La seduta di ieri ha visto il ritorno degli acquisti anche su Banca Generali che ha ritrovato la retta via dopo quattro giornate consecutive in calo.

Banca Generali risale dopo quattro ribassi di fila

Dopo aver avviato la settimana con un affondo di quasi quattro punti percentuali, ieri il titolo ha dato vita a una prima reazione, approfittando del rimbalzo messo a segno dal Ftse Mib.

Banca Generali ha terminato gli scambi a 29,75 euro, con un rialzo dell'1,29% e quasi 550mila azioni passate di mano, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 490mila.

Banca Generali: focus sulla raccolta netta di aprile

Il titolo ha recuperato un po' all'indomani dei dati sulla raccolta netta totale che ad aprile è stata positiva per 457 milioni di euro, proseguendo nel trend di solida crescita sia in termini di volumi, sia come qualità e mix di diversificazione dei flussi.

Ad aprile il risparmio gestito ha evidenziato una raccolta pari a 258 milioni di euro, mentre il risparmio amministrato ha confermato la sua solidità con 198 milioni di euro.   

Da inizio anno la raccolta netta di Banca Generali è pari a circa 1,92 miliardi di euro, in flessione del 22% anno su anno, di cui 824 milioni nel risparmio gestito e 1,1 miliardi di euro nel risparmio amministrato.

L'Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato: "Prosegue la crescita solida e costante frutto del grande lavoro dei nostri banker al fianco delle famiglie in una fase molto complessa di mercato.

Lo sconcerto e la paura della guerra unite al disorientamento per le pressioni inflattive e il rallentamento della ripresa invitano la clientela alla prudenza, specie quelle private e gli imprenditori".

Banca Generali: il commento di Equita SIM

Commentando i dati diffusi da Banca Generali, gli analisti di Equita SIM hanno parlato di una raccolta netta positiva e superiore alle attese.

Gli esperti evidenziano che gli AUA, ossia le masse sotto consulenza evoluta, hanno realizzato una raccolta netta da inizio anno pari a circa 141 milioni di euro, con masse che si attestano a circa 7 miliardi di euro, in rialzo dl 6,1% anno su anno, con una variazione negativa di 129 milioni di euro nel mese.

La SIM milanese segnala che Banca Generali ha un multipo prezzo-utile 2022 pari a 14,9 volte o 16,3 volte valutando 7 volte le performance fees o 17,1 volte le ex- performance fees.

Non cambia intanto la view di Equita SIM che su Banca Generali mantiene fermo il rating "hold", con un prezzo obiettivo a 34,5 euro.

Banca Generali al vaglio di Bca Akros e di Intesa Sanpaolo

Positiva la view di Banca Akros che ieri ha reiterato la raccomandazione "accumulate", con un target price a 35 euro.
Gli analisti hanno definito in linea con le attese la raccolta netta di aprile di Banca Generali, malgrado l'incertezza del contesto economico e finanziario.
Da segnalare che la società ha confermato i suoi obiettivi di crescita di medio-lungo termine.

Bullish anche la strategia di Intesa Sanpaolo che consiglia di aggiungere il titolo in portafoglio, con un fair value a 41,4 euro.

Gli esperti segnalano che la raccolta netta ad aprile ha mostrato una buona resilienza, considerando il contesto politico, macroeconomico e finanziario molto complesso a livello internazionale.