La seduta odierna prosegue nel segno dell'incertezza e della volatilità per Banca Monte Paschi che, dopo aver avviato la settimana ieri con un frazionale rialzo dello 0,14%, prova a spingersi ancora in avanti oggi.

Banca MPS torna indietro dopo buon rialzo iniziale

Il titolo ha aperto gli scambi in progresso ed è arrivato a toccare un top intraday a 0,7165 euro, con un vantaggio di circa due punti e mezzo percentuali.

Da questo top si è avuto un ripiegamento che ha portato ad annullare buona parte del rialzo iniziale, basti pensare che ora Banca Monte Paschi sale dello 0,21% a 0,701 euro, con oltre 1,2 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,1 milioni.

Banca MPS: rumor su verdetto in arrivo dalle banche

Il titolo resta sotto la lente sulla scia di alcune indiscrezioni di stampa, riportate in particolare da Milano Finanza, secondo cui dovrebbe arrivare oggi, al massimo nella mattinata di domani, il verdetto relativo all'accordo di pre-underwriting della banche relativamente all'aumento di capitale di Banca Monte Paschi.        

Nelle ultime settimane si sono intensificate le discussioni tra le merchant bank, il Cda dell'istituto senese e il Tesoro, in vista della ricapitalizzazione di Banca Monte Paschi da realizzare in autunno.

La decisione delle banche sulla garanzia dovrebbe arrivare oggi o al massimo domani, quando è prevista una riunione del Cda per l'approvazione del piano industriale.

Banca MPS: giovedì il piano industriale

Quest'ultimo sarà svelato al mercato nella giornata di giovedì 23 giugno e secondo quanto dichiarato di recente dall'AD Lovaglio, le attese sono per un business plan che rifletta le aspettative della BCE.

Tra gli obiettivi chiave si segnalano il mantenimento di un profilo di rischio basso, la ricostruzione della solidità della banca e la sua capacità di essere redditizia in maniera sostenibile, con una particolare attenzione rivolta alle aree che possono portare i ricavi maggiori.

Banca MPS: Generali scende sotto il 3%

A pochi giorni dalla presentazione del piano industriale, Generali Assicurazioni ha ridotto la sua quota di partecipazione in Banca Monte Paschi.

La compagnia triestina è scesa al di sotto del 3% e precisamente al 2,999%, rispetto al 4,319% posseduto in precedenza, quando Generali era il secondo azionista della banca dopo il Tesoro.

Da ricordare che la quota dl 4,319% risaliva al 2017 e derivava dalla conversione in azioni dei bond subordinati dell'istituto di credito toscano presenti nel portafoglio di Generali.  

Banca MPS: DBRS conferma rating e outlook

Quanto alle ultime novità di giorni, ricordiamo che l'agenzia DBRS la scorsa settimana ha confermato tutti i rating di Banca Monte Paschi, inclusi il Long-Term Issuer Rating a "B (high)", il Long-Term Senior Debt Rating a "B (high)" e il Long-Term Deposits Rating a "BB (low)".

Per tutti i rating l'agenzia ha deciso di confermare l'outlook "stabile".