È vero, la strategia di marketing definisce i mercati target, otimizza la proposta di valore e si basa su un’analisi accurata delle opportunità di mercato. Tutti riescono a metterle bene in pratica? Alcune campagne sono di totale fallimento e altre completamente di successo. 

I migliori brand che hanno fatto la storia hanno puntato su strategie di marketing tradizionali e al giorno d’oggi su quelle digitali. Quali sono le migliori campagne più famose a cui puoi ispirarti per poter attuare una eccellente strategia di marketing?

È proprio di questo che parleremo. Sottolineremo aspetti funzionali ed esempi pratici, attraversando i migliori casi studio del secolo fino ai nostri giorni. Conosci le migliori strategie di marketing? Ti sei mai chiesto perché alcune campagne pubblicitarie sono diventate le migliori? 

Come mai il marketing fatto bene entra nella mente del consumatore? Oggi vedremo le migliori campagne più famose con strategia di marketing efficaci a cui ispirarti. 

Per di più analizzeremo cosa sono le strategie di marketing, quali sono, i vari tipi di marketing, gli esempi pratici e come promesso: le migliori strategie di marketing passando per le campagne più famose. Buona lettura!

Cosa sono le strategie di marketing?

Una strategia di marketing tratta il processo che permette ad un’azienda di ottimizzare le attività volte ad aumentare le vendite e ottenere un vantaggio in termini di opportunità. La pianificazione strategica di marketing comporta un’analisi e una formula per raggiungere gli obiettivi e ottenere come fine i risultati. 

Tradizionale o innovativa, consente di avere una posizione competitiva rispetto alla concorrenza. Tra organizzazione e clienti vi è proprio la strategia di marketing, la quale, ha un ruolo strategico all’interno di qualsiasi obiettivo di business. 

Da cosa si parte? La maggior parte dei casi si inizia dall’analisi di mercato. Ecco cosa scrive semrush.com in merito:

L'analisi di mercato è una procedura per valutare e identificare vari fattori e condizioni interni ed esterni di un mercato in una specifica nicchia. In sostanza, le informazioni chiave che si ottengono dall'analisi di mercato permettono di:

Valutare la dimensione del mercato; Individuare le tendenze di crescita; Definire e conoscere il pubblico di destinazione; Dare uno sguardo approfondito al panorama competitivo; Identificare gli obiettivi aziendali

Per migliorare le prestazioni e le performance aziendali occorrerà sempre e comunque una strategia di marketing. Cosa sono nel concreto? La definizione è: piano d’azione che identifica e monitora gli obiettivi, definisce i modi, studia il target e conquista il consumatore fino alla fidelizzazione.

Ecco alcune fasi: opportunità e segmentazione di mercato (analisi swot), definizione degli obiettivi e segmentazione dei clienti, posizionamento del brand, piano d’azione e di marketing (prodotto, prezzo, punto vendita, distrubuzione e social media), controllo e monitoraggio. 

Strategie di marketing: quali sono

La strategia di marketing vincenti deve raggiungere dei risultati stabiliti, come, ad esempio, acquisire nuovi clienti, fidelizzare gli attuali, incrementare le conversioni e le vendite, incoraggiare i clienti agli acquisti con offerte. 

Inoltre, anche sostenere lancio di nuovi prodotti o campagne pubblicitarie, raggiungere un posizionamento del brand sul mercato, identificare la brand identity, la comunicazione e il tono di voce. 

Insomma, le strategie di marketing sono tante. Quali altre sono? Abbiamo sicuramente i piani di comunicazione online e offline. La strategia di marketing deve essere ben strutturata e coinvolgere ogni buyer personas del target segmentato. 

Le attività di comunicazione promozionale non devono mai mancare. Soprattutto il collegamento tra inbound e outbound marketing. Le migliori devono comunicare bene il messaggio e l’obiettivo. 

Alcune sono in grado di trasmettere l’immagine azienda coordinate, altre per condividere valori, vision e mission aziendali, come la filosofia del marchio. Ancora, dovrebbero far vivere delle esperienze sensoriali ai clienti, con lo scopo di aumentare la reputazione del brand. 

Essenzialmente, vediamone alcune importanti: marketing indifferenziato (di massa con stessi sconti), differenziato (segmentato con offerte speciali), concentrato (di nicchia con ampia quota) e micromarketing (preferenze individuali o di piccoli gruppi locali). 

Nel digital, ne esistono tante altre, come il social media marketing, la local seo, il content marketing e tante altre specifiche. Quali sono le fasi del marketing strategico? Digital4.biz ha scritto:

Prima di iniziare bisogna definire i messaggi chiave di marketing: la proposta (spiegare perché esiste l’azienda e come può migliorare la vita dei propri clienti), la propria missione (cosa fa l’azienda e in che modo lo fa meglio della concorrenza),

le ragioni per le quali i clienti si possono fidare dell’azienda (perché i clienti dovrebbero scegliere l’azienda, quali sono i vantaggi funzionali, cosa ci guadagnano, quale problema verrà risolto dal prodotto che l’azienda propone)...

Quali sono i vari tipi di marketing?

I vari tipi di marketing si differenziano anche dalle tecniche utilizzate e dal tipo di brand in questione. Le più diffuse fanno riferimento a forme di pubblicità e di campagne online. Tra i vari tipi di strategie di marketing troviamo l’inbound e l’outbound. 

Quest’ultimo vede la stampa, la pubblicità in radio e in tv, le direct mail e il telemarketing sui mass media). Si tratta di strategie di marketing tradizionali che non devono mai essere fine a sé stesse, bensì, devono essere collegate all’inbound marketing. Cosa si intende? Mettiamoli a confronto. 

Le tecniche di marketing di questo tipo comprendono tutto ciò che riguarda metodi di marketing in entrata. In tutti i casi bisogna sempre studiare i competitori, la value proposition, il target, gli obiettivi, il budget. Questi elementi non cambiano mai e ci sono in ogni strategia di marketing. Alcuni esempi dei vari tipi?

In gergo di digital marketing ne troviamo moltissime che si intersecano le une con le altre: direct to consumer, marketing omnichannel, podcast marketing, e-mail marketing, green marketing, advertising, seo, retargeting, vendita diretta, marketing automation, cross e upselling, referral marketing, partnership e la lista continua. 

Il marketing tra clienti e aziende avviene in vari modi e in varie aree. Esiste il b2c (business to consumer), b2b, performance marketing, content marketing e social strategy.

Marketing esempi pratici

Tra le strategie di marketing online, le più diffuse sono quelle che dominano i motori di ricerca, ossia, la seo, oppure, il blogging, il social media marketing e l’e-mail marketing. Scrivere aiuta a migliorare l’interazione con il cliente e con i social media si entra a pieno nella quotidianità. 

Con l’e-mail puoi raggiungere clienti che già ti conoscono, invece. Esempi pratici di strategie di marketing tradizionali invece sono quelle offline che riguardano la pubblicità in televisione e in radio che catturano l’attenzione di un vasto pubblico. Ancora, i volantini, i manifesti, i cartelloni pubblicitari e le brochure. 

Un esempio pratico fornito brevemente da antevenio.com è sul Brand Corona:

Il brand di birra messicano è diventato molto popolare negli Stati Uniti e una delle campagne di marketing di maggior successo del 2021 è stata lanciata pochi mesi fa durante la serie finale di basket NBA. La partita Milwaukee Bucks-Phoenix Suns è stata la prima a vedere lo spot pubblicitario di Corona.

Il protagonista, il rapper Snoop Dogg, cammina lungo una spiaggia condividendo birre corona con tutte le persone che incrociano il suo cammino. Nell’annuncio compare anche il cantante Bad Bunny. Il messaggio che questa campagna voleva trasmettere era di fratellanza e amicizia tra le persone.

Praticamente, possiamo citarne un altro esempio. L’agenzia che si occupa della comunicazione di visittrentino ha elaborato una strategia legata al posizionamento sia online che offline. 

Partendo dall’analisi di marketing, sono riusciti a ottimizzare anche i flussi turistici, i macro-trend del settore turistico, studi per chi viaggia offrendo esperienze emozionali, analisi del target. 

Con un logo e un pay off importante (respira, sei in Trentino), sono riuscita ad approdare sia fisicamente che sul web. Il manuale del marchio ha aiutato moltissimo sulla coerenza dell’identità visiva anche sui social media. 

Migliori strategie di marketing: campagne famose

Tra le migliori strategie di marketing attuate nelle campagne più famose evidenzieremo questi brand: Starbucks, Spotify, Apple e Disney.

Il colosso del caffè su strada ha puntato sull’inclusività, collaborando con Mermaids (organizzazione per sostenere giovani transgender). Nella campagna #whatsyuourname (di suono familiare) ha utilizzato metodi di pubblicità tradizionali. 

Nello spot televisivo vi è l’hashtag: un elemento vincente per arrivare anche all’online. La campagna di Starbucks è diventata famosa per il forte impatto emotivo grandissimo sull’utente e le potenti emozioni immense trasmesse.

L’app per la musica, Spotify, ha mutato il modo di ascoltare la musica per sempre. Una campagna social di successo tra le migliori del brand vi è #wrapped

La playlist annuale fornita ha diverse funzioni: collega i brani ascoltati a scene di film, visualizzare i brani preferiti basandosi su un mood musicale, giocare con altri utenti con risposte vero o falso e paragonare i tuoi gusti musicali con quelli dei tuoi amici. 

Una strategia di marketing di successo ha incluso la scoperta di funzioni nelle campagne pubblicitarie del 2021. La campagna #shotoniphone della Apple ha avuto un grande impatto sui clienti. Tramite l’hashtag si è riusciti a far condividere scatti sui vari social media dagli utenti. 

È diventato addirittura un trend. Poi, c’è la Disney, con una strategia di marketing infallibile e delle campagne con risultati straordinari. La più importante che ricordiamo è quella legata al meme di Baby Yoda, ormai un personaggio di tendenza per tutti i social. Diversi content creator creano contenuti con questo meme: sta spopolando.