Non tutti sanno che usare male un hashtag comporta delle conseguenze disastrose sui risultati, sul profilo e sul marketing. Tanti pensano che l’importante sia usarne uno per avere successo. Non è così! 

Un hashtag efficace deve essere pertinente, di volume, specifico e anche di nicchia e dovrà comprendere brand, location, argomento e parola chiave. 

Solo? Assolutamente no! Ovviamente non sono l’unico fattore da considerare per il successo di un contenuto. Importante ricordare che hashtag fatti male penalizzano sui tuoi post e potrebbero costare caro

Infatti, shopify.com conferma l’importanza degli hashtag per i social media:

Aumentare i follower su Instagram, generare engagement, migliorare le performance del proprio e-commerce: sono tanti i motivi per cui i content creator sulla piattaforma cercano di sfruttare il potere dei migliori hashtag Instagram.

Quanti usare per ogni contenuto? Quanti usare in generale sul profilo? Sono le domande che si pongono tutti e che meritano delle risposte.

Ecco perché ti consiglio di leggere e fermarti su ciò che non sai, approfondendo tutti i vari aspetti degli hashtag efficaci. Dalla base alla forma più avanzata, scoprirai tutto quello che c’è da sapere per avere risultati con gli hashtag.

Prosegui per scoprire le 6 cose da sapere per forza sugli hashtag per avere un risultato efficace e di successo. Vedremo cosa sono gli hashtag sui social, come farli, lo scopo, i vantaggi e gli svantaggi e infine gli strumenti gratuiti e online per scegliere i migliori hashtag, tra quelli giusti ed efficaci.

1. Cosa sono gli hashtag sui social media? Saperlo conviene!

Tipico dei blog e dei social media, un hashtag, è un aggregatore a tema usato per fare una identificazione precisa, categorizzando un determinato argomento, sia per una maggiore esperienza utente degli utenti e sia per far capire all’algoritmo di cosa si sta parlando. 

Si tratta di un tag con funzioni che rendono semplice trovare messaggi, utenti, informazioni e contenuti specifici. Questa parola fa riferimento al simbolo del cancelletto, il quale, viene usato per identificare un hashtag in qualsiasi contesto. 

È letteralmente una forma di identificazione supportata da vari servizi, come i social media. Cosa sono gli hashtag sui social media? Una formula scritta da una parola, preceduta dal carattere del cancelletto (#). Principalmente viene posto al’intrno di un testo che vuole trasmettere un messaggio. 

È composto da lettere e cifre e non è permesso inserire spazi per un ottimo funzionamento. Un’etichetta? Potremmo vederla in questo modo. Il termine nasce dall’insieme di due parole. Hash che significa cancelletto e tag che vuol dire etichetta. 

Sui social media spopolano gli hashtag fin dal primo momento. Con la stessa e identica funzione portano ottimi risultati. Vai avanti e scopri come farli!

2. Come fare i migliori hashtag sui social? Formula per il successo!

La regola base generale per utilizzare un hashtag sui social correttamente si divide in più fasi. Scegliere la parola chiave pertinente e di senso logico in base al contenuto è d’obbligo. Conoscere il numero giusto per ogni post è necessario per non sbagliare. Inoltre, è importante controllare la parola chiave e l’argomento centrale. 

La funzione è quella di facilitare la ricerca da parte dell’utente sui social media. Come fare hashtag efficaci sui social media? Per saperli usare bene bisogna concentrarsi sulla ricerca e la categorizzazione. Gli utenti di Twitter, Facebook e Instagram veicolano allo stesso modo messaggi attraverso gli hashtag. 

Quali hashtag scegliere? Chimerarevo.it ha specificato:

Scegliere l’hashtag giusto per i vostri contenuti su Instagram sembrerà banale, ma invece è tutto il contrario. Con l’introduzione del nuovo algoritmo di Instagram, vengono premiati gli hashtag più pertinenti alla foto, mentre il mucchio di hashtag acchiappa-like avranno visibilità ridotta. Il motto è, quindi, pochi ma buoni: cercate di dosare sempre accuratamente gli hashtag, sempre nel limite di 30 hashtag per post consentiti da Instagram.

Il criterio da usare per fare un hashtag di successo è il di usare parole con volume popolare e la pertinenti con la parola chiave. Unicità e memorabilità non devono essere trascurate. Per scegliere un hashtag pertinente devi collegarlo ai temi che si stanno trattando. Usare un hashtag fuori contesto poterà a scarsi risultati. 

Gli hashtag popolari hanno un certo numero di seguaci. Utilizzarli vuol dire aumentare la visibilità. La parola unicità è da ricordare poiché un hashtag unico significa inserire quello del proprio brand. Per quanto riguarda un hashtag memorabile, cosa fare? Semplice, chiaro e coinciso, questo è il segreto. 

Quanti hashtag utilizzare? Italiaonline.it fornisce la risposta:

Instagram consente di inserire un massimo di 30 hashtag per ogni singolo post inserito nel feed, foto o video che sia. Ciò, però, come abbiamo già evidenziato, non significa che ogni post su Instagram, per essere realmente efficace, debba necessariamente contenere sempre 30 hashtag.

Al contrario, le etichette da associare ai propri post andrebbero scelte in maniera oculata, limitandosi a inserire quelli più pertinenti e potenzialmente più efficaci in quel determinato momento sul social network.

Continua la lettura per sapere altre cose da sapere per forza per fare hashtag efficaci e di successo. 

3. Lo scopo degli hashtag: più utilità per i tuoi clienti!

Vediamo adesso a cosa serve un hashtag così da poter capire lo scopo e di conseguenza le funzioni, con il fine di comprende come utilizzarli al meglio per ottenere risultati. Sebbene un hashtag non sia l’elemento fondamentale di un contenuto sui social, tuttavia, è uno dei fattori che porta al successo. 

Pertanto, è fondamentale sapere tutto ciò che potrebbe aiutare a non fare errori. L’hashtag, come abbiamo anticipato, serve a catalogare i post, tramite etichette virtuali, è una forma che identifica un contenuto.

Più hashtag centrali e pertinenti, insieme alla parola chiave principale, portano ottimi risultati. Il nome dell’attività e il luogo sono tipi di hashtag da inserire nei contenuti. 

Per far crescere la popolarità sui social media, gli hashtag sono un’ottima fonte che veicola i tuoi contenuti e li mostra a più persone possibili. Infatti, grazie ad un hashtag si può arrivare al contenuto desiderato. Allora, qual è il suo vero scopo? 

Ne hanno diversi, per cui, se usati insieme, senza arrivare a più di una decina di hashtag specifici, possono far viaggiare il contenuto da profilo a profilo in tutto il social network. Non solo categorizza i post ma fa si che possano essere visualizzati dalle persone a cui interessa quel determinato argomento specifico. 

Difatti, un utente, digitando e cliccando su un qualsiasi hashtag viene immediatamente catapultato su vari contenuti che lo hanno riportato. 

Ecco lo scopo degli hashtag secondo Oberlo.it:

Ricevere più like: gli utenti di Instagram interessati a un particolare argomento cercheranno gli hashtag relativi al tema. 

Ottenere più follower: gli utenti di Instagram interessati a una specifica nicchia sono sempre alla ricerca di contenuti nuovi sul tema. 

Incrementare le vendite: aggiungere hashtag ai tuoi post di Instagram non influisce solo sul seguito sui social media, puoi anche sfruttarli per aumentare le vendite del tuo ecommerce (sì, è possibile vendere su Instagram!). 

Da non sottovalutare i vantaggi e gli svantaggi degli hashtag, così da poterli usare nel migliore dei modi possibili. Eccoli qui sotto! Non perderti subito dopo gli strumenti gratuiti e online per ricercare i migliori hashtag per i social.

4. I vantaggi degli hashtag: eccone 7!

Per fare hashtag efficaci e di successo, sapere quali sono i pro e i benefici ti avvantaggerà. 

1. Consente di connetterti con più utenti

2. Più clienti per la tua attività

3. Aiutano a generare vendite

4. Promuovono azioni di altri utenti

5. Facilitano le ricerche

6. Modi veloci per far arrivare gli utenti sui tuoi contenuti

7. Migliorano la strategia di digital marketing

La maggior parte delle volte non si conoscono i pro e si procede senza usarli. Ecco perché è importante saperli per poter sapere come usarli e con quale scopo o utilità.

5. Gli svantaggi degli hashtag: 4 dovuti dagli errori!

Molto importante sono gli svantaggi e i contro degli hashtag. Per fortuna, sono pochi. Vediamoli di seguito:

1. Utilizzandone troppi o troppo pochi in un solo contenuto non va bene perché si potrebbe andare incontro a un messaggio non chiaro e l’algoritmo ne tiene conto nel posizionamento del contenuto

2. L’eccessivo uso di hashtag posta nei vari contenuti postati rende la pubblicazione non accattivante, infatti, alcuni brand famosi non li usano sempre.

3. Un errore madornale che porta svantaggio degli hashtag è quello di inserirli in ogni parola. Ecco perché la ricerca degli hashtag è fondamentale.

4. Non saperli usare è lo svantaggio più grande perché usati male portano a risultati opposti e fallimentari.

Continua a leggere per scoprire gli strumenti gratuiti e online per scegliere gli hashtag migliori.

6. I 3 strumenti gratis online per scegliere i migliori hashtag!

Ci sono numerosi tool e strumenti gratuiti e online che ci aiutano a trovare le migliori parole chiave pertinente al contenuto che stiamo trattando all’interno del post sui social media.

I migliori social media manager utilizzano strumenti in grado di analizzare gli hashtag più efficaci e di successo. Ricorda gli strumenti gratis online per i migliori hashtag tutti e 3 insieme per una buona strategia.

Hashtagify: indica gli hashtag migliori legati ad un campo specifico e parole chiave correlate e suggerite. Permette di analizzare i trend più famosi, le tendenze dei principali profili e i concorrenti.

Ritetag: un’estensione del browser ma da disponibile anche online. Qui puoi vedere le statistiche, la distribuzione sul territorio e gli account che con i principali hashtag proposti hanno ottenuto maggiore coinvolgimento utente, nonché, engagement.

Keyhole: uno strumento social generale ma anche per gli hashtag. Utile perché ha funzioni come il tracciamento e il monitoraggio degli hashtag raccolti nel tempo e soprattutto usati in tempo reale.