A Piazza Affari anche la seduta odierna sta regalando grandi emozioni a Banca Monte Paschi che scatta in avanti per la terza giornata di fila.

Banca MPS corre ancora dopo il rally di ieri

Dopo aver archiviato la sessione di ieri con un rally di quasi il 5%, il titolo quest'oggi si regala il bis, riuscendo a fare ancora meglio.

Negli ultimi Banca Monte Paschi si presenta a 1,1855 uro, con un rialzo del 6,23% alimentato da volumi di scambio molto vivaci, basti pensare che fino ad ora sono transitate sul mercato oltre 5,5 milioni di azioni, già al di sopra della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 5,25 milioni.

Banca MPS: accordo transattivo con Fondazione MPS

Banca Monte Paschi si rende protagonista di questa grande corsa all'acquisto dopo che la società ha comunicato di aver raggiunto un accordo preliminare con la Fondazione Monte dei Paschi di Siena in merito alle richieste stragiudiziali riferite all’acquisizione di Banca Antonveneta e agli aumenti di capitale del 2011 e 2014-2015.

L’accordo transattivo conclude in maniera definitiva ogni contenzioso e prevede il pagamento di 150 milioni di euro da parte della banca senese e l’impegno sulla valorizzazione del patrimonio artistico della stessa.

L’accordo dovrà inoltre essere sottoposto a deliberazione del CdA il prossimo 5 agosto, in sede di approvazione dei risultati del secondo trimestre di quest'anno

Banca MPS: Equita SIM commenta l'accordo

Gli analisti di Equita SIM giudicano positivamente l’accordo raggiunto da Banca Monte Paschi in quanto diminuisce drasticamente il petitum relativo ai rischi legali, che si riduce da circa 10 a 6,2 miliardi di euro, riducendo drasticamente uno degli elementi di ostacolo al processo di vendita della banca.

Alla luce dell’accordo raggiunto, della possibile conversione delle DTA, pari a circa 3,8 miliardi di euro, in crediti fiscali in caso di fusione e delle misure potenzialmente prospettabili dal MEF (aumento di capitale, ulteriore pulizia di bilancio), gli analisti di Equita SIM ritengono che le probabilità che si concretizzi una soluzione strutturale per la banca aumentino significativamente.

Non cambia intanto la strategia della SIM milanese che su Banca Monte Paschi non abbandona una view cauta, ribadendo la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 1,2 euro.

Banca MPS: la view di Banca Akros

Quest'oggi Banca Monte Paschi è finita anche sotto la lente di Banca Akros che giudica positivamente l'accordo con la Fondazione Mps, segnalando che lo stesso rientra negli sforzi del Governo per vendere una quota di maggioranza dell'istituto di credito ad un partner strategico. 

Al pari di Equita SIM, anche Banca Akros richiama l'attenzione sul fatto che l'accordo annunciato da Banca Monte Paschi permette di ridurre le richieste risarcitorie per un ammontare di 3,8 miliardi di euro, offre un grande sostegno alla soluzione del principale elemento di incertezza che pesa al momento sul bilancio della banca.