La prima impressione è quella che conta di più. Che tu abbia un’esperienza pluriennale nel tuo settore, o che tu stia appena entrando nel mondo del lavoro, un curriculum ben fatto è la tua prima opportunità per fare una buona impressione con una nuova azienda, incrementando le tue possibilità di ottenere un colloquio. 

Il tuo curriculum riflette chi sei e quanto vali. Dovrai raccontare in una – o massimo due pagine la tua storia, le tue esperienze lavorative, il tuo percorso di studi, e dovrai farlo in modo da riuscire a distinguerti dalla massa di altri candidati. 

In tantissimi consigliano di creare il proprio curriculum proprio su Canva, un software di sviluppo grafico semplice e intuitivo che ti permette di generare un documento davvero personalizzato e accattivante. In questo articolo, vedremo come! 

La lettera di presentazione prima di tutto: come crearla con Canva

Le lettere di presentazione sono un argomento piuttosto controverso tra i datori di lavoro. Alcuni preferiscono averne una per farsi un’idea generale del candidato, altri preferiscono invece saltare subito al curriculum vitae. Tuttavia, meglio creare la tua per accontentare tutti. 

Per trovare il tuo layout migliore, digita “Lettera di presentazione” nella casella di ricerca sulla Homepage di Canva, e scegli il modello che preferisci tra i centinaia a disposizione. 

La tua cover letter dovrebbe spiegare chi sei, perché ti stai candidando a una specifica posizione lavorativa e quali capacità puoi sfruttare per brillare sul tuo nuovo posto di lavoro. Naturalmente, adatta il tono di voce all’azienda per cui ti stai candidando. 

Se si tratta di un’istituzione dal tono formale, non perderti in digressioni, ma se invece è una start-up giovane e dinamica, hai più spazio di manovra per far trasparire la tua personalità. Sii autentico e non mentire: tutto ciò che dirai potrà essere usato contro di te! 

Creare un layout perfetto per il tuo curriculum con Canva 

Utilizzare Word o Publisher per creare il tuo curriculum è ormai storia passata: dimentica le ore spese a perdere la pazienza per le spaziature, l’inserimento delle immagini e delle cornici anni 90’ disponibili su questi software.

Canva mette infatti a disposizione un vero e proprio programma di creazione del tuo curriculum, attraverso il quale potrai scegliere tra centinaia di modelli preimpostati che potrai poi personalizzare a modo tuo. 

In questo modo, lascerai che Canva scelga la tua palette e i tuoi stili, così da poterti concentrare esclusivamente sul tuo contenuto. Come fare? 

Recati sull’Homepage di Canva e digita “Curriculum Vitae” nella barra di ricerca. Questo ti darà accesso a tutti i modelli, e potrai scegliere quello che più si allinea alla tua personalità. Dopodichè starà a te riempirlo in maniera efficace. Ecco qualche consiglio iniziale: 

  • Leggi attentamente l’offerta di lavoro e segnati tutte le abilità e competenze richieste per ottenere un colloquio
  • Appuntanti tutto ciò che vuoi includere sul tuo curriculum vitae, per evitare di dimenticarti qualcosa, e assicurati che le tue competenze e skills si allineino con l’offerta di lavoro 
  • Scegli un template che si allinea all’offerta di lavoro a cui stai rispondendo: se cerchi qualcosa di più colorato, o qualcosa di più formale, specificalo quando effettuera i la ricerca dei modelli su Canva
  • Non aver paura di aggiungere il tuo tocco personale: tutti i modelli sono altamente personalizzabili e creati per essere modificati a piacimento, quindi fai davvero trasparire la tua personalità
  • Salva la versione finale del tuo CV come template per poter tornare in futuro e modificarla a seconda delle tue nuove esperienze e di eventuali candidature diverse
  • Scarica il modello che hai creato come PDF e assicurati che tutto sia al posto giusto 

Vorresti davvero lasciare il datore di lavoro a bocca aperta? Prova a utilizzare uno dei modelli “Curriculum Video” su Canva. Se infatti risulta difficile esprimere al meglio la tua personalità su un documento statico, un video ti permette di sbizzarrirti, e nel contempo di farti conoscere meglio da un potenziale datore di lavoro. 

Ora che abbiamo visto gli aspetti tecnici del creare un curriculum con Canva, vediamo cosa è fondamentale includere nel documento. Ricorda che il tuo CV dovrà contenere al massimo due pagine, quindi dovrai trovare il modo di farci stare tutto. 

Ma non preoccuparti, abbiamo dei consigli interessanti per te! 

Le informazioni esseniali da includere nel tuo curriculum su Canva 

1. Le informazioni di contatto 

Naturalmente, sul tuo curriculum vitae, dovrai inserire le tue informazioni di contatto per permettere al datore di lavoro di ricontattarti. Esse dovrebbero posizionarsi in alto, sulla prima pagina del documento, così da essere immediatamente reperibili. 

Per risparmiare spazio, formatta il tuo nome e la tua professione in grassetto e solo di poco più grande rispetto al resto del testo. Questo dovrebbe renderli sufficientemente in evidenza, rispetto al resto. Includi poi solo il numero di telefono e l’indirizzo di residenza e il gioco è fatto! 

2. Inserisci solo le esperienze più rilevanti

Se hai più di quattro esperienze lavorative diverse, selezionane due tra le più rilevanti – idealmente le più recenti – per la posizione a cui ti stai candidando. Dichiara brevemente per chi hai lavorato, la posizione, la durata dell’incarico e una corta descrizione delle tue mansioni. 

Consiglio magico: utilizza le keyword presenti sull’offerta di lavoro. La maggior parte degli HR effettua ricerche sommarie per risparmiare tempo, e tu gli offrirai esattamente ciò di cui ha bisogno! 

3. Elenca le tue competenze su una linea sola

Invece di creare il solito elenco puntato – che occupa spazio – metti tutte le tue competenze su una linea sola, utilizzando una singola parola o una breve frase. Questo ti farà risparmiare spazio e renderà più facile all’HR valutare il tuo curriculum vitae! 

4. Unisci alcune delle tue esperienze lavorative

Potresti aver lavorato per più aziende facendo però la stessa cosa. Visto che si tratta di una grossa fetta della tua esperienza, combina più aziende in una singola voce, ed elenca le mansioni chiave in uno spazio ridotto sul tuo curriculum vitae. 

5. Includi solo i percorsi di studio più rilevanti 

Ricorda di includere assolutamente laurea e diploma, se li hai. Per il resto, considera se ciascun titolo è rilevante per la posizione a cui ti stai candidando. Con questo si intendono corsi di formazione o attestati di partecipazione a eventi formativi. 

Chiediti se è utile all’HR sapere se hai fatto un corso di cucina o uno di botanica, e se la risposta è no, risparmia spazio! Tuttavia, se invece hai fatto un corso di scrittura creativa, e ti stai candidando per la posizione di copywriter, considera di includerlo: tutto sta nella parola chiave, rilevanza! 

Trucchetti per creare un curriculum conciso e diretto su Canva 

1. Lascia che sia l’HR a chiederti le referenze 

Se a volte si usa scrivere la classica dicitura “Referenze su richiesta” su un curriculum vitae, potresti risparmiare spazio togliendo questa sezione. Se serviranno, te le chiederà l’HR durante il colloquio o in una lettera di risposta a prescindere che tu lo dica o meno. 

Non dovrai neanche includere hobby, interessi o volontariato se non sono rilevanti per il lavoro. Se l’HR è interessato a questo tipo di cose, te le chiederà! 

2. Usa cifre invece di scrivere i numeri in lettere

Un numero scritto in lettere occupa molto più spazio di una semplice cifra. Quindi, invece di “uno”, utilizza “1”, e invece di “cento”, “100”. Questo non è solo un trucchetto salva spazio, ma anche una strategia visuale che renderà il tuo curriculum vitae molto più accattivante. 

3. Utilizza acronimi comuni nella tua industria

Ovunque possibile, cerca di utilizzare acronimi di uso comune nella tua industria di riferimento. Se ad esempio ti stai candidando a una posizione nel tech, potresti includere acronimi come SQL, SaaS e SEO senza dover per forza allungare! 

4. Revisiona per tagliare sintassi prolissa

Ricontrolla il tuo curriculum vitae per cercare frasi e parole inutili. Se una frase ha senso anche senza una parola in più, eliminala. Oppure, potresti utilizzare delle abbreviazioni a parola singola, o sostituire una parola lunga con una più corta.

Ad esempio, invece di dire “Le mie mansioni quotidiane includevano…”, scrivi “Le mansioni includevano…”. 

5. Riduci i margini

Solitamente, nei vecchi curriculum vitae veniva richiesto di lasciare un consistente margine – più che altro per permetterne la stampa. Visto che il tuo CV sarà di due sole pagine, e dovrai ottimizzare gli spazi, lascia solo mezzo centimetro, se ne hai bisogno. 

6. Scrivi più piccolo

Se utilizzi font standard come Calibri, Times New Roman o Helvetica, rimani fisso sulla dimensione 12, che è quella universalmente accettata. Nel caso in cui ti servisse più spazio, riducila a 11.5 o 11: fidati, sarà ancora leggibile e la differenza sarà impercettibile. Lavora anche sul ridurre l’interlinea. 

Le informazioni di contatto possono anche essere scritte più in piccolo, se necessario, ma non scendere mai sotto i 10 punti di dimensione! 

7. Usa elenchi puntati invece di paragrafi 

Invece che scrivere paragrafi pieni, cerca di “stringere” in singoli punti di un elenco puntato. Questo ti aiuterà non solo a risparmiare spazio, ma anche a comunicare in maniera più diretta e facilitare il lavoro dell’HR nel trovare ciò che gli serve. 

In conclusione: qualche ulteriore consiglio per creare il tuo curriculum con Canva

Ecco alcuni trucchetti per risparmiare ancora più spazio, che su Canva è ancora più facile usare:

  • Aggiusta la spaziatura dei paragrafi e degli elenchi puntati
  • Riduci la spaziature tra più paragrafi e sezioni
  • Crea una piccola colonna a lato dove includere i dati di contatto e le tue competenze generali 

Infine, meno che l’offerta di lavoro dichiari specificatamente un determinato formato, salva e invia il tuo curriculum vitae in PDF. Non solo questo formato è il più utilizzato, ma è anche il più semplice da utilizzare per un HR.