Avere vari account su piattaforme di social media ti dà l'illusione di avere la completa libertà di condividere tutto ciò che vuoi, esprimere i tuoi pensieri e dedicarti ai dibattiti in sicurezza. Ma quello che la maggior parte delle persone non sa è che potrebbero facilmente e rapidamente trasformarsi da divertenti a pericolosi.

Secondo alcune statistiche, migliaia di persone utilizzano quotidianamente le piattaforme di social media. Molti però ancora non sanno che Facebook e le altre app di social media raccolgono le nostre informazioni personali e, inoltre, è importante ricordare che i pericoli dei social media possono andare oltre le aspettative, come ad esempio mettere in pericolo bambini e adolescenti.

Tuttavia, questo non significa che non dovresti pubblicare nulla, esprimiti e condividi le tue belle foto ogni volta che vuoi, ma facendo attenzione.

Questo è il motivo per cui abbiamo raccolto ed elencato qui alcune cose che non dovresti mai condividere.

10 cose da non condividere sui social media

Lavorare per non attirare l'attenzione delle persone sbagliate è l'unico modo per proteggere te stesso e la tua famiglia. Inoltre, mantenere certe cose private e godersele nella vita privata darà loro un significato più profondo.

Stesso discorso vale, forse ancor di più, quando si utilizzano i social aziendali per pubblicizzare la propria attività.

Ecco dunque 10 cose che non andrebbero mai pubblicate sui social:

  • indirizzo di casa e numeri di telefono: sembra una banalità ma non lo è, queste informazioni non vanno mai condivise sui social;
  • dettagli sulla tua relazione: il tuo partner potrebbe finire per perdere il tuo rispetto e i tuoi nemici (soprattutto ex) potrebbero cercare di raggiungerlo e rovinare ciò che hai costruito;
  • confessioni: se dovesse riguardare un amico il consiglio ovviamente è renderlo partecipe per primo e non farlo mai pubblicamente;
  • selfie in momenti sacri: ci sono molti luoghi e occasioni in cui devi comportarti in modo rispettoso, soprattutto quando si ha a che fare con la "sacralità". Evita, per esempio, di scattare un selfie quando ti trovi in ​​cimiteri, funerali, chiese, templi o altri luoghi di culto;
  • lamentele inerenti il lavoro: non è saggio lamentarsi del tuo lavoro nei tuoi account sui social media, soprattutto se i tuoi colleghi hanno accesso a ciò che pubblichi e condividi, infatti potresti persino essere licenziato;
  • la tua posizione: ci sono molte app che consentono a chiunque di tracciare il tuo GPS ovunque tu sia nel mondo;
  • foto delle vacanze: ti consigliamo di non farlo fino al tuo ritorno dalle vacanze, poiché se i ladri sanno che sei fuori città possono entrare in casa tua e rubare i tuoi oggetti di valore;
  • immagini delle feste: potrebbero vederle il tuo capo, un potenziale reclutatore o un familiare e tu perderesti la tua credibilità, se le immagini dovessere essempre "compromettenti";
  • ecografie: molti esperti ritengono che sia inappropriato condividere sui social media foto di bambini non ancora nati.

Documenti di identificazione personale: mai pubblicarli

È comprensibile che i traguardi grandi (o piccoli), come comprare la casa dei loro sogni o ottenere la patente di guida, rendano le persone un po' ingenue, portandoli a condividere la loro gioia online con la famiglia e gli amici.

I seguenti documenti, però, non dovrebbero mai essere pubblicati sui social media:

  • Documenti di identità
  • Passaporti Registri di proprietà
  • Biglietti aerei
  • Patente di guida
  • Qualsiasi cosa contenga il tuo nome o qualsiasi informazione personale.

Informazioni finanziarie: vietato pubblicarle sui social 

Uno degli argomenti più delicati che possiamo toccare è quello relativo al denaro, soprattutto quando manca. Ciò significa che, se hai successo e sei finanziariamente tranquillo, allora non condividerlo sui tuoi account di social media.

Ecco alcune regole da tenere a mente:

  • non condividere mai informazioni su dove tieni i tuoi risparmi o foto delle tue carte di credito. Attireresti solo hacker e ladri a godersi la tua ricchezza.
  • non pubblicare dettagli sui tuoi conti bancari o qualsiasi cosa che confermi il tuo stato finanziario.
  • non devi condividere alcun dettaglio su promozioni o stipendi, nemmeno con la tua lista di amici più stretti, perché l'invidia e la gelosia potrebbero portare a conflitti indesiderati.

Cosa non condividere sui social per non ricadere nel penale

Infine, è bene ricordare che alcune azioni non sono solo pericolose per la nostra incolumità, ma possono portare a conseguenze ben più gravi, addirittura portandoti ad essere perseguito penalmente.

Vediamo alcuni esempi.

  • Commenti insensibili: specialmente su argomenti delicati come politica, religione, sessualità e differenze di genere perché c'è la possibilità di essere arrestato o multato.
  • Contenuti espliciti: i tuoi contenuti potrebbero essere pubblicati sul sito sbagliato anche prima che ti possa rendere conto del tuo errore e tu potresti essere coinvolto in cause legali se contenesse qualcosa che non è permesso dalla legge
  • Dichiarazioni false o non vere su qualcuno: oltre a essere una sciocchezza è un reato a tutti gli effetti. Inoltre, bisogna sempre tener presente che il mondo social è spietato e non tutti riescono a reagire in modo positivo alle notizie false o agli insulti, specialmente oggi.

Devi tenere a mente che una volta che condividi qualcosa pubblicamente, è lì per sempre (o quasi). Potresti eliminarlo, ma chiunque potrebbe averlo già salvato o aver fatto uno screenshot e la cosa peggiore è che non lo sapresti mai. Per questo motivo bisogna essere estremamente attenti nella scelta dei contenuti da condividere sui social.