Per sviluppare e gestire una Social Media Strategy di successo, è sempre consigliabile assumere una figura di riferimento, un professionista con un set di abilità che vanno dal graphic design al content planning, analisi delle metriche etc. 

Ma, in Italia, talvolta un imprenditore ha difficoltà ad allocare un budget esclusivo per la comunicazione, sebbene mi preme ribadire che – nel 2022 – è fondamentale cominciare a considerare il marketing digitale come parte integrante delle spese obbligatorie per un’azienda. 

Tuttavia, c’è una scappatoia temporanea? Assolutamente sì, e il suo nome è Canva. Questo potentissimo software online mette a disposizione dell’utente tutta una serie di strumenti utilissimi per creare e programmare contenuti, ad un costo mensile davvero ridotto. 

In questo articolo, vedremo cos’è Canva nel dettaglio, e come sfruttarlo al meglio per sviluppare e gestire una strategia di contenuti di successo! 

Social Network: cos’è Canva e perché ti serve

Canva è probabilmente la piattaforma di graphic design più utilizzata al mondo, con i suoi 30 milioni di utenti e 6 miliardi di capitale annuale. La sua popolarità è del tutto giustificata, perchè si tratta di fatto di un software che va a sostituirsi a un grafico professionista – almeno in parte. 

Un imprenditore non ha infatti tempo per imparare ad usare l’intero pacchetto Adobe, utile al design di contenuti accattivanti per i Social, e si trova spesso a trascurare la strategia di Social Media Marketing perdendo tantissime opportunità di espandere la propria customer base. 

È proprio qui che Canva viene in aiuto: uno strumento a tutto tondo, che integra la creazione di post già ridimensionati per i diversi social network, la possibilità di modificare e migliorare foto, una piattaforma potentissima per creare video nonché un calendario di contenuti estremamente efficiente.

Le possibilità sono virtualmente infinite: dalla creazione di post e storie per Instagram fino alle immagini di copertina per Facebook e Linkedin, passando per documenti ufficiali in PDF fino a intere landing pages per i siti web. Non esiste grafica impossibile per Canva. 

È possible partire da zero o utilizzare i modelli messi a disposizione, ed è utilizzabile sia da desktop che da cellulare – anche se risulta molto meno intuitiva su schermi piccoli. 

Canva è utilizzata spessissimo da piccoli imprenditori con un budget ridotto, o da professionisti che desiderano ridurre il tempo dedicato alla creazione di contenuti. I risultati sono professionali ed eleganti, già ritagliati per il formato desiderato. 

Il costo mensile minimo per un account Pro è di 11.99 euro, anche se la versione gratuita offre già tantissime funzionalità. Naturalmente, esistono piani più costosi e con più funzionalità, ma la versione Pro ha già tutto quello che potrebbe servire a una piccola impresa. 

Social Network: creare contenuti senza essere grafici

Il motivo per cui tantissimi vengono attratti da questa eccezionale piattaforma online è principalmente la possibilità di creare immagini dall’aspetto professionale senza avere una formazione grafica. 

La funzione di modifica delle foto permette di ottimizzare e rimuovere i difetti delle fotografie, ed aggiungervi filtri per renderle davvero professionali. Sarà possibile ritagliarle, girarle, aggiustare la luminosità, il contrasto, la saturazione e molto altro. 

Alcuni effetti stravolgono completamente la foto con filtri artistici, come la posterizzazione e la rimozione dello sfondo, il che contribuisce a rendere le foto ancora più personalizzate. Tantissimi effetti sono gratuiti, ma è comunque consigliabile utilizzare un account Pro per sfruttare al meglio tutte le potenzialità di Canva. 

Inoltre, come accennato in precedenza, Canva mette a disposizione veri e propri modelli da sfruttare per creare grafiche professionali, completamente personalizzabili e modificabili a seconda delle esigenze del marchio e della brand identity. 

Inoltre, Canva mette a disposizione migliaia di foto, video e grafiche “stock – ovvero utilizzabili senza copyright – nel caso in cui non si disponga di materiale di qualità già pronto all’utilizzo. Il che risulta estremamente conveniente per risparmiare su grafico e fotografo! 

Lo stesso vale anche per i font, ovvero i tipi di testo da utilizzare: ce ne sono tantissimi per tutti i gusti, dalla calligrafia ai tipi più minimal fino ad arrivare a stili complessi e visualmente strabilianti. Ogni casella di testo è altamente personalizzabile. 

Per gli utenti Pro, c’è anche la possibilità di inserire font esterni, nel caso in cui si disponesse di un font unico per il proprio brand. Naturalmente, bisognerà disporre della licenza per utilizzarlo, ma si presuppone che questa sia già in essere.

L’editor drag-and-drop permette di lavorare in maniera semplice con foto, video, modelli, elementi e font. Basterà scegliere il proprio formato, e Canva mostrerà automaticamente tutti gli oggetti disponibili. Facile no? 

Puoi aggiungere elementi in maniera semplice e intuitiva, con il potenziale di creare un output professionale in 10 minuti. Il che funziona alla perfezione per una piccola impresa che vuole essere costante sui Social. 

Canva è ottimo anche per creare video: grazie alla funzione per animare immagini e testi, sarà possibile sviluppare un breve video da pubblicare sui social in pochissimo tempo, ed è davvero consigliato farlo, visto il boom del formato video negli ultimi mesi. 

In questo interessante video di Emanuele Doimo, un tutorial per creare immagini favolose: 

Social Network: il brand kit di Canva

Nei miei articoli ribadisco tantissime volte quanto sia importante avere un’immagine consistente del proprio brand, per essere facilmente riconoscibili e permettere a clienti – e potenziali clienti – di distinguere un brand dal suo stile unico. 

Canva agevola questo aspetto, mettendo a disposizione dei clienti Pro un brand kit, ovvero uno strumento che permette di costruire lo stile del proprio brand in pochissimi passaggi, e di applicarlo in ogni design. 

Per un’azienda relativamente nuova al marketing digitale, è fondamentale non cadere nell’errore di ignorare l’importanza di uno stile ben definito per il marchio. Ecco dove viene in aiuto Canva: sarà possibile scegliere una palette di colori, caricare o scegliere i propri font e creare il logo. 

Canva andrà ad applicare automaticamente gli elementi prescelti all’interno di ogni design, rendendo il lavoro di creazione dei contenuti ancora più semplice e veloce. Consigliatissimo! 

Social Network: come funziona il content calendar di Canva

Un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione per una Social Media Strategy è sicuramente la pianificazione dei contenuti, che spesso si fa tramite un calendario analogico. Canva cambia completamente le regole del gioco. 

Grazie al calendario dei contenuti messo a disposizione da Canva, sarà possibile pianificare la pubblicazione automatica dei contenuti tramite uno strumento semplice e intuitivo, collegando le proprie pagine social. 

So già cosa ti stai chiedendo: posso davvero pubblicare in automatico anche su Instagram? Assolutamente si, con un aggiornamento introdotto recentemente che permette agli utenti di collegare il proprio account Business, pianificare i contenuti e dimenticarsene! 

Da desktop, la piattaforma permette di postare solo immagini e video per i post sul feed, mentre da cellulare sarà possibile anche pianificare reels e storie. Il consiglio è quello di creare contenuti da desktop e pianificarli da mobile! 

Ma non si parla solo di Instagram: grazie a Canva, è possibile pianificare i contenuti per una pletora di piattaforme! Ecco quali: 

  • Business Account di Instagram
  • Gruppi e pagine Facebook
  • Twitter
  • Profili e pagine LinkedIn
  • Pinterest
  • Tumblr

Naturalmente, questa funzione è disponibile solo per gli utenti che utilizzano un piano Pro o superiore, ma attenzione: per le no profit e gli enti di beneficienza è possibile chiedere l’esonero dal pagamento, quindi utilizzare tutte le funzioni in maniera gratuita! 

Social Network: i contro di Canva

Naturalmente, come per ogni cosa, ci sono lati positivi e negativi. Sarebbe disingenuo per me parlare solo delle funzionalità di Canva trascurando invece i contro che l’utilizzo di una piattaforma del genere può portare con sé. 

Il primo punto su cui vorrei soffermarmi è – come già accennato – l’utilizzo di Canva vs la collaborazione con un professionista. È bene specificare che, sebbene le funzioni di Canva facciano un ottimo lavoro, non potranno mai sostituirsi a un Social Media Manager. 

È impensabile e arrogante pensare che un’intelligenza artificiale possa prendere il posto di un professionista con abilità e competenze di gran lunga superiori a uno strumento come Canva. Utilizzarlo per la propria strategia dovrebbe essere una misura temporanea fino al raggiungimento di un budget sufficiente per assumere una figura professionale! 

Inoltre, sebbene i design di Canva siano di fatto piacevoli alla vista e dall’aspetto professionale, non viene creato niente di nuovo. Modelli e grafiche sono naturalmente precostruite, e il potenziale di personalizzazione è limitato agli elementi già presenti. 

Le grafiche sono quelle messe a disposizione da Canva, e possono risultare limitanti talvolta, specialmente se si fa un utilizzo intensivo della piattaforma. A differenza di Adobe Illustrator, che permette invece di creare grafiche uniche da zero.

Inoltre, sebbene lo strumento di modifica delle foto sia decisamente performante, non è lontanamente al livello di Photoshop, tramite il quale è possibile effettuare modifiche sostanziali e precise, funzionalità che Canva non ha. 

Il che mi porta al punto finale: con un lavoro non professionale, è possibile che le foto e i modelli appaiano estremamente generici. Sì, c’è l’imbarazzo della scelta, ma rimangono comunque elementi utilizzati da 30 milioni di persone in tutto il mondo. 

In conclusione, come ho spesso ribadito nell’articolo, Canva non può e non deve sostituirsi a un professionista, o a un team di professionisti. Per avere uno stile davvero unico e ben congegnato, bisogna – come per tutto – spendere qualche soldino in più. 

Tuttavia, sul lungo periodo, ne varrà davvero la pena!