A Piazza Affari la seduta odierna prosegue in rialzo per Banca Monte Paschi che reagisce dopo la debolezza di ieri, quando la giornata è stata archiviata con un calo dello 0,2%, seguito a due sessioni in forte progresso.

Banca Monte Paschi sale dopo il calo di ieri

Quest'oggi il titolo ha ripreso la via dei guadagni e negli ultimi minuti si presenta a 0,747 euro, con un vantaggio dello 0,54% e oltre 640mila azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 5,3 milioni.

Anima Holding in rialzo anche oggi

Tra i titoli a media capitalizzazione segnaliamo Anima Holding che viaggia in positivo, estendendo il recupero di circa mezzo punto percentuale messo a segno ieri, dopo due sessioni in calo.

Mentre scriviamo, il titolo si presenta a 4,442 euro, con un rialzo dello 0,59% e oltre 400mila azioni transitate sul mercato fino a ora, rispetto alla media mensile pari a circa 1,86 milioni.

Banca MPS: Anima parteciperà all'aumento di capitale? I rumor

Banca Monte Paschi e Anima Holding finiscono sotto la lente del mercato sulla scia di alcune indiscrezioni di stampa, alle quali però i due titoli reagiscono in maniera decisamente molto composta.

Secondo Milano Finanza, a determinate condizioni Anima Holding potrebbe valutare interessante aderire all’aumento di capitale di Banca Monte Paschi.

Un’eventuale adesione all’aumento però sarà valutata solo in un’ottica industriale. Per ora non ci sono ancora contatti formali.

Anima Holding sarebbe disponibile a costruire un accordo supplementare che si aggiunga a quello in essere, in scadenza nel 2030, e lo completi.

Al gruppo del risparmio gestito piace costruire alleanze su un orizzonte di 15-20 anni e proprio su questo arco temporale si potrebbe ragionare per Banca Monte Paschi.

Nell’ambito di una negoziazione di questo genere, una parte del prezzo della nuova intesa potrebbe tradursi nell’acquisto di azioni in aumento di capitale.

Banca MPS: le ipotesi di Equita sul coinvolgimento di Anima

Gli analisti di Equita SIM spiegano che si può quindi ipotizzare che Anima Holding acquisisca una quota vicina al 2%-3%.

Banca Monte Paschi è infatti uno dei partner strategici di Anima Holding, con un contratto di distribuzione fino al 2030, un patrimonio gestito di circa 17,5 miliardi di euro e una penetrazione sul totale dei fondi della clientela della banca del 58% circa.

Equita SIM ricorda che rumors di stampa su un possibile coinvolgimento di Anima Holding ad un aumento di capitale di Banca Monte Paschi erano già emersi nel recente passato.

Gli analisti escludono un coinvolgimento nell’aumento di capitale senza un rafforzamento della partnership, che può tradursi, ad esempio, in un’estensione della durata, in un rafforzamento delle garanzie ecc.

Una simile mossa avrebbe il vantaggio di rafforzare il posizionamento di Anima Holding in ottica di consolidamento del settore bancario.

Banca MPS: focus sul piano industriale

Gli esperti di Equita SIM ricordano che Banca Monte Paschi presenterà il nuovo piano industriale il prossimo 23 giugno.

Ad oggi, l'istituto senese prevede un rafforzamento patrimoniale da 2,5 miliardi di euro, da realizzare a condizioni di mercato.

Sulla base di questi numeri, circa 900 milioni di euro è la quota di aumento non riferibile al MEF, che potrà sottoscrivere pro-quota solo il 64% dell’aumento.

Banca MPS e Anima Holding: la strategia di Equita SIM

In attesa di novità, gli analisti di Equita SIM ribadiscono la loro view cauta su Banca Monte Paschi, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 1,2 euro.

Bullish invece la strategia su Anima Holding, con un rating "buy" e un target price a 5,1 euro.