Tutte le aziende presenti sul mercato redigono e aggiornano costantemente un business plan comprendente tutte le mosse da compiere e i progetti da svolgere per espandere gli affari ed ampliare il proprio pubblico. 

In ogni business plan che si rispetti deve obbligatoriamente esserci una sezione interamente dedicata al marketing e alle strategie di promozione

Non si può infatti sperare di andare avanti nel mondo del commercio senza una serie di azioni volte e sponsorizzare e pubblicizzare il lavoro svolto e quello ancora da svolgere. 

A differenza di ciò che pensano molte persone, questo vale per tutte le imprese indistintamente: PMI, e-commerce, multinazionali, etc…

È assolutamente sbagliato pensare che solo le imprese più piccole devono farsi pubblicità per continuare a lavorare indisturbate.

Tutte ma proprio tutte le attività hanno bisogno di fare marketing!

Ad oggi il marketing comprende tantissime branchie molto differenti tra loro, ma tutte estremamente utili. L’ideale sarebbe infatti poter sfruttare ogni singola tipologia. 

Tra queste, quella che ad oggi ricopre una posizione di assoluto rilievo è sicuramente il marketing digitale

Nelle prossime righe scopriremo cos’è il digital marketing, perché è indispensabile e tutte le informazioni da sapere per farlo nel modo corretto.

Cos'è il digital marketing e perché è importante 

Il digital marketing è una componente del marketing che sfrutta la tecnologia, in particolare Internet, per promuovere e sponsorizzare i contenuti di una determinata azienda. 

Il momento di massimo sviluppo del digital marketing si ebbe intorno agli anni 2000, quando vennero introdotti i primissimi social network e le varie imprese compresero la potenza e l’impatto che il mondo della rete aveva sulla popolazione. 

Possiamo dire che i commercianti di quel tempo ci avevano sicuramente visto lungo. Infatti, da quel momento è iniziata una continua ascesa che ancora oggi sembra non avere un freno. 

Chiaramente, l’evoluzione della tecnologia e dei social è direttamente proporzionale all’utilità che questi hanno per il marketing, la pubblicità, la SEO e tutto ciò che riguarda le attività di promozione online. 

Di conseguenza, man mano che le varie piattaforme digitali hanno incorporato sempre più novità ed aggiornamenti, le persone si sono avvicinate maggiormente agli shop online andando a rimpiazzare le visite nei negozi fisici. 

Questo è il primo grande motivo per cui fare digital marketing oggi è importante, se non indispensabile, per qualsiasi attività, a prescindere che questa operi unicamente online o offline. 

Si tratta infatti del modo più diretto ed efficace per confermare al pubblico la propria presenza sul mercato. 

A maggior ragione se si pensa all’uso smisurato che oggi molte persone fanno di Internet e soprattutto dei social network

In poche parole, se qualcosa non passa sui social è come se non esistesse affatto. 

Ed ecco quindi che si va alla ricerca di tutti i metodi possibili ed immaginabili per realizzare una perfetta immagine della propria impresa e si cercando vari escamotage per farla passare come la miglior scelta agli occhi dei consumatori. 

Per riuscire in tutto ciò è necessario avvalersi di una serie di strumenti fondanti del digital marketing: la SEO e la SEM, il content marketing, le campagne pubblicitarie, l’e-mail marketing, l’influencer marketing e tanto altro. 

I vantaggi del digital marketing 

Il primo obiettivo di qualsiasi azienda è senza ombra di dubbio avere sempre più clienti. Essi, infatti, rappresentano l’unico modo per avere un guadagno sicuro e continuo.

Per cercare di ampliare il proprio target ed il proprio pubblico, molte imprese spendono ancora migliaia di euro per la creazione di inserzioni offline, volantini, cartelloni e spazi pubblicitari vari. 

Non fraintendete! Non stiamo dicendo che tutto ciò non porti benefici all’attività, anzi, sicuramente più opzioni si mettono in atto meglio è.

Tuttavia, oggi i mezzi di comunicazione e di divulgazione delle informazioni per eccellenza sono i computer e gli smartphone. 

Basti pensare che gli italiani trascorrono in media dalle 2 alle 3 ore al giorno navigando in rete con il proprio cellulare. 

Questo è un dato assolutamente strabiliante e fondamentale per capire quanto potrebbe cambiare e migliorare la pubblicità di un’azienda se tutti gli investimenti effettuati per gli annunci fisici venissero trasferiti nel marketing online. 

Se ancora non siete pienamente convinti, vediamo qui di seguito i vantaggi del digital marketing:

  • Nessun limite di spazio e tempo 

Questo beneficio è forse il più importante di tutti, poiché è determinante per il successo o meno di una campagna pubblicitaria e per la sua efficacia.

A differenza delle attività di marketing fisiche circoscritte solo ad alcuni strumenti e solo in specifiche zone, il marketing digitale non incontra alcun tipo di limite. 

Tutte le promozioni fatte online possono essere visionate in ogni momento della giornata e soprattutto in qualsiasi parte del mondo. 

Tutto ciò è molto importante per un’azienda, poiché è come se fosse attiva e presente nella vita dei consumatori 24 ore su 24.

  • Monitoraggio dei risultati 

Quante imprese sarebbero curiose di sapere se i propri spot pubblicitari sono effettivamente apprezzati? O se le persone notano gli annunci o, al contrario, strappano i volantini? 

Come potrete immaginare, per chi effettua solo promozione offline tutto ciò non è possibile: non saremmo mai in grado di conoscere il parere di un potenziale cliente, a meno che non vengano svolti studi o interviste. 

Lo stesso non si può dire per il mondo di Internet e soprattutto dei social network! Qui i feedback sono diretti e visibili in qualsiasi momento. 

È possibile sapere ogni singola opinione semplicemente visualizzando gli aggiornamenti del proprio canale.

Identificazione delle buyer personas 

Le buyer personas rappresentano i clienti ideali di un brand o di un’azienda. 

Proprio grazie al monitoraggio dei feedback, analizzato poco fa, è molto più semplice intuire quali sono le caratteristiche principali delle persone interessate ai prodotti e ai servizi in vendita. 

Questo può sembrare un vantaggio fine a sé stesso, ma non è così! È un po’ come avere le risposte senza fare alcuna domanda. 

Dal momento che siete a conoscenza di cosa viene apprezzato e cosa no, potrete comodamente plasmare l’offerta in base alle richieste, così da non sbagliare e ottenere un guadagno sicuro.

  • Miglioramento della brand awareness e della brand reputation 

Per chi di voi non lo sapesse, la brand awareness è la conoscenza di un marchio, mentre la brand reputation è la sua reputazione. 

Queste due componenti vanno assolutamente di pari passo e rispecchiano la popolarità ed il valore che un’attività ha online.

Grazie al digital marketing entrambe subiscono un’impennata notevole, sia perché la presenza sui canali digitali dona credibilità all’impresa, sia perché chiunque può sapere come opera anche sulla base delle recensioni e dei pareri altrui. 

  • Relazione con il cliente 

Ultimo ma non per importanza abbiamo un vantaggio incentrato unicamente sul rapporto con i clienti. 

Grazie alle pagine social e alle varie piattaforme di networking, è molto più semplice per i consumatori entrare in contatto con il brand ed è molto più pratico per il brand fornire risposte dirette e tempestive. 

Garantire un servizio clienti efficace è sempre importante per un’azienda, perché in questo modo dimostra professionalità, dedizione al lavoro, ma soprattutto cura per le richieste del pubblico.  

Strumenti necessari per fare digital marketing 

Ora che siete a conoscenza dei numerosi benefici che possono derivare dal digital marketing, sicuramente vorrete sapere attraverso quali mezzi si diffondono le strategie di promozione online. 

Vediamo qui di seguito 4 strumenti fondamentali che devono necessariamente coesistere per fare marketing digitale al giorno d’oggi:

  • SEO

La sigla SEO sta per “Search Engine Optimization”, ovvero “ottimizzazione per motori di ricerca” e comprende tutte quelle azioni volte a migliorare il posizionamento di un contenuto nei vari motori di ricerca. 

Provate ad immaginare un brand privo di punti vendita fisici che opera unicamente online. In casi come questo la prima preoccupazione dei commercianti è quella di assicurarsi che il sito venga cercato e cliccato dagli utenti.

Per riuscire in questo scopo è necessario mettere in atto alcune accortezze, ad esempio creare delle schede prodotto utilizzando le giuste parole chiave, oppure realizzare annunci pubblicitari composti da frasi “Call to action”.

  • E-mail marketing

Le e-mail sono un ottimo metodo per fidelizzare il cliente e far percepire continuamente la propria presenza e la passione verso ciò che si fa. 

Ovviamente non vi stiamo consigliando di realizzare quei fastidiosissimi messaggi di spam che con tutta probabilità finiranno in automatico nel cestino o nella posta indesiderata. 

Al contrario, quello che dovrete fare è conoscere il cliente, accompagnarlo nella sua esperienza con l’attività e dimostrarvi disponibili anche ad acquisto avvenuto.  

  • Content marketing 

Come si può facilmente intuire dal nome, questa particolare categoria di marketing si concentra unicamente sui contenuti proposti attraverso i vari canali.

Più nello specifico si fa riferimento a contenuti di valore, persuasivi, accattivanti e che possano scaturire un senso di curiosità ed interesse nei consumatori. 

Non dimenticate che ogni utente online è un potenziale cliente: bisogna quindi far leva su ciò che maggiormente apprezza chi naviga in rete.

A tale scopo vin consigliamo di realizzare post interattivi, video, contest, sondaggi e foto di alta qualità.

  • Social media marketing 

Anche in questo caso abbiamo lasciato per ultimo un elemento di importanza primaria: i social network. 

Diciamo che se i contenuti sono le armi, i social network sono senz’altro il campo da battaglia dove si scende in campo per dimostrare le proprie capacità.

Consigliamo di essere sempre attivi su almeno due piattaforme, così che anche i clienti che non sono iscritti ad una possano ritrovarvi sull’altra.

Ecco qui di seguito i canali principali su cui effettuare l’iscrizione e realizzare una pagina aziendale: Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, YouTube, Snapchat, TikTok.

Digital marketing: i passaggi per farlo nel modo corretto 

Quanto detto finora potrà sembrare molto semplice da mettere in pratica, soprattutto per tutti coloro che se ne intendono di social network o sono particolarmente ferrati con la tecnologia. 

Nonostante ciò possiamo assicurarvi che è molto più facile a dirsi che a farsi: spesso, infatti, si tende a sottovalutare il lavoro da svolgere e si finisce per non portare a termine nemmeno la metà dei progetti. 

Dato che siamo sicuri che non volete fare un buco nell’acqua, ecco qui di seguito i passaggi da seguire per fare un buon lavoro:

  • 1. Impostare un piano di partenza: qualsiasi progetto lavorativo inizia con un programma ordinato e strutturato con tutti gli step da seguire. Chi ben comincia è a metà dell’opera, quindi è fondamentale organizzare giorno per giorno tutte le mosse da fare: pubblicazioni, aggiornamenti, pubblicità, etc…
  • 2. Identificare il proprio target: nessuno dei vostri progetti potrà essere apprezzato a fondo se proposto al pubblico sbagliato. Prima ancora di capire cosa pubblicare, è importante sapere per chi pubblicare. È quindi necessario identificare un preciso target di riferimento ed operare di conseguenza.
  • 3. Studiare la concorrenza: così come è importante l’analisi del pubblico, è fondamentale anche lo studio della concorrenza. Conoscere i diretti rivali presenti sul mercato permette di calibrare meglio le mosse da fare e capire quali sono quelle da non fare. Avere un metro di paragone nel mondo del commercio e del marketing è sempre una buona cosa.
  • 4. Iscriversi alle principali piattaforme social: la creazione di pagine business è un punto cruciale per il digital marketing. Come vi abbiamo già consigliato precedentemente, è sempre meglio essere presenti su più piattaforme nello stesso momento, così da aprire differenti canali di comunicazione.
  • 5. Pubblicare i contenuti e monitorarli: ora che siete presenti sul web potrete finalmente cominciare a pubblicare i primi post ricordando sempre che ogni piattaforma predilige una tipologia di contenuto differente. Consigliamo quindi di fare sempre dei piccoli test prima di iniziare una vera e propria campagna pubblicitaria.
  • 6. Avere pazienza: la maggior parte delle persone che fanno digital marketing oggi spera di vedere i primi risultati nel giro di qualche giorno. Come per tante altri campi della vita, la realtà è solo una: ci vuole tempo! Date tempo agli utenti di conoscervi, di scrutare le proposte e di capire se effettivamente possono fidarsi di voi. Dimostratevi presenti e pazienti! Fidatevi che solo così i successi arrivano. 

Digital marketing: alcuni esempi di successo!

Finora abbiamo trattato il digital marketing soprattutto in un’ottica commerciale, ovvero finalizzato alla vendita di prodotti e servizi da parte di un brand o di un’azienda.

Non dobbiamo però dimenticare che queste strategie possono essere messe in atto anche in tanti altri campi e soprattutto per tanti altri lavori online. 

Vediamo alcuni esempi di successo di professioni che sfruttano il digital marketing.

Il più classico è sicuramente il social media manager.

Chi ricopre questo ruolo si occupa di gestire i canali social di un’impresa, un negozio, un evento o anche per conto di una singola persona. 

Per fare un buon lavoro è necessario fondere tutto ciò che abbiamo analizzato in questo articolo: canali social, contenuti, dedizione e costanza. 

Solo in questo modo è possibile portare ad un altro livello la conoscenza del marchio o della persona per cui si sta lavorando.

Un altro esempio molto comune ed estremamente di successo è rappresentano dai copywriter!

Anche in questo caso non è previsto alcun servizio commerciale di vendita; si tratta però di pubblicizzare i testi creati per un blog o per una rivista online. 

In questo caso l’unico vero punto fondamentale è la capacità di utilizzo delle tattiche SEO: trattandosi infatti di pubblicazioni di articoli, la prima cosa a cui stare attenti è parlare di argomenti che sappiamo essere cercati in rete, e successivamente usare parole chiave che possano garantire un buon posizionamento nei motori di ricerca.