Social media: 5 idee di successo per la tua pagina aziendale

Il marketing sui social media, specialmente quando applicato alla propria pagina aziendale, non è cosa troppo semplice. Richiede un grande investimento di tempo e di denaro, in modo che i propri contenuti siano costanti e sempre coerenti con la propria strategia aziendale. In questo articolo, parleremo di come fare a trasformare la propria pagina aziendale in uno strumento di successo per il proprio business.

Image

Tanto imprescindibile è diventata la presenza sui social media delle aziende attraverso la propria pagina, quanto la gestione di tali canali è diventata complessa.

In effetti, ci si sta accorgendo come il lavoro sui social media non possa essere affidato al caso o all'ispirazione, soprattutto per chi gestisce una pagina aziendale, ma deve essere il frutto di una strategia di digital marketing sempre più ragionata e mirata. Si sta comprendendo come non siano i followers la metrica più importante, ma l'engagement, ovvero il coinvolgimento.

Ecco quindi che semplicemente iscriversi a tutti i social media esistenti ed aprire un profilo aziendale non sarà certamente la scelta più strategica: anzi, sul lungo periodo risulterà addirittura una scelta controproducente.

Ecco quindi che in quest'articolo, abbiamo pensato di darvi alcuni consigli utili e, soprattutto, pratici, per cercare di gestire al meglio le proprie pagine ancorate sui social. Daremo suggerimenti validi per tutte le piattaforme, ma anche suggerimenti ad hoc da applicare alle piattaforme più famose ed utilizzate.

Oltre a ciò, daremo anche seguito a tutte le domande in merito ai contenuti da creare e agli strumenti da utilizzare affinché la propria pagina aziendale sui social media risulti efficace e coinvolgente. Oltre, naturalmente, a raggiungere il risultato ambito.

I 3 requisiti per gestire la tua pagina aziendale sui social media

La prima cosa da fare, ancor prima di iscriversi ad un social network, è quello di avere una strategia.

Prima ancora di aprire un account, è infatti necessario capire a quale social network destinare il proprio tempo e la propria attenzione: perché, certamente, e questo è da mettere in conto sin da subito, l'attività sui social media richiederà molto tempo e molte risorse.

Nell'analisi strategica preliminare, insomma, sarà necessario definire quali sono gli obiettivi della propria presenza sui social media, qual è il target su cui vogliamo puntare e quante risorse vogliamo destinare.

Dobbiamo quindi comprendere quale o quali sono i social più adatti alla nostra azienda anche in base al target che già abbiamo o al target sul quale vogliamo puntare. Solo da lì, si potrà partire con l'apertura degli account. Anche le risorse dovranno essere argomento di discussione. Non parliamo solo di tempo, ma anche di denaro.

Bisogna decidere quanto denaro si voglia investire, non soltanto destinato a chi si occuperà fisicamente della creazione dei contenuti, ma anche di eventuali campagne pubblicitarie, della gestione di influencer qualora desiderato, ecc.

In secondo luogo, dopo aver creato la propria pagina, in linea con la strategia, gli obiettivi e la brand voice, si dovrà definire un calendario di contenuti, ovvero il calendario editoriale.

Tutto ciò permetterà di avere una scaletta ben organizzata di contenuti da proporre che rispetti il piano aziendale di produzione e promozione di prodotti e servizi. Non soltanto: un calendario editoriale sarà lo strumento indispensabile che permetterà la gestione della pagina in modo rapido ed efficiente.

In terzo luogo, come in qualsiasi strategia che si rispetti, bisogna che i risultati raggiunti dalla pagina aziendale siano monitorati. Che ne sia seguito l'andamento e che, eventualmente, ne sia ritarata la strategia.

Sarebbe del tutto inutile, dopo un lavoro preliminare così ben eseguito, non aggiornarlo costantemente in base ai successivi sviluppi.

Ed ora, dopo aver analizzato la situazione dal punto di vista generale, cerchiamo di approfondire, prendendo in esame social per social.

4 idee per far crescere la pagina aziendale di Facebook

Promuovere la propria pagina Instagram senza però investire in campagne pubblicitarie è diventato sempre più difficile. Ormai, infatti, l'algoritmo di Facebook è cambiato a tal punto che viene data maggiore visibilità ai profili privati rispetto alle pagine.

Ecco, quindi, che senza un buon investimento potrebbe essere difficile far emergere la propria pagina aziendale. Possiamo però dare alcuni suggerimenti che possono aiutare la pagina a crescere in modo organico.

Innanzitutto, in base ai propri obiettivi, sarà fondamentale inserire nel testo di ogni post una valida CTA, ovvero una Call To Action. Non deve necessariamente essere sempre la stessa, e non deve necessariamente spingere solo alla vendita di un prodotto o di un servizio.

Una valida CTA sarà anche quella che spingerà la community a mettere il like, a condividere un post, a commentare oppure a visitare il sito. Infatti, potrà essere controproducente creare post che siano sempre finalizzati alla vendita.

In secondo luogo, una buona strategia è quella di puntare sul visual content. Non soltanto creando immagini che lascino gli utenti della piattaforma a bocca aperta, ma anche, e soprattutto, video. Essi infatti riescono ad ottenere in modo organico una reach assai maggiore rispetto a qualunque post.

Come terzo consiglio, suggeriamo di puntare sulla creazione della community. Ecco dunque che si deve cercare attraverso post, video e storie, di creare interazione tra gli utenti, senza dimenticare di rispondere a commenti e feedback.

Infine, come ultimo suggerimento: si crei un gruppo legato alla pagina. In questo gruppo, o più di uno, sarà possibile condividere informazioni in più, campagne promozionali che vedranno solo gli utenti interessati. E la visibilità sarà maggiore rispetto a quella di un post!

4 idee per far crescere la pagina aziendale di Instagram

Tra tutti i social media, Instagram è quello che sin da subito ha puntato sul visual content. Ecco perché una strategia basata su di esso sarà l'unico modo per riuscire ad emergere all'interno della piattaforma.

Su Instagram, però, si tratta di utilizzare tutti gli strumenti messi a disposizione dal social. Reel, storie, post e caroselli vanno tutti utilizzati, magari privilegiandone qualcuno rispetto ad un altro: in ogni caso, la collaborazione deve essere sinergica.

In secondo luogo, per crescere su Instagram è fondamentale in questo momento sfruttare la potenza dei Reel. Più di qualsiasi altro strumento, infatti, essi possono raggiungere un numero elevatissimo di persone senza alcun tipo di investimento economico.

Naturalmente il Reel non dovrà essere semplicemente virale: dovrà rispettare pedissequamente la strategia e gli obiettivi aziendali.

In terzo luogo, se si ha budget, può essere utile avvalersi degli strumenti dell'influencer marketing, del quale parliamo approfonditamente in questo articolo. I risultati della propria strategia saranno raggiungibili in poco tempo, se si riuscirà a pianificare tutto nel modo corretto.

Questo ci rimanda al quarto consiglio: pianificazione e costanza. Il miglior modo per far crescere la pagina è avere un piano editoriale ben organizzato e la costanza nella pubblicazione dei contenuti. Non c'è suggerimento migliore di questo.

3 idee di contenuti per la tua pagina aziendale sui social media

Una volta aperti i canali sui social media e affinata la strategia aziendale, la regina delle domande è sempre la stessa: che cosa pubblicare?

Partendo dal presupposto che la migliore idea è quella di essere autentici e comunicare quello che il brand è davvero, ecco alcuni suggerimenti di contenuto da utilizzare.

In primo luogo, potrebbe essere utile la risposta alle domande postate dai followers: risposte che facciano vedere che tipo di prodotti o servizi stiamo vendendo, come fare ad utilizzarli sono sempre le più apprezzate dalla community.

Come dare risposte è un valido contenuto, anche fare domande ai followers lo è: questo permetterà di conoscerli meglio e capire come strutturare i prossimi contenuti.

In secondo luogo, è sempre interessante vedere il making of, ovvero una sorta di dietro le quinte. Mostrare l'azienda, chi ci lavora e come si lavora genererà empatia nella propria community.

Presentare il team di lavoro, soprattutto, è una strategia davvero efficace, che permette di dare un volto umano non solo al profilo social, ma anche all'azienda stessa.

Infine, potrebbe sembrare strano, ma un'idea interessante è quella di condividere e rimandare a profili di altre pagine aziendali presenti sul social media. Se il favore verrà restituito attraverso un repost, infatti, si potrà raggiungere in maniera veloce le community degli altri utenti.

Se ora abbiamo capito che tipologia di contenuti possa essere interessante per gli utenti dei social media, come fare a produrli sarà questione dell'ultimo paragrafo del nostro articolo!

Quali tool usare per creare contenuti aziendali sui social media?

Quando si gestisce una pagina aziendale sui social media, la cosa più importante è che il tempo venga investito nel modo più efficiente possibile. Ecco che ci sono alcuni tool che possono aiutare nella creazione rapida dei contenuti.

Uno su tutto è Canva. Si tratta di uno strumento le cui funzionalità di base sono gratuite e che permette di creare grafiche e modificare foto delle dimensioni corrette per post, copertine e infografiche per i social media. In misura molto semplice, aiuta anche nella creazione di semplici video.

Nella versione professionale, Canva può essere integrato con il calendario editoriale e programmare l'uscita dei post sui social.

Per Instagram e Facebook, però, è possibile programmare in anticipo post e stories grazie all'applicazione Meta Business Suite (ex Facebook Business Suite). In un unico luogo, del tutto gratuito, è possibile non soltanto pubblicare e programmare i contenuti (eccetto i reels), ma anche verificarne l'andamento grazie ai dati analitici integrati al raggiungimento di almeno 100 followers.

Per quanto riguarda i video, eccetto i Reels, è possibile utilizzare la funzionalità, anch'essa gratuita, di Meta Creator Studio: all'interno della piattaforma sono caricabili, editabili (seppur rudimentalmente) e pianificabili o pubblicabili istantaneamente.

In alternativa, per pubblicare anticipatamente anche su Twitter e LinkedIn è utilizzabile PostPickr, social management tool tramite il quale è possibile pianificare i contenuti gratuitamente fino a 3 canali social contemporaneamente.