Tutti i social network sono utili, se non indispensabili, per impostare una strategia di marketing valida e completa.

Sicuramente alcuni sono più indicati per un certo tipo di attività, ma nonostante questo l’utilizzo di una qualsiasi piattaforma social può solo fare bene ad un’impresa.

I motivi per cui vengono utilizzati così tanto sono abbastanza ovvi: offrono una vetrina espositiva senza paragoni e ogni anno stupiscono con nuovi aggiornamenti. 

Senza contare che ogni giorno contano milioni di accessi in tutto il mondo! E diciamoci la verità: a nessuna azienda o negozio su strada capiterà mai di avere tanti visitatori. Quindi l’unico modo è attivarsi online. 

I benefici dei social toccano qualsiasi tipo di attività, a prescindere che questa operi online o offline. Giocano infatti un ruolo fondamentale per gli e-commerce, così come per le PMI e le multinazionali. 

Insomma, per il mercato di oggi tutti i commercianti hanno bisogno di essere presenti su quante più piattaforme possibili. 

Tra queste ce n’è una forse un po’ sottovalutata di cui vogliamo parlarvi in questo articolo: Snapchat

Snapchat in Italia ha avuto il suo momento di gloria circa 5 anni fa. Successivamente è andata pian piano a finire nel dimenticatoio di molti smartphone. 

Tuttavia, vi assicuriamo che nasconde dei piccoli segreti ed un grande potenziale per il marketing. 

Ma bando alle ciance ed addentriamoci subito nel mondo di Snapchat e di tutte le sue funzioni.

Snapchat: cos'è e come si usa

Snapchat è un’applicazione social ideata nel 2011 da alcuni studenti dell’Università di Stanford, il cui scopo era quello di ideare una piattaforma per condividere file foto e video visibili solo per un massimo di 24 ore. 

La primissima versione della piattaforma lanciata sul mercato prevedeva infatti un’unica funzione, ovvero la creazione di quelle che poi sono diventate le famose “Storie”. 

In breve, ogni utente ha un profilo personale attraverso il quale aggiunge i propri amici e con questi condivide contenuti pubblici attraverso una sorta di galleria temporanea multimediale. 

Tutti i contenuti pubblicati si chiamano “Snap” e si concretizzano appunto in una foto o in un video di breve durata, i quali possono essere modificati tramite l’aggiunta di scritte, filtri, messaggi di testo ed altri effetti speciali. 

Inoltre, la piattaforma prevede una sezione di messaggistica privata dove è possibile inviare gli Snap solo a determinate persone per poter chattare con esse. 

Quanto descritto finora rappresentava, come abbiamo detto, la prima versione dell’app, ma come qualsiasi programma, nel tempo ha subito degli aggiornamenti e potenziamenti. 

Sono quindi stati introdotti i “Ricordi”, una funzionalità utile a salvare i contenuti postati che più ci piacciono così da non perderli dopo 24 ore, e tantissimi nuovi filtri con cui sperimentare e divertirsi. 

Tra questi ultimi, una delle novità più grandi è stata l’introduzione di basi sonore e vocali su cui replicare un video. Vi ricorda qualcosa? Proprio così: i “Reel” di Instagram.  

Possiamo quindi dire che per molte cose Snapchat rappresenta un po’ l’antenato di tantissime funzioni aggiunte di recente su social network ben più conosciuti. 

Qual è il meccanismo dietro il funzionamento di Snapchat? 

Per comprenderlo al meglio facciamo un esempio di creazione di uno Snap. 

Per realizzare uno Snap bisogna premere il pulsante di registrazione video posizionato in basso al centro della schermata. Successivamente si può scegliere se caricarlo nella propria storia o se inviarlo privatamente ad un contatto presente tra gli amici. 

Lo Snap creato può essere inviato una sola volta, così come può essere visualizzato una sola volta da chi lo riceve, il quale ovviamente può replicare tramite messaggio o inviando a sua volta un altro snap.

Inoltre, nel 2016 la piattaforma ha introdotto una nuova chat 2.0 che offre la possibilità di registrare note audio ed inviare adesivi. 

Snapchat: come iscriversi e iniziare a fare marketing

Ora che abbiamo visto come funziona Snapchat, scopriamo subito come effettuare la registrazione per iniziare a condividere i propri contenuti. 

L’applicazione di Snapchat è scaricabile sia su dispositivi iOS tramite Apple Store, sia su dispositivi Android tramite Google Play Store

Una volta effettuato il download, potete seguire i seguenti passaggi per procedere alla creazione di un profilo personale:

  • Avviare l’applicazione
  • Premere il pulsante “Registrati
  • Si aprirà un form da compilare dove andrà inserito nome e cognome
  • Premere sul pulsante “Registrati e accetta” per confermare di aver preso visione della policy della piattaforma
  • Inserire la propria data di nascita selezionando giorno, mese e anno e premere “Continua
  • Ora verrà richiesto un username da utilizzare per il profilo Snapchat ed una password per effettuare l’accesso
  • A questo punto andrà inserito un recapito telefonico o una mail di riferimento per permettere all’applicazione di effettuare la verifica dell’identità tramite l’invio di un codice numerico
  • Una volta ricevuto ed inserito il codice premere su “Continua” per completare la registrazione 

Ecco fatto, ora sarete ufficialmente all’interno della community!

NOTA BENE: per poter iniziare a creare e pubblicare contenuti è necessario dare l’autorizzazione all’applicazione di accedere alle funzionalità del microfono, della fotocamera ed eventualmente anche della galleria del telefono. 

Veniamo ora al punto focale di questo articolo, ovvero l’unione tra Snapchat e il mondo del marketing. 

Eh già! Forse non tutti lo sanno, ma anche questo social network può garantire discreti vantaggi per un brand o un’azienda che vogliono espandere i propri affari. 

Come fare per sfruttare Snapchat per il proprio business? 

La primissima cosa da fare è creare uno Snapcode, ovvero un codice simile ad un QR-code collegato direttamente al proprio account, grazie al quale è possibile condividere i propri contenuti con chiunque in un solo passaggio. 

Infatti, una volta generato lo Snapcode, sarà sufficiente avviarlo per visionare subito tutte le info di un profilo aziendale. 

Come creare uno Snapcode? 

Il procedimento è molto semplice: basta selezionare l’icona del proprio profilo posizionata in alto a sinistra e cliccare su “Impostazioni”. Successivamente bisogna premere su “Snapcode” e “Crea Snapcode”. 

A questo punto andrà inserito l’URL collegato all’account che si vuole sponsorizzare ed un’immagine di riferimento. Ed ecco realizzato il codice personalizzato da condividere subito con chi si vuole!

Gli Snapcode sono particolarmente utilizzati nelle campagne di marketing pubblicitario per permettere di avere un collegamento diretto con il canale social. 

Snapchat per il marketing: quali contenuti creare e come

Visto e considerato che Snapchat si può utilizzare anche fare marketing, è fondamentale capire che tipo di Snap creare per ottenere l’attenzione degli utenti e fare in modo che lo Snapcode del profilo aziendale venga condiviso il più possibile. 

Non dimenticate infatti che tutti i contatti a cui lo invierete potranno a loro volta inoltrarlo alla loro rubrica di amici e così via. 

Ma per far si che tutto questo accada è necessario sapere esattamente che passi fare e quali contenuti pubblicare. 

Vediamo quindi qui di seguito cosa fare per iniziare un’attività di marketing su Snapchat:

  • Storie

Le storie rappresentano sicuramente il contenuto più comune ed efficace, poiché permettono di aggiornare tutti gli utenti in tempo reale su ogni tipo di novità inerente all’attività.

Inoltre, è possibile verificare sin da subito i feedback ricevuti osservando il numero di visualizzazioni, i like, i commenti ed eventuali ri-condivisioni. 

  • Filtri personalizzati 

Snapchat, così come altre applicazioni che prevedono l’uso della fotocamera, include una grande varietà di filtri

La maggior parte di questi sono generati e proposti dalla piattaforma stessa, ma è anche possibile crearne alcuni personalizzati ad esempio per alcuni brand, aziende, eventi, lanci di prodotti, etc…

Questo è un contenuto estremamente utile perché dal momento della pubblicazione del filtro, questo può essere utilizzato da tutti gli iscritti a Snapchat; quindi, risulta essere un ottimo metodo di diffusione del brand. 

Ma come funziona esattamente? È necessario creare un template compatibile con programmi come Illustrator o Photoshop, scegliere l’area geografica e le fasce orarie entro le quali rendere disponibile il filtro ed infine attendere l’approvazione dell’applicazione. 

  • Sconti e promozioni 

Uno dei contenuti più apprezzati e condivisi su Snapchat sono i dépliant e le brochure promozionali che offrono sconti ed offerte. 

È importante ricordare sempre che, a differenza dei negozi fisici, le attività promosse sui social non sono soggette a limiti di spazio e di tempo; quindi, conviene sfruttare questo fattore a proprio favore. 

A prescindere dall’orario, è sempre un buon momento per offrire una promozione ai clienti, i quali possono visionarla tranquillamente nell’arco di 24 ore

  • Eventi 

Tutti i social network in generale permettono alle aziende di veicolare l’attenzione dei consumatori verso determinati prodotti o servizi. 

In particolare, ogni volta che un’impresa lancia sul mercato un nuovo articolo viene solitamente organizzato un evento o un progetto che possa mettere in rilievo la novità appena introdotta. 

Grazie agli Snap potrete aumentare notevolmente la curiosità e l’interesse degli utenti verso tutti gli aggiornamenti e gli eventi promossi dal brand. 

Snapchat: come sfruttarlo al massimo per il tuo brand

Sapere quali contenuti pubblicare su un social è importante, ma sicuramente non è tutto!

Ogni attività online ed offline hanno ha bisogno di continua dedizione ed impegno da parte dei proprietari.

Uno degli errori che si tende a fare più spesso quando si opera in rete è la sottovalutazione del lavoro da fare, dei progetti da impostare e soprattutto del tempo da riservare unicamente allo sviluppo dei canali. 

Per sfruttare al meglio le potenzialità di Snapchat e dei social network in generale è importantissimo comprendere innanzitutto che bisogna avere passione verso ciò che si fa e soprattutto pazienza nell’ottenimento dei risultati. 

Per quanto riguarda la parte tecnica vera e propria, ciò che conta di più è puntare i riflettori unicamente su marchio e sulle aspettative che potrebbe creare. 

Consigliamo quindi di realizzare snap che raccontino la storia del brand e di tutti i suoi aggiornamenti. Successivamente salvate questi snap e rendeteli un ricordo fisso, così che possano essere riproposti in futuro. 

Per i clienti è fondamentale conoscere le origini e l’evoluzione di un’attività per scegliere se affidarsi ad essa o meno per i propri acquisti.

Quindi non abbiate paura nel condividere con il pubblico il vostro lavoro, le vostre ricerche, le idee e tutto ciò che avete in mente per migliorare l’impresa. 

Infine, non dimenticate di sfruttare tutte le tipologie di marketing più diffuse sulle piattaforme social, ad esempio l’influencer marketing

In particolare, su Snapchat è diffusa una tendenza chiamata “Snapchat takeover” che consiste nell’affidare totalmente il proprio profilo ad un’altra persona (che solitamente è un influencer o un personaggio pubblico) per una giornata intera. 

Snapchat Takeover è una tattica fantastica per diversificare i contenuti e offrire ai propri clienti un’ondata di freschezza e novità; senza considerare che amplia notevolmente il target e gli spettatori proprio perché la persona a cui viene affidato il profilo propone i contenuti anche ai suoi follower.

Snapchat: come impostare una strategia di marketing

Qualsiasi azienda presente sul mercato che decide di ampliare i propri orizzonti puntando sulle opportunità offerte dai social network deve necessariamente avere una strategia di marketing valida e ben strutturata. 

Per chi è alle prime armi forse non è così semplice capire subito come muoversi. 

Ecco perché vogliamo proporvi una strategia di marketing su Snapchat in pochi step facili e veloci: 

  • Programma i contenuti 

Prima di iniziare a pubblicare gli snap è utile preparare in anticipo tutti i contenuti che si intendono condividere.

Questo da modo di organizzare meglio il lavoro e gestire correttamente l’offerta per il pubblico. 

In particolare, garantisce un vantaggio dal punto di vista degli orari, i quali infatti non sono tutti uguali per pubblicare, anzi alcuni sono decisamente più indicati di altri.

  • Imposta un piano di pubblicazione 

Oltre a scandire il tempo tra uno snap ed un altro è importante decidere esattamente cosa postare e quando. 

Non si deve infatti rischiare di proporre contenuti troppo monotoni o troppo simili tra loro: spaziare e diversificare l’offerta è estremamente importante per mantenere accesa la curiosità e l’attenzione delle persone. 

  • Utilizza i pulsanti “Call to action”

Questo è sicuramente il metodo migliore per potenziare al massimo un account social e far si che effettivamente generi i risultati sperati. 

I pulsanti “Call to action” sono degli imperativi veri e propri che invogliano e spingono gli spettatori ad agire e a compiere un’azione a favore dell’attività, ad esempio “Clicca qui!”, “Scopri subito l’offerta”, “Seguici anche su…”, etc…

Un consiglio è quindi quello di inserirli all’interno degli snap e delle storie collegandoli direttamente ad il link di riferimento o alla pagina web dello shop.