Arriva l'Ipo di Rivian Automotive, che debutta al Nasdaq con ticker RIVN. Il collocamento della rivale di Tesla è da record, più ancora di quanto anticipato. Secondo quanto riporta Bloomberg, infatti, Rivian avrebbe prezzato la vendita a 78 dollari per azione, dopo che settimana scorsa la forchetta era stata aumentata da 57-62 a 72-74 dollari grazie a un roadshow che era stato un successo. Sono passati di mano 153 milioni di titoli per una raccolta che su tali base sfiorerebbe i 12 miliardi di dollari. Nell'ultimo decennio solo due società avevano fatto meglio al debutto a Wall Street: Alibaba Group Holding, che segnò il record storico di 25 miliardi nel 2014, e Meta Platforms (ancora si chiamava Facebook), con 16 miliardi nel 2012. E a festeggiare è anche Amazon.com, principale azionista con una quota del 20% (tra i soci di Rivian c'è anche Ford Motor, con il 5% circa).

Da record l'Ipo di Rivian al Nasdaq. Festeggia il socio Amazon.com

Considerando anche le stock option, spiega Bloomberg, si arriverebbe a una capitalizzazione di quasi 76 miliardi di dollari. Certo siamo molto lontani dai 1.200 miliardi di Tesla (che per altro secondo alcuni sono esagerati di addirittura 1.000 miliardi), ma Rivian su queste cifre si avvicina ai livelli di Ford e General Motors, che valgono rispettivamente intorno a 80 e 85 miliardi di dollari a Wall Street. Il tutto senza avere di fatto venduto praticamente alcunché. Se la principale accusa mossa a Tesla è sempre stata quella di avere una capitalizzazione non giustificata dai ricavi e ancora meno dai profitti, che dire di Rivian che ha appena iniziato a commercializzare il suo primo veicolo, il pick-up R1T, mentre è ancora in stand-by il Suv R1S?

Rivian alza il prezzo dell'Ipo per una raccolta che sale a 12 miliardi

In realtà c'è un terzo modello in fase di sviluppo ma probabilmente per un po' soltanto Amazon potrà usarlo. Secondo quanto riporta MarketWatch, infatti, Rivian sta lavorando a un furgone per le consegne. E il gruppo di Jeff Bezos, che ha investito 1,3 miliardi di dollari nella start-up californiana, ha già ordinato a Rivian 100.000 veicoli, con consegne fino al 2030 ma puntando ad averne già 10.000 in strada nel 2022. Non solo. Il colosso del commercio elettronico ha i diritti di esclusiva sui veicoli elettrici di Rivian destinati al delivery per almeno quattro anni e il diritto di prelazione successivamente.

Sfida a Tesla nei veicoli commerciali. Rivian avanti grazie ad Amazon

Rivian sembra in grado di creare qualche grattacapo a Tesla che se per il momento apparare in totale controllo del segmento elettrico delle vetture passeggeri deve ancora dimostrare tutto in quelli commerciali. Il suo Cybertruck ha infatti subìto una serie di ritardi, la produzione è slittata al 2022 e la commercializzazione potrebbe essere anche rimandata al 2023. Indicazione positiva è arrivata però a sorpresa lunedì niente meno che da PepsiCo. Ramon Laguarta, chairman e chief executive del colosso Usa di bibite e snack, ha infatti dichiarato alla Cnbc che la società riceverà i primi Semi da Tesla già nel quarto trimestre. PepsiCo aveva ordinato 100 Semi nel 2017 ma la produzione del rivoluzionario camion elettrico è stata rimandata più volte, tanto che la sua uscita non era prevista prima del 2023. Anche Walmart, J.B. Hunt Transport Services e Sysco hanno ordinato i Semi di Tesla. (Raffaele Rovati)