Amplifon risale. C’è lo zampino degli analisti

Amplifon ritrova la retta via dopo due sessioni in netto calo, sostenuto oggi dal giudizio bullish della banca statunitense.

amplifon bank america

Tra le blue chip che oggi resistono alle vendite e si muovono in controtendenza rispetto al Ftse Mib troviamo anche Amplifon.

Amplifon risale dopo il netto calo di ieri

Il titolo è reduce da due sessioni consecutive in calo e dopo aver chiuso quella di ieri con un ribasso di oltre tre punti percentuali, oggi prova a risalire la china.

Negli ultimi minuti Amplifon viene fotografato a 30,66 euro, con un vantaggio dello 0,52% e oltre 270mila azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 560mila.

Amplifon: BofA dice buy, con target a 38 euro

Il titolo recupera terreno e mostra più forza del Ftse Mib grazie anche alle indicazioni bullish di Bank of America.

Gli analisti di quest’ultima, in un report dedicato al settore MedTech, hanno confermato la loro view positiva su Amplifon, ribadendo la raccomandazione “buy”, con un prezzo obiettivo a 38 euro, valore che implica un potenziale di upside di circa il 24% rispetto alle quotazioni correnti a Piazza Affari.

Amplifon: ecco perché da comprare

Il titolo è il preferito di Bank of America nel settore di riferimento, con gli analisti che si attendono un rimbalzo del comparto degli apparecchi acustici nel corso di quest’anno.

La banca USA ritiene che Amplifon più di altri protagonisti del settore abbia risentito negativamente della debolezza dell’economia europea.

Ci sono però segnali positivi che arrivano dalla Francia, a 4 anni di distanza dalla riforma che porterà alla totale rimborsabilità delle protesi acustiche nel 2025.

Buone news anche gli Stati Uniti, sulla scia dell’acquisizione di Miracle-Ear, che secondo le stime di Bank of America dovrebbe offrire un contribuito nell’ordine di un aumento di circa il 35% del fatturato e dell’Ebitda di Amplifon a fine 2027.