Tag shopping Instagram a breve disponibile per tutti. Scopri cos’è e come usarlo

Il Tag Shopping di Instagram è una funzionalità molto allettante per brand e creators che praticano il social commerce. La grande novità è che questa funzionalità sarà presto disponibile anche per profili non business. Ecco di cosa si tratta.

Image

Taggare i prodotti su Instagram attraverso la funzione "tag" è una strategia largamente utilizzata da imprese ed influencer che praticano il social commerce.

In pochissimi click, infatti, gli utenti finali, incuriositi da una foto particolarmente interessante o da una caption coinvolgente, sono portati a premere su quel pulsante e ad entrare così nella sezione dedicata all'acquisto del prodotto.

Il tutto si svolge all'interno dell'app di Instagram, pertanto tale funzione è assai gradita non soltanto da aziende e creators, ma anche dalla piattaforma social stessa.

A breve, però, questa funzionalità non sarà disponibile solo per i profili con un certo seguito. La novità è che tutti gli utenti potranno sentirsi "influencer per un giorno", dal momento che il tag shopping di Instagram sembra che verrà esteso anche a tutti i profili di privati.

Tag shopping instagram: presto la funzionalità verrà estesa anche gli utenti comuni

Il tag shopping venne introdotto da Instagram nel 2018. La piattaforma aveva infatti compreso come moltissimi utenti entrassero nei social anche per prendere ispirazione su determinati prodotti o servizi.

Ecco quindi che i brand che propongono scarpe e borse, ma anche accessori e trucchi, oppure prodotti vegan friendly ed eco-compatibili possono ispirare e invogliare all'acquisto i propri followers semplicemente taggando i prodotti nei propri contenuti su Instagram.

Dal 2018 ad oggi, però, questa funzionalità era fruibile soltanto da parte di profili di brand e creators professionisti. Non era possibile per un utente con un profilo non professionale accedere a questa funzionalità. Pare, però, che tutto stia finalmente per cambiare.

L'obiettivo di Instagram è infatti incentivare il social commerce all'interno della piattaforma.

Osservando il trend di acquisto degli utenti, infatti, è assai semplice notare come il percorso di acquisto dei consumatori si svolga prettamente online. Online le persone si informano e online le persone decidono, fino al momento in cui acquistano.

Oltretutto, la maggioranza degli utenti prende queste decisioni sulla base di consigli e suggerimenti dei propri idoli del momento. In molti casi, un'accurata strategia messa in atto da un brand o da un creator sui social riesce a convertire molto di più e più in fretta di qualsiasi altra.

Leggi anche: Marketing funnel: 3 grandi vantaggi da sfruttare subito!

Come sarà possibile per gli utenti comuni taggare i prodotti su Instagram?

Sembra che la procedura di inserimento dei prodotti all'interno dei contenuti Instagram sarà identica per creators, aziende ed utenze comuni. L'unico requisito è che i prodotti siano disponibili all'interno dei negozi appoggiati ad Instagram. In altre parole, la funzione non permette di taggare prodotti e servizi esterni alla piattaforma.

Dunque, una volta preparato il contenuto si potranno taggare i prodotti presenti. I brand, dal canto loro, riceveranno la notifica corrispondente e il contenuto in cui sono stati taggati comparirà nella relativa sezione del profilo.

A questo punto, i brand potranno decidere di accettare il tag, oppure segnalare che qualcosa non sta andando come dovrebbe o addirittura scegliere che i propri prodotti non vengano più taggati dagli utenti.

Insomma, agli "utenti comuni" sarà permesso l'utilizzo del tag shopping di Instagram, ma l'ultima parola spetterà alle aziende che potranno decidere di tutelarsi e promuoversi come desiderano.

Leggi anche: Su Instagram un blocco temporaneo dura circa 24 ore! Scopri come evitarlo

Quando arriverà in Italia il tag shopping di Instagram?

In realtà, la funzione è ancora in via di sviluppo. In questo momento, alcuni utenti statunitensi hanno segnalato che sulle loro applicazioni il tag shopping è in fase di test. Instagram non ha ancora diffuso le tempistiche di estensione di questa funzionalità in Europa, e quindi in Italia. Si tratterà solo di attendere future comunicazioni.

In ogni caso, si tratta di una funzionalità interessante che permetterà uno sviluppo ancora più capillare e massivo del social commerce. Sappiamo benissimo quanto sia facile immedesimarsi negli influencer: è ancora più facile immedesimarsi negli influencer più piccoli (nano e micro influencer).

Instagram, social media ben conscio di questo andamento, sceglie di sfruttare questo comportamento per portare all'interno della piattaforma una fetta sempre più larga del fatturato degli ecommerce.

L'esperienza all'interno del social media diventerà sempre più fluida. Pochi e semplici click che consentono a tutti di conoscere qual è il brand di un determinato prodotto e familiarizzare immediatamente con lui. Il percorso si fa più snello e la procedura d'acquisto è decisamente veloce.

Insomma, è chiaro come Instagram non possa non sfruttare appieno tutte le funzionalità previste dal tag shopping. Se ci riflettiamo, il business della piattaforma si basa sul tempo che trascorriamo connessi all'applicazione.

E naturalmente il social media cavalca l'onda di un trend in atto: più di 1 milione di utenti tagga almeno un prodotto a settimana su Instagram, come riporta un'indagine del The Verge, una delle più grandi reti di notizie e informazioni degli Stati Uniti.

Leggi anche: Influencer marketing: 3 grandi vantaggi per la tua azienda!