Tra le blue chips che oggi mostrano più forza del Ftse Mib troviamo Banca Mediolanum che sale per la seconda seduta consecutiva.

Banca Mediolanum in buon rialzo, più forte del Ftse Mib

Il titolo, dopo aver chiuso la giornata di venerdì scorso con un progresso dello 0,33%, riesce a fare ancora meglio oggi, vantando un rialzo dell'1,3% a 7,928 euro, con circa 600mila azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 1,5 milioni.

Banca Mediolanum: l'intervista al CEO. Focus su pensioni e PIR

Banca Mediolanum guadagna terreno sulla scia dell'intervista rilasciata a Il Giornale dal CEO, Massimo Doris.

Il manager ha parlato di alcune nuove iniziative, tra cui il rilancio dei PIR con due novità: il nuovo PIR alternativo, un fondo chiuso di 10 anni che investe in private equity, debito privato e venture capital, rivolto prevalentemente alla clientela più facoltosa.

L'altra novità riguarda una forte rifocalizzazione sui PIR tradizionali, dove rifaranno un nuovo tour in tutta Italia con i loro manager, esperti, opinion maker. L’altro focus sarà sulla previdenza.

In termini di masse gestite, Banca Mediolanum è leader nel segmento PIR tradizionali, con 17,9 miliari di euro complessivi e una quota di mercato del 22%, seguita da Intesa Sanpaolo con una quota del 21%, da Amundi con il 16% e da Arca con l'11%, cui si accoda Anima Holding con una market share del 9%.

Banca Mediolanum: ottimo dividendo in arrivo

Gli analisti di Equita SIM ricordano che l’assemblea di Banca Mediolanum ha recentemente approvato la distribuzione di un dividendo complessivo di 0,781 euro per azione, con un rendimento del 10%, di cui 0,03 euro saranno pagati a maggio e 0,75 euro a ottobre prossimo, subordinatamente alla rimozione del ban BCE/Banca d'Italia.

La SIM milanese fa notare che, pur pagando 0,781 euro di dividendo, Banca Mediolanum ha comunque un Common Equity Tier 1 del 20,4%, che salirebbe oltre il 26% senza stacco cedola.

Immutata la strategia bullish sul titolo che per Equita SIM merita una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 8,8 euro.