Strategia di content marketing B2B: una guida completa

Il content marketing B2B non riguarda solo la scrittura di articoli casuali o la creazione di un'infografica occasionale. Piuttosto, si tratta di creare contenuti di valore che costruiscano relazioni con i tuoi clienti ideali e li avvicinino alla decisione di acquisto.Dovrebbe fornire al tuo pubblico informazioni fruibili che possono utilizzare immediatamente in modo che sappiano cosa è possibile quando si lavora con te rispetto ai tuoi concorrenti.La tua strategia di content marketing è la tua road map verso il successo ed è uno dei fattori più importanti per acquisire nuovi clienti e costruire il tuo marchio come esperto nel tuo settore. Ma come si crea una strategia di content marketing B2B vincente? Questa guida completa ti guiderà attraverso i passaggi per identificare il tuo pubblico di destinazione, creare contenuti di valore che desiderano leggere e creare buyer persona in modo da ottenere la massima visibilità e risultati.

Image

Cos'è il content marketing?

Prima di poter sviluppare una strategia di content marketing B2B, è essenziale definire cos'è il content marketing. Per dirla semplicemente, il content marketing è qualsiasi tipo di media digitale che rende il tuo pubblico più consapevole di chi sei e/o di chi vuoi che diventi. 

In altre parole, si tratta di diventare una risorsa preziosa per il tuo pubblico di destinazione attraverso post, immagini e altre forme di media. 

Aiuta anche a promuovere relazioni a lungo termine con potenziali clienti tenendoli aggiornati sulle tendenze del settore e cambiamenti che influenzeranno le loro attività. 

Ad esempio, se la tua base di clienti è composta principalmente da imprenditori che cercano di avviare le proprie start-up, la pubblicazione di suggerimenti su come iniziare più rapidamente o raccogliere capitali aggiuntivi può interessare direttamente coloro che sono interessati a ciò che hai da dire.

Pianificazione della tua prima strategia di marketing dei contenuti B2B

Ora che hai una buona idea di dove il tuo prodotto o servizio si inserisce nell'attività del tuo pubblico, è ora di iniziare a mappare la tua strategia per i contenuti. 

Inizia pensando ai loro punti deboli. Cosa stanno cercando? Cosa devono sapere per prendere decisioni informate sul tuo settore? 

Elabora più argomenti possibili e non aver paura di includere più punti di vista su un problema. Ma ricorda, ogni contenuto dovrebbe concentrarsi sulla risoluzione originale di un problema particolare.

Vuoi anche considerare il tipo di informazioni di cui ha bisogno il tuo cliente target, quindi prova a dividerli in gruppi in base ai loro interessi.

Ad esempio, se ci sono cinque potenziali tipi di clienti che utilizzerebbero il tuo prodotto/servizio, crea cinque contenuti pertinenti per attirarli direttamente.

Ci vorrà anche meno lavoro straordinario perché dovrai solo trovare abbastanza idee una volta invece di lottare costantemente con nuovi argomenti quando le persone si stancano di leggere ciò di cui hai già scritto.

Una volta che hai messo insieme tutte le tue idee, è importante determinare la frequenza con cui dovranno essere aggiornate o modificate in base alla rapidità con cui le cose cambiano all'interno del campo.

Identificazione del pubblico di destinazione

Il primo passo in una strategia di content marketing B2B è identificare il tuo pubblico di destinazione. Ti stai concentrando su piccole imprese, aziende Fortune 500 o enti governativi? Ti consigliamo di stabilire personaggi per ciascuno di questi settori per conoscere il loro comportamento e come consumano le informazioni online. 

Ad esempio, se lavori con piccole imprese, sono i proprietari o gli esperti di marketing? In ogni caso, comprendere i loro punti deboli aiuterà la tua azienda a capire come servirli al meglio.

Una volta stabilite alcune regole di base intorno ai profili dei tuoi clienti ideali, assicurati di considerare anche i modelli di acquisto quando pensi a chi potrebbe essere interessato al tuo prodotto o servizio: diversi acquirenti hanno diversi problemi.

E assicurati di non essere troppo granulare quando pensi a ciascun gruppo: l'uso di tratti ampi aiuta a creare slancio tra il pubblico più piccolo pur rimanendo pertinente su tutte le piattaforme.

Creazione di personaggi

Il passaggio più importante nella creazione di una strategia di content marketing B2B è conoscere il tuo pubblico. Devi conoscere il tuo cliente ideale a un livello emotivo profondo. 

Senza una comprensione di chi stai cercando di raggiungere, non avrai alcuna possibilità di interagire con loro, e quindi nessuna possibilità di attirare la loro attività. Identificare i tuoi buyer persona metterà la tua testa e le spalle al di sopra degli altri nel tuo settore. 

Capire chi sono e cosa fanno aiuterà a ispirare idee di contenuto che risuonano profondamente con loro e quindi renderanno più probabile che agiscano per lavorare con te.

Brainstorming per idee sugli argomenti

Per prima cosa, devi sapere di cosa stai scrivendo. Esistono molti strumenti per aiutarti, dagli avvisi di Google gratuiti ai database a pagamento che ti consentono di accedere a idee per argomenti e parole chiave. La chiave è creare un elenco di potenziali argomenti e poi ridurlo in un numero più gestibile. 

Non vuoi che la tua strategia di content marketing fallisce perché hai pubblicato troppi contenuti in una volta. Una buona regola pratica è un nuovo pezzo ogni cinque giorni, quindi inizia in piccolo e aumenta secondo necessità.

Scrivere i migliori titoli

Nella maggior parte dei settori, il tuo pubblico ha solo pochi secondi per decidere se desidera leggere altri tuoi contenuti. Ecco perché dovresti sempre iniziare con il titolo.

Deve essere scritto per essere scansionabile, il che significa che dovrebbe essere breve e utilizzare punti elenco o numeri quando possibile. 

Scegli una domanda che ha il tuo cliente target. Cosa vogliono sapere? Non deve essere qualcosa di direttamente correlato alla tua attività e il tuo pubblico vuole risposte a molte cose. Usa queste domande come linee guida per scrivere titoli accattivanti.

Questo non solo aiuta le persone a cercare informazioni rilevanti, ma garantisce anche di rimanere entro i limiti di caratteri in modo da non perdere lettori sui social media.

Per creare un titolo leggibile, scrivi una panoramica di una o due frasi di ciò che seguirà nel tuo post (non un'introduzione).

Poi aggiungi un po' di zenzero: parole che risaltano e provocano emozione.

Scrivere sottotitoli avvincenti

I sottotitoli aiutano a comunicare le tue informazioni ai lettori più rapidamente. Scrivi un sottotitolo con un problema o un'obiezione che è probabile che il tuo pubblico di destinazione abbia e come lo risolverai. Anche se intendi utilizzare solo 1-3 di queste tattiche, assicurati che siano tutte incluse nei sottotitoli. 

Possono essere scritti come domande o dichiarazioni e dovrebbero essere abbastanza convincenti da consentire a qualcuno di leggerli ulteriormente. 

Ricorda, stai cercando di venderli su ciò che è in loro per loro, non solo informazioni sul tuo prodotto o servizio (almeno non ancora). Assicurati che ogni sottotitolo sia stato scritto in modo che qualcuno che non ha mai sentito parlare di te possa capire esattamente cosa guadagnerebbe leggendo di più. 

Sfrutta i titoli incentrati sui vantaggi

I titoli basati sui vantaggi sono una parte fondamentale della strategia di content marketing. L'obiettivo di ogni contenuto dovrebbe essere quello di risolvere un problema esistente o ispirare un pubblico ad agire. 

Quando condividi qualcosa, il tuo obiettivo è fornire valore e lasciare i lettori soddisfatti; ma, con così tante informazioni là fuori, può essere difficile trovare quello che ti serve. 

Con un titolo ben costruito e orientato ai benefici puoi catturare immediatamente l'attenzione del tuo lettore e convincerlo che i tuoi contenuti risolveranno il loro problema (e renderanno loro la vita più facile!).

Ad esempio: "questo trucco ti farà risparmiare $ 100 sulla tua prossima vacanza", "5 modi in cui ridurremo i costi assicurativi del 25%" o "come ottenere più clienti tramite i social media" o "3 suggerimenti per aumentare la soddisfazione sul lavoro". 

Mantienilo reale, mantienilo onesto. 

Ma fai sempre sapere al tuo pubblico cosa puoi fare per loro in termini chiari!

Perché la SEO è importante nel B2B?

La SEO è una parte cruciale della creazione di una buona strategia di content marketing B2B. La SEO determina il posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca come Google quando i potenziali clienti cercano informazioni sul tuo settore. 

Devi prestare attenzione alla SEO per evitare di essere sepolto in fondo alla pagina 3 in Google.

L'acquirente B2B medio trascorre circa 20 ore a ricercare il proprio acquisto, quindi se riesci a ridurre la metà del tempo presentandoti in cima ai risultati di ricerca, ti darai un enorme vantaggio rispetto ai concorrenti che non stanno investendo in SEO.

Identifica una parola chiave per post che si adatta al più ampio framework SEO di Google

Le parole chiave sono spesso considerate un fattore trainante principale nella SEO, ma non è proprio vero. L'algoritmo di Google si basa su altri fattori come condivisioni social, link, tempo trascorso sulla pagina e frequenza di rimbalzo per determinare le classifiche di ricerca. 

Detto questo, le parole chiave svolgono un ruolo molto importante nell'ottimizzazione dei motori di ricerca perché ti aiutano a identificare ciò che sta cercando il tuo pubblico di destinazione.

Capire quali parole chiave utilizza il tuo pubblico di destinazione ti consentirà di creare contenuti in linea con i loro valori e le loro esigenze. 

Invece di scrivere titoli SEO generici come "Come fare soldi online", prova qualcosa di più mirato come "Come ho usato Link di affiliazione per guadagnare $ 3000 in 1 settimana". Google premia la specificità delle parole chiave classificando le pagine più in alto che includono informazioni più pertinenti su ciò che gli utenti stanno cercando.

Considera l'aggiunta di YouTube nella tua strategia di marketing dei contenuti B2B

Se vuoi sfruttare la SEO di YouTube per la tua strategia di content marketing, ci sono alcune cose da tenere a mente. Prima di tutto, l'ottimizzazione per i motori di ricerca e l'esperienza utente vanno di pari passo. 

Per generare un numero elevato di conversioni, devi disporre di video di alta qualità che incoraggino gli spettatori ad agire. Ciò significa che le descrizioni dei tuoi video devono essere chiare e facili da leggere. Ogni descrizione del video dovrebbe includere anche diverse parole chiave che si collegano ai tuoi obiettivi aziendali generali. 

A Google piace quando gli utenti trovano video pertinenti, quindi dovresti concentrarti sulla costruzione di una solida reputazione come autorità su argomenti specifici se desideri più visualizzazioni.

Se non vedi risultati dopo aver apportato modifiche come queste, non arrenderti! Ogni azienda sperimenta sfide e successi unici lungo il suo percorso verso il raggiungimento del dominio online.

Conclusione

Ora che hai lavorato così tanto, è ora di rilassarsi? Non ancora. La creazione di una strategia di content marketing richiede duro lavoro e dedizione, ma richiede anche perseveranza, creatività e flessibilità.

Se disponi già di una presenza sul Web e di una certa visibilità, il tuo marchio ha maggiori possibilità di successo con il content marketing rispetto a chi ha appena iniziato. Ma anche se fai tutto bene – dalla definizione degli obiettivi all'elaborazione delle metriche – non c'è alcuna garanzia che il tuo content marketing avrà successo. 

Sii agile di fronte al cambiamento; rimani affamato di feedback; resta coinvolto con il tuo pubblico e divertiti.