Nel 2022 esistono moltissimi modi per guadagnare online, e la continua evoluzione di Internet non fa che incrementarli sempre di più.

Come penso saprete tutti, il metodo più efficace in assoluto è l’apertura di un e-commerce, di cui abbiamo già parlato approfonditamente nell’articolo che potete trovare a questo link

Proprio così! Il commercio elettronico rappresenta una vera e propria miniera d’oro per tutti coloro che decidono di avviare un’attività online. 

Tuttavia, avere delle buone intenzioni ovviamente non basta: è necessario dedicare tempo ed energia ad un progetto affinché questo dia i risultati sperati. 

Inoltre, quando si opera nel mondo della rete, è importante avere pazienza e dimostrare di saper aspettare che le proprie idee vengano apprezzate nel modo giusto. 

La vendita online non è però l’unico metodo per ottenere un guadagno tramite Internet. Ad oggi c’è un’altra tendenza molto diffusa che si sta rivelando estremamente redditizia. 

Stiamo parlando dei blog! 

I blog rappresentano per molte persone un vero e proprio lavoro; infatti, i proprietari spesso impegnano gran parte della loro giornata all’aggiornamento della pagina web. 

In questo articolo vi spiegheremo cos’è un blog, come si gestisce, quali sono i vantaggi di averne uno e soprattutto come poterci guadagnare qualcosa.

Cos’è un blog e perché averne uno?

Forse non tutti lo sanno ma il concetto di blog è stato introdotto la prima volta negli anni 90. Più precisamente il primissimo risale al 23 dicembre 1997, quando l’americano Jorn Barger decise di aprire una pagina interamente dedicata alla propria passione: la caccia. 

Da quel momento ha preso piede l’idea di condividere diverse attività con altre persone, in particolare con tutti coloro con cui si avevano interessi in comune. 

Ad oggi questo pensiero non è cambiato, anzi si è confermato e ulteriormente rafforzato; infatti, i blog sono spesso una bellissima occasione per fare nuove conoscenze e avere un confronto con chi si rispecchia nei contenuti della pagina.

Se dovessimo quindi rispondere alla domanda “che cos’è un blog?” diremmo semplicemente che si tratta di una sorta di diario personale virtuale sul quale vengono raccontate esperienze e condivisi pensieri attraverso testi, immagini, video e tanto altro. 

Da queste poche righe si può facilmente intuire che esistono diversi tipi di blog a seconda degli argomenti che si vogliono trattare. 

Navigando su Internet è possibile trovare blog di cucina, di viaggi, di informatica, di cultura generale e tanti altri. 

Nonostante la grande quantità e varietà di queste pagine web, purtroppo le aperture di nuovi blog hanno subito una brusca frenata nei primi anni Duemila, a causa dell’avvento dei principali social network

I social hanno sostituito se non rimpiazzato del tutto l’attività di blogging, la quale è stata appunto spostata all’interno di canali social dove l’interazione con il pubblico risulta più diretta ed immediata. 

Tuttavia, avere un blog porta ancora oggi diversi vantaggi. Scopriamo quindi perché averne uno!

I motivi sono svariati e dipendono fortemente dall’attività che svolge una persona.

Per chi ama scrivere o svolge un ruolo da copywriter è sicuramente un modo per tenersi in allenamento e dimostrare le proprie capacità. 

Per coloro che invece hanno un negozio o un’impresa commerciale, può essere una utilissima strategia di marketing per pubblicizzare i propri prodotti. 

Inoltre, i blog aziendali rappresentano un ottimo metodo di fidelizzazione del cliente, poiché permettono di instaurare rapporti virtuali solidi e continuativi. 

Principi fondamentali per fare blogging oggi 

Sicuramente chi ha un blog personale da anni avrà ormai imparato come gestirlo al meglio e soprattutto quali tattiche usare per aumentare i propri lettori. 

Per chi invece parte da zero, trovare le giuste idee e farsi notare agli occhi del pubblico può sembrare un’impresa ardua. 

Ecco perché vogliamo presentarvi 4 principi fondamentali per svolgere un’ottima attività di blogging:

  • Avere la giusta motivazione 

Questo è sicuramente un requisito comune a tantissime attività al giorno d’oggi. Dopotutto, a prescindere da quale strada si decide di intraprendere, è importante procedere con convinzione e determinazione. 

La prima cosa da fare prima di aprire un blog è quindi porsi degli obiettivi ed impostare un piano strutturato a funzionale al raggiungimento di essi. 

Ogni singolo articolo o testo va scritto con passione ed impegno cercando di dimostrare tutto l’interesse che si ha verso ciò che si sta comunicando. 

Così facendo si otterranno i primi lettori e sarà possibile cominciare a pensare a qualche strategia di guadagno.

  • Definire gli argomenti ed il pubblico

Come abbiamo detto, esistono blog per ogni genere di argomento. È quindi importante focalizzarsi su un’unica tematica e approfondirla in tutti i suoi aspetti. 

Ci sono tante persone che sperano di incontrare i gusti di tutti toccando diversi campi, ma questo, oltre che sbagliato, ovviamente non è possibile.

Meglio una cosa fatta bene, che mille fatte in modo superficiale!

Una volta definito l’argomento pian piano si creerà in automatico una piccola nicchia di persone interessate, con le quali si avrà uno scambio di informazioni reciproco e nel tempo sarà sempre più facile comprendere i loro bisogni e cosa desiderano leggere. 

In questo modo potrete adattarvi di conseguenza e modificare l’offerta ad esempio introducendo video corsi, quiz, etc…

  • Creare un bel sito 

Tutte le pagine presenti sul web devono attenersi a degli standard estetici minimi per apparire coinvolgenti e far sì che i visitatori siano motivati a proseguire nella ricerca. 

Ogni tipologia di blog ha una propria grafica di riferimento, che ovviamente dipende dall’argomento trattato e dalla finalità del sito.

Se ad esempio è una pagina dedicata ad un brand andrà messo subito in mostra il catalogo dei prodotti. Se si vuole promuovere la propria attività una bella idea è quella di realizzare un portfolio. Se invece si parla di viaggi saranno sicuramente indispensabili le foto e gli itinerari svolti. 

Insomma, per ogni tematica c’è una giusta combinazione per mettere in risalto il lavoro. Non vi resta che dar libero sfogo alla vostra fantasia e trovarla!

  • Utilizza la SEO

La sigla SEO sta per “Search Engine Optimization”, ovvero “ottimizzazione per motori di ricerca” e comprende tutte quelle azioni volte a migliorare il posizionamento di un sito web all’interno di Internet.

È quindi un tassello fondamentale per aumentare il numero di lettori. Ma come fare? 

Alcune accortezze utili a questo scopo sono la condivisione di link, immagini, video, l’utilizzo di frasi in grassetto o di elenchi puntati, l’inserimento di pulsanti “Call to action” o il collegamento diretto con i canali social. 

Quanto si può guadagnare con un blog?

Ora che abbiamo visto le basi per gestire un blog, introduciamo l’argomento che siamo sicuri vi interessa di più: i soldi.

È difficile dare una stima esatta di quanto effettivamente si può guadagnare grazie ad un blog. Questo perché non esiste una cifra specifica, infatti l’eventuale profitto dipende da una serie di variabili.

Vediamo qui di seguito quali sono i fattori che incidono sul guadagno derivante dall’attività di blogging: 

  • Vendita di corsi online o pacchetti specifici per qualche attività
  • Promozione di prodotti e servizi
  • Inserimento di pubblicità ed advertising
  • Attività di sponsorizzazione e collaborazioni varie 

Questi sono gli elementi che fanno fluttuare il possibile guadagno di un blog. 

Tuttavia, anche nell’eventualità in cui tutte queste azioni vengano svolte contemporaneamente e nel modo coretto, le entrate non sono sicure al 100%

Questo perché c’è una grande ed unica componente alla base di tutte le variabili citate poco fa: le visualizzazioni! 

Credo sia scontato dire che i feedback sono la ragione principale del successo di qualsiasi pagina web o canale social. Non a caso il mondo della rete gira proprio intorno a questo. 

Per farla breve, un blog che spera di ottenere un guadagno minimo deve raggiungere almeno le 10.000 visualizzazioni mensili, oppure le 300/400 giornaliere. 

Se invece si intende puntare ad un profitto più alto le visualizzazioni necessarie salgono a 50.000 mensili o 1.500/2.000 giornaliere

Veniamo ora ai numeri veri e propri! 

Stando agli studi svolti dal sito ProBlogger su oltre 1.500 blog differenti, ecco i guadagni dichiarati:

  • Il 60% dei blog ricava da 0€ a 99€ al mese
  • Il 25% ricava dai 100€ ai 1.000€ al mese
  • Il 9% ricava dai 1.000€ ai 10.000€ al mese
  • Il 4% riesce ad ottenere un profitto oltre i 10.000€ al mese 

Monetizzare con un blog: 6 strategie infallibili 

Siamo sicuri che a molti di voi i numeri citati poco fa hanno fatto gola. 

Vediamo quindi 6 strategie da poter mettere in atto per monetizzare il proprio blog ed ottenere un guadagno sicuro:

  • Inserzioni pubblicitarie 

Questo è sicuramente il metodo più classico e facile per ottenere una prima base di soldi. 

Tutte le pagine possono essere integrate con annunci pubblicitari forniti direttamente dalle aziende con cui si collabora. 

Un’ottima idea è quella di proporre pubblicità coerente ed in linea con gli argomenti trattatati. Quindi se per esempio si tratta di un blog di informatica, si potrebbero inserire adv di siti di elettronica. 

Chiaramente il guadagno derivante dalla pubblicità dipende da quanti click ottengono i banner. 

  • Google Adsense 

In linea con la strategia precedente troviamo i servizi proposti da Google Adsense, ovvero la piattaforma firmata Google che genera ed inserisce in automatico banner pubblicitari all’interno di un sito web. 

Il lato positivo di questo metodo è che le inserzioni proposte sono estremamente dinamiche e si adattano agli interessi dell’utente. 

Anche in questo caso il profitto dipende dalle visualizzazioni degli annunci. A livello generico è possibile guadagnare dai 0,03 centesimi fino ad 1€ per ogni click. 

  • Affiliazioni 

L’affiliate marketing consiste nell’offrire un servizio ad un’azienda alla quali si è appunto affiliati. 

Nella maggioranza dei casi, questo servizio si concretizza nella vendita di prodotti o servizi altrui. Di conseguenza, un’attività utilizza un blog per promuovere i propri articoli. 

Le commissioni di ciascuna affiliazione dipendono dall’impresa di riferimento e dagli accordi presi con essa. 

Questo risulta essere un metodo estremamente vantaggioso: certe volte il blog può arrivare a percepire quasi il 75% delle entrate, quindi si intasca più di quanto effettivamente prende l'azienda. 

  • Newsletter 

Ormai tutti i siti web offrono ai visitatori la possibilità di iscriversi alla newsletter

In breve, si tratta di una registrazione che un utente fa direttamente all’interno del blog e che gli consente di rimanere sempre aggiornato ogni qualvolta che viene caricato un nuovo contenuto sul sito. 

Questo metodo ha una triplice valenza: aumenta le visualizzazioni, incrementa i potenziali guadagni ed aiuta il processo di fidelizzazione del cliente.

  • Corsi e servizi 

Come abbiamo anticipato, una valida alternativa per ottenere un guadagno da un blog è vendere corsi e pacchetti speciali all’interno del sito stesso.

Chiaramente questi dovranno attenersi al concept della pagina. Se ad esempio l’argomento è la cucina si potrebbero proporre corsi di formazione specifici; se invece si parla di viaggi l’ideale sarebbe vendere pacchetti low cost per qualche giorno fuori porta. 

Insomma, a seconda di cosa trattate, le possibilità sono davvero infinite

  • Spazi in vendita sul sito 

L’ultimo metodo che vogliamo proporvi oggi è la creazione di piccoli spazi all’interno della pagina messi a disposizione ad altri creator per realizzare un loro contenuto. 

In breve, si permette ad altri blogger di utilizzare settori specifici del sito web per inserire un loro post. 

Perché fare questo? Semplice: le collaborazioni incrementano la credibilità e le visualizzazioni. Inoltre, dietro tutto ciò si sviluppa una grandissima attività di backlink a favore di entrambi gli utenti. 

Quali blog rendono di più?

Ad oggi esistono moltissime tipologie di blog. Infatti, come abbiamo detto, è possibile trattare qualsiasi argomento ci venga in mente. 

È giusto però specificare che ci sono alcune pagine che attirano più visitatori di altre. 

Fate attenzione però! I dati che vi stiamo per fornire non sono fissi, anzi subiscono diversi cambiamenti nel corso del tempo.

Questo perché le tendenze, soprattutto quelle online, sono soggette a continue mutazioni. Di conseguenza, anche le pagine consultate sui motori di ricerca variano a seconda del momento.

Ora bando alle ciance e scopriamo subito quali sono i blog più consultati ed apprezzati nel 2022:

  • Relazioni sociali e amore
  • Cucina e ricette
  • Bellezza e make-up
  • Salute e benessere
  • Gossip e attualità
  • Viaggi ed escursioni
  • Fashion e moda 

Questi sono i macro-argomenti che vanno per la maggiore in questo periodo. Se siete intenzionati ad aprire un vostro blog personale, vi consigliamo di tenerli in considerazione!