L'andamento positivo registrato dal Ftse Mib nell'ultima seduta della settimana non è stato di grande aiuto per Azimut che si è fermato appena sopra la parità.

Azimut poco mosso dopo i conti

Il titolo ha terminato gli scambi a 19,98 euro, con un frazionale rialzo dello 0,18% e oltre 500mila azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a poco più di 1 milione.

Azimut: i risultati del 1° trimestre

Azimut non ha dato vita a particolari reazioni dopo la diffusione dei risultati del primo trimestre, chiuso con un utile netto in calo da 96,8 a 95,5 milioni di euro, mentre i ricavi sono saliti del 20% a 327 milioni di euro.

I costi operativi sono aumentati dl 20% a 192 milioni di euro, mentre l'utile operativo ha riportato un incremento del 19% a 135 milioni di euro.

Azimut: Equita commenta i conti

Equita SIM evidenzia che Azimut ha chiuso il primo trimestre dell'anno con un utile netto del 4% sopra le sue attese e il 9% sopra il consensus.

Il risultato operativo è stato dell’11% meglio delle attese, grazie a maggiori performance fees.

Alla luce della modifica della struttura delle commissioni dal 1° aprile, le performance fee secondo il vecchio metodo sono state cristallizzate al 31 marzo. Le commissioni ricorrenti sono state sostanzialmente in linea con le attese, pai a 257 milioni di euro contro i 260 milioni previsti, così come i costi.

Sotto la linea operativa, tax rate leggermente più alto in parte compensato da minori oneri finanziari netti.

Azimut: focus su guidance 2022 e conference call

La guidance 2022 è stata confermata, con un utile netto di almeno 400 milioni di euro, in condizioni di mercato normali, mentre la raccolta netta di quest'anno è vista tra 6 e 8 miliardi di euro.

Dalla conference call è emerso che i WAP fondi ad oggi sono in calo del 3,7% e nella guidance 2022 è assunto un contributo pari a zero del meccanismo di fulcrum fees.

Gli analisti di Equita SIM dopo i conti hanno effettuato un leggero aggiustamento delle stime senza impatti rilevanti bottom-line, margini sulle management fee leggermente più bassi e tax-rate leggermente più elevato (al 20% sul 2022 da 19% precedente.

Il titolo tratta a 8,5 volte il multiplo prezzo-utili 2022, sotto la media storica a 3 anni di 10,5 volte, in un clima di forte incertezza e volatilità dei mercati a causa del contesto geopolitico.

Azimut al vaglio di Equita SIM e di Banca Akros

Confermata la view cauta su Azimut che per Equita SIM merita una raccomandazione "hold" con un prezzo obiettivo tagliato del 2% a 24,4 euro per aumento risk-free.

Bullish la view di Banca Akros che sul titolo ha un rating "buy", con un target price a 26 euro, entrambi confermati sulla scia dei conti del primo trimestre migliori delle attese.