Da quando Instagram è entrato nelle nostre vite, nel lontano 2010, l’applicazione è andata incontro a tantissimi cambiamenti e aggiornamenti. Da semplice social per condividere foto, oggi il popolare Social Network ha introdotto funzionalità di interazione e di contenuti che la prima versione poteva solo sognare.

Tuttavia, c’è una cosa che è rimasta sempre più o meno uguale: i commenti. Per oltre un decennio, i commenti di Instagram sono sempre rimasti allo stesso posto, sotto ogni foto, pubblici e accessibili a tutti. È sono la prima fonte di engagement per incrementare la popolarità del tuo profilo.

In questo articolo, vedremo come gestire i commenti sotto i post per sfruttarli a nostro vantaggio, e capiremo come arginare i danni dei commenti negativi!

Social Network: l’arte del commento su Instagram

Un commento su Instagram non è altro che un’interazione sotto a un post, un video o un Reel. A differenza dei messaggi privati, i commenti sono pubblici, quindi è bene per entrambe le parti – commentatore e commentato – fare attenzione al loro contenuto.

L’importanza dei commenti su Instagram risiede nella loro capacità di incrementare il livello di engagement e influisce sull’autenticità percepita dagli utenti quando vedono i tuoi contenuti. Il che è una componente importantissima per la reputazione del tuo brand.

Su Instagram, i commenti sono l’unico modo che i tuoi followers – e potenziali tali – hanno per comunicare con te in maniera pubblica e così facendo interagire con altri utenti. Il che, se fatto bene, va a creare una community, di grande beneficio per un brand. 

Inoltre, il numero e la qualità dei commenti sotto a un post è il fattore che influenza di più l’algoritmo di Instagram. Maggiore è il numero di commenti, più il post verrà spinto agli utenti, anche coloro che non fanno parte del tuo following.

I commenti possono anche esserti utili per incrementare l’efficacia del tuo servizio clienti: in molti usano i social per porre domande o rimostranze ai brand da cui effettuano acquisti. Il che va a tuo vantaggio, perché una risposta che va a risolvere pubblicamente un problema dà potenzialmente la soluzione a tutti i clienti che hanno avuto la stessa difficoltà o dubbio.

Attenzione però: è importante anche la qualità dei commenti. Comprare followers potrebbe sembrare un modo semplice e veloce per incrementare la popolarità del tuo account, ma si tratta di un seguito “fantasma”, che non interagirà mai con i tuoi post e, quindi, non genererà engagement.

In prospettiva, un account che ha 17.000 follower ma solo 2 o 3 commenti per ogni post non appare autentico come uno che ha 1000 follower ma una media di 20-25 commenti su ogni post.

Social Network: cosa puoi fare con i commenti

Alle volte, si possono commettere errori: potresti postare un commento e poi pentirtene poco dopo. Niente paura: è possibile cancellare i commenti su Instagram cliccando su di essi e selezionando l’icona con il cestino.

Stessa cosa potrai fare con i commenti di altri utenti sul tuo profilo. In caso di commenti offensivi o spam, l’operazione è pressocchè la stessa.

Al contrario, se invece volessi mettere in evidenza fino a tre commenti a tuo piacimento, potrai farlo tramite l’opzione “Pin”. Questo permetterà agli utenti di vedere prima i commenti che preferisci. Per farlo, scorri a sinistra sul commento e seleziona la puntina grigia.

Quando effettuerai questa operazione, la persona che ha lasciato il commento riceverà una notifica.

L’unica cosa che non potrai fare con i commenti Instagram è modificarli. Nel caso in cui commettessi un errore, o volessi aggiungere qualcosa, hai due opzioni: cancellare e riscrivere il commento, oppure aggiungere una risposta al commento già postato.

Social Network: disattivare o limitare i commenti su Instagram

Se non vuoi ricevere commenti sotto al tuo post – magari nel caso in cui questo abbia ricevuto un feedback prevalentemente negativo – potrai disattivare i commenti e impedire a chiunque di lasciare commenti sotto di esso.

Prima di tutto, dovrai selezionare i tre puntini in alto a destra sul post. Da lì, comparirà l’opzione “Disattiva i commenti”. Questo impedirà non solo agli utenti di commentare, ma nasconderà anche i commenti precedenti.

Nel caso in cui disattivare completamente i commenti ti sembri una situazione troppo drastica, potrai limitarli per un po’ di tempo. Questa è una soluzione utile, ma a breve termine, nel caso in cui la tua azienda sia particolarmente presa di mira dai troll.

Per limitare  commenti su Instagram, vai sul tuo profilo e seleziona le tre lineette orizzontali in alto a destra. Da lì, vai su impostazioni, e poi privacy. Qui avrai accesso all’opzione “Limita”.

Dalla pagina “Limita”, Instagram ti permetterà di controllare temporaneamente i commenti indesiderati e i messaggi privati. Puoi porre il limite agli account che non ti seguono, ma anche a quelli che ti seguono da meno di una settimana.

L’opzione ha un limite di tempo: potrai selezionare solo un giorno o fino a 4 settimane.

Nel caso specifico in cui tu ti trovi ad avere a che fare con un troll particolarmente insistente, potrai bloccare un profilo specifico e impedirgli di commentare sul tuo post. Spesso, i competitor scorretti infastidiranno la concorrenza tramite profili falsi, quindi è bene arrivare preparati.

Per fare ciò, dovrai andare su Impostazioni, Privacy, e Commenti. Qui potrai selezionare uno specifico utente e bloccarlo dal commentare qualsiasi tuo post, che siano essi foto, video o Reels.

Un altro strumento utile è anche quello che ti permette di bloccare determinati termini offensivi o poco appropriati per il tuo settore. Questo impedirà a troll, ma anche utenti inconsapevoli, di lasciare commenti che possano danneggiare la tua reputazione.

Per farlo, dovrai andare su Impostazioni, Privacy e selezionare l’opzione “Parole nascoste. Da qui, potrai scrivere e selezionare le parole che preferisci non vengano utilizzate nei commenti ai tuoi post. Che siano parole offensive, normali o semplici emoji, avrai il potere di decidere cosa gli utenti possono o non possono commentare.

Ad esempio vorrai nascondere i nomi dei tuoi diretti competitors.

Dopo aver creato la tua lista, torna indietro e attiva la funzione “Nascondi commenti. Ora, qualsiasi commento che contiene una delle parole “proibite” verrà automaticamente nascosto e non sarà visibile agli utenti.

Nel caso in cui tu non avessi argomenti specifici che vuoi evitare, ma ti interessi mantenere un tono civile nei tuoi commenti, potresti anche voler solo selezionare l’opzione standard di Instagram, che nasconde le parolacce più utilizzate.

Social Network: interagire con il pubblico

Per far sì che il tuo engagement rimanga costante, gli utenti dovranno sapere che tieni ai loro commenti e rispondi in maniera tempestiva e personalizzata. Tuttavia, la questione potrebbe diventare complessa quando il tuo account comincerà a crescere.

Inizialmente, vorrai rispondere individualmente a ogni commento. Potrai farlo selezionando l’opzione “Rispondi” sotto ad esso, e nel caso volessi spostare la conversazione privatamente, avrai l’opzione di inviare un messaggio privato di risposta.

Quando rispondere sulla piattaforma diventerà inevitabilmente un compito troppo arduo, ci sono diversi strumenti che potranno supportarti. Uno di essi è Hootsuite, una dashboard – a pagamento – che raccoglierà tutte le interazioni sul tuo account in un unico posto.

Come specificato in diversi articoli precedenti, l’engagement è uno dei fattori più pregnanti che determinano il successo della tua presenza online, quindi arrivare al punto di dover utilizzare uno strumento come Hootsuite è solo positivo!

Ecco una lista di azioni che puoi compiere per aumentare il tuo engagement.

Fai una domanda

Un metodo semplice, ma sempre efficace. Fare una domanda – nella didascalia di un post, di un video o di un Reel – incoraggerà gli utenti a commentare. Nel caso delle aziende, è ancora meglio fare una domanda relativa alla tua industria o al tuo prodotto.

Ospita contest e giveaway

Contest e giveaway che sfruttano le interazioni e i tag nei commenti hanno una doppia valenza: prima di tutto, avrai naturalmente più commenti sotto ai tuoi post – tutti amano vincere qualcosa – e ciascuno di questi commenti andrà a coinvolgere un pubblico maggiore che magari ancora non ti segue.

Inoltre, potresti collaborare con altri brand andando ad estendere la tua platea ancora di più: potresti guadagnare nuovi follower dai marchi con cui collabori. Spiego meglio come sviluppare e gestire un giveaway in questo articolo.

Crea contenuti coinvolgenti

Qualsiasi contenuto che presenti un valore aggiunto per i tuoi follower andrà automaticamente ad aumentare l’engagement del tuo account. Specialmente se operi in un settore specifico, condividere un po’ della tua conoscenza andrà a creare fiducia e coinvolgimento nei tuoi follower.

Per dare valore aggiunto ai tuoi contenuti, dovrai crearli in maniera che abbiano una componente educativa, informativa o semplicemente divertente. È sempre consigliabile pianificare molto in anticipo i contenuti per non rimanere a corto di argomenti, tramite un calendario editoriale.

Social Network: in conclusione

I Social Network sono uno strumento sempre più potente a disposizione delle aziende, tuttavia da grandi poteri derivano grandi responsabilità. A differenza di un sito web statico, un social è una comunità di persone reali, con reali sentimenti e comportamenti diversi.

La gestione qui è molto più delicata, e va curata nei minimi dettagli per sfruttare al meglio le opportunità e arginare possibili danni derivanti dalle risposte emozionali degli utenti ai post più variegati.

Per questo motivo, è sempre bene rivolgersi a un professionista, anche se un budget limitato potrebbe non permettere questo tipo di spesa. In questo caso, gestire una community di persone dovrà essere un lavoro a tempo pieno, specie quando un account comincia a guadagnare terreno.

In questo articolo, parlo in maniera più ampia delle community sui social network, come creare terreno fertile per lo sviluppo e come gestirla al meglio!