono pubblicati su questo noto CMS circa 70 milioni di articoli. In una così vasta pubblicazione, è bene, quindi, creare una strategia vincente per potersi distinguere dalla concorrenza e creare dei contenuti in grado di attirare sempre più lettori.

Che cos'è una strategia per i contenuti del blog?

Creare una strategia per i contenuti del blog significa stabilire degli obiettivi a breve e lungo termine che si desidera raggiungere con il proprio sito web. Significa, poi, stilare un piano con i prossimi passi da compiere per realizzare questi obiettivi.

È importante ricordare che la strategia per i contenuti del tuo blog dovrebbe essere allineata ai tuoi obiettivi di business e alla tua strategia per i contenuti complessiva. I tuoi obiettivi di business dovrebbero essere il motore principale dei tuoi contenuti su qualsiasi mezzo: social media, pubblicità offline e, anche, pubblicazioni editoriali online.

Se oltre alla strategia dei contenuti, vuoi implementare fin da subito alcuni accorgimenti per monetizzare i tuoi articoli, ti consigliamo la visione di questo utile video pubblicato sul canale YouTube di Raffaele Gaito:

Perché hai bisogno di una strategia per i contenuti del blog?

Degli oltre 70 milioni di articoli di blog pubblicati ogni singolo giorno, all’interno di uno studio di Ahrefs, è stato scoperto che la maggior parte (90,63%) di tutte le pagine web non riceve traffico organico mensile.

Senza una corretta strategia, quindi, si potrebbe finire a creare dei contenuti per il blog che poi non riceveranno traffico e non riusciranno a contribuire alla crescita della tua attività.

Vediamo, quindi, alcuni consigli per creare una strategia perfetta per il tuo blog che ti renderà in grado di creare degli articoli capaci di attrarre numerosi lettori.

Definisci i tuoi "perché"

Dimentica le metriche per un momento e pensa al quadro generale. Qual è lo scopo del tuo blog? Perché dovrebbe esistere il tuo blog? Le tue risposte a queste domande contribuiscono a formare l'essenza della strategia per i contenuti del tuo blog.

Da queste risposte, prova a creare un riassunto in un frase e ponila al centro della creazione della strategia vera e propria.

Lo scopo del mio blog è aiutare [il pubblico con un problema specifico o JTBD] a [il risultato desiderato] con [i mezzi].

È fondamentale impostare subito il tuo "perché" in quanto aiuta a mantenere nella giusta direzione ogni altro aspetto della strategia dei contenuti del tuo blog.

Ricerca i tuoi competitor

La ricerca dei competitor è una preziosa fonte di ispirazione per i contenuti del tuo blog. Scopre quali parole chiave portano loro traffico, che tipo di contenuto funziona per loro, cosa stanno facendo bene e dove non sono all'altezza.

Dovresti ricercare due tipi di concorrenti:

  • Concorrenti commerciali
  • Concorrenti di contenuti

I concorrenti commerciali sono le aziende/marchi che offrono prodotti o servizi simili (o uguali) ai tuoi. Sono relativamente facili da identificare, poiché probabilmente ne hai già fatto una ricerca prima di iniziare la tua attività.

I concorrenti di contenuto, invece, sono siti web con cui stai gareggiando all’interno dei risultati di ricerca organica, ma che non sono necessariamente in concorrenza con te nel senso stretto commerciale.

Esegui un'approfondita ricerca delle parole chiave

Ora che sai di cosa scrivono i tuoi concorrenti e da dove proviene il loro traffico, è tempo di effettuare la ricerca per parole chiave in modo da conoscere ciò che le persone cercano all’interno della tua nicchia.

Innanzitutto, identifica le tue parole chiave seed. Le parole chiave seed sono fondamentalmente gli argomenti chiave di cui scriverai sul tuo blog. Il modo più semplice per farlo è scrivere le parole principali che definiscono di cosa tratta la tua attività o cosa vendi.

Ad esempio, se stai avviando un blog per la tua caffetteria, potrebbero ricercare questo:

  • Caffè
  • Caffè espresso
  • Cappuccino
  • Latte macchiato
  • Aeropress
  • Chicchi di caffè

Su questa base di partenza, affina la tua ricerca andando ad analizzare le domande che si pongono gli utenti.

Ciò ti aiuterà a realizzare dei contenuti che rispondono direttamente alle esigenze dei lettori.

Costruisci un piano editoriale

Ora che hai tantissime idee per il tuo blog, è il momento di stabilire le priorità e creare il tuo piano di contenuti. Per fare ciò, dovresti considerare queste tre metriche:

  • Potenziale di traffico: quante volte al mese viene cercata quella parola chiave su Google?
  • Difficoltà di posizionamento: quanto è difficile classificarsi nei risultati di ricerca organici per quella parola chiave?
  • Valore aziendale: quanto è rilevante il tuo prodotto in relazione all'argomento?

Mettendo insieme tutto questo, è chiaro che se vendi chicchi di caffè di alta qualità online, una parola chiave come "come fare il caffè freddo" dovrebbe essere sul tuo radar perché:

  • Ha un alto potenziale di traffico: le pagine in cima alla classifica ricevono circa 46.000 visite di ricerca mensili.
  • La concorrenza è bassa: il suo punteggio KD è relativamente basso (28) e alcune delle pagine in cima alla classifica provengono da siti relativamente piccoli.
  • Ha un alto valore commerciale: i tuoi chicchi di caffè possono aiutare gli utenti a preparare una tazza di caffè freddo migliore.

Una volta che hai trovato una serie di argomenti rilevanti da trattare, il passaggio successivo è raggruppare i tuoi argomenti e affrontarli in batch, altrimenti noto come "raggruppamento".

Ad esempio, durante la ricerca di parole chiave, potresti notare che molte persone cercano modi per preparare diversi tipi di caffè, come:

  • come fare il caffè freddo
  • come fare il caffè freddo
  • come fare il caffè alla francese
  • come fare il caffè montato
  • come fare il matcha latte

Quindi potrebbe avere senso raggrupparli in un "cluster" e affrontarli contemporaneamente. Potresti anche essere in grado di utilizzare lo stesso modello/struttura per tutti gli argomenti di un gruppo, il che migliorerà notevolmente l'efficienza delle tue attività di creazione di contenuti.

Puoi anche collegare questi post per creare ciò che è noto come hub di contenuti, che secondo alcune persone aiuta ogni post a posizionarsi più in alto su Google.

Crea la tua identità di blog

Pensa al tuo blog nello stesso modo in cui pensi al tuo marchio. Cosa lo differenzia da altri blog simili? Quale sarà la voce, il tono e lo stile distintivi del tuo blog?

Metti insieme una serie di linee guida editoriali che definiranno lo stile del tuo blog.

Gli aspetti più importanti delle linee guida da tenere presente sono:

  • Linee guida visive
  • Voce e tono
  • Regole di scrittura

Le linee guida visive sono importanti per creare coerenza nella qualità e nello stile delle immagini dei post del blog. È importante perché il tuo blog è un'estensione del tuo marchio, quindi non dovresti sottovalutare il lato visivo.

Un buon punto di partenza è trovare un modo per rendere le illustrazioni dell'intestazione distintive e riconoscibili.

Le linee guida vocali e di tono definiscono la personalità e i valori del tuo blog. Ad esempio, se dovessi descrivere il tuo blog con aggettivi che in genere useresti per descrivere una persona, quali sarebbero? Semplice e intelligente? Amichevole e frizzante? Umile e disponibile?

La voce e il tono del tuo blog probabilmente deriveranno dal tuo prodotto, se hai già una forte identità di marchio.

Tuttavia, tieni presente che il tuo blog è un'entità separata. Definisci come suonerà, cosa rappresenterà e quali emozioni vuoi che gli articoli evochino. Sii specifico riguardo al gergo, alla formalità/informalità della scrittura, al livello di stranezza, all'uso dell'umorismo, ecc.

Mentre le linee guida per voce e tono riguardano più "l'anima" del tuo blog, le regole di scrittura definiscono il "corpo" del contenuto del tuo blog. Queste includono l'ortografia, la formattazione, la lunghezza dei paragrafi, le maiuscole, i formati dei titoli, ecc.

Avere questo tipo di linee guida ti aiuterà a mantenere lo stesso livello di qualità in tutti i post del tuo blog e a integrare più facilmente i nuovi scrittori.

Annota tutte le regole e le linee guida del tuo blog in un documento coerente. Agirà come un manuale di istruzioni che puoi condividere con i tuoi scrittori che contribuiscono al tuo portale e su cui tornare ogni volta che sarà necessario sviluppare o rivedere la strategia del tuo blog.

Misura i tuoi successi

Avere una strategia per i contenuti del blog è molto importante, ma hai anche bisogno di un Key Performance Indicator (KPI) per monitorare quanto bene sta funzionando la tua strategia nel tempo.

Se sei agli inizi con il tuo blog, il traffico è probabilmente il KPI più fattibile da monitorare, cosa che puoi fare con uno degli strumenti offerti direttamente da Google, Google Analytics. Durante le prime fasi di un blog, è bene concentrarsi sullo scrivere contenuti, diffonderli e guadagnare autorevolezza.

Una volta raggiunta una buona base di articoli, è consigliabile passare alla misurazione di un KPI più solido come la tua condivisione organica della voce. Questo ti dice quanto è visibile il tuo marchio nella ricerca organica rispetto alla concorrenza.

Costruire una strategia vincente per i contenuti del blog richiede tempo e fatica, ma ne vale la pena. Ricorda, però che i risultati di una buona strategia non si vedono dall’oggi al domani. Un blog ha bisogno di tempo per crescere, aumentare la propria autorevolezza e per venire scoperto man mano da un pubblico sempre più ampio di lettori.