Nella consueta rubrica curata su The Motley Fool, Rick Munarriz la scorsa settimana aveva suggerito come titoli da evitare PepsiCo, Blue Apron e Robinhood Markets.

Il primo è salito del 3%, il secondo è crollato del 16% e il terzo è rimasto sostanzialmente invariato, con un calo in media del 3,3% per tutti i tre.

Un'indicazione corretta quindi quella di Munarriz, se si considera che la scorsa settimana l'S&P500 è salito dello 0,8%.

Per l'ottava in corso i tre titoli da evitare sono: Fastenal ( NASDAQ:FAST ), Renren ( NYSE:RENN ) e nuovamente Robinhood Markets ( NASDAQ:HOOD ), in quanto indicati da Munarriz come investimenti vulnerabili nel breve.

Fastenal

Stiamo entrando nella nuova stagione delle trimestrali USA e uno dei report più problematici di questa settimana potrebbe essere quello di Fastenal.

Il gruppo che realizza prodotti per i mercati delle costruzioni e dell'industria, dagli elementi di fissaggio alle forniture per pulizie, alzerà oggi il velo sui conti degli ultimi tre mesi.

L'analista di Wells Fargo, Michael McGinn, ha declassato il titolo alla fine della scorsa settimana, portando il suo rating da un "equalweight" ad "underweight".

Non è un buon segno quando un professionista di Wall Street decide di declassare un'azione solo due sedute prima che riporti nuovi dati finanziari.

L'analista ha anche tagliato il prezzo obiettivo da 50 a 45 dollari, al di sotto degli attuali valori di Borsa.

Vale la pena notare che mentre Fastenal ha registrato utili migliori del previsto in ciascuno degli ultimi quattro trimestri, ogni volta ha battuto le attese solo di un centesimo per azione.

Renren

Il vincitore della scorsa settimana tra le società quotate al Nasdaq è stato Renren, con un'impennata del 75%.

Siamo molto lontani dai giorni di gloria di Renren. I suoi ricavi lo scorso anno sono stati inferiori del 73% rispetto al 2018.

Tuttavia, il grande rally vede Renren scambiare a più di 30 volte i ricavi: quella scorsa è stata una settimana forte per il rimbalzo dei titoli cinesi growth, ma il rialzo di Renren sembra esagerato.

Robinhood Markets

La piattaforma di trading online è stata l'unica a essere scambiata la scorsa settimana, in calo di appena lo 0,3%, in una ottava complessivamente positiva per le azioni.

Il titolo ritorna nella lista di azioni da evitare: Robinhood Markets continua a fare affidamento sul pagamento per il flusso degli ordini per aiutare a finanziare le sue commissioni "gratuite", e questa pratica sta finendo sotto il fuoco normativo in questi giorni.