Il violento sell-off che si sta abbattendo oggi su Piazza Affari, così come sulle altre Borse europee, non risparmia tra gli altri neanche Banca Monte Paschi, che si sintonizza con la pessima intonazione del settore bancario.

Banca MPS travolta da un violento sell-off

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un calo di quasi un punto e mezzo percentuale, oggi arretra per la settima seduta consecutiva.

Negli ultimi minuti Banca Monte Paschi si presenta a 0,8416 euro, con un affondo del 6,59% e volumi di scambio vivaci, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 7,7 milioni di azioni, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 4,5 milioni.

Banca MPS: aggiornamenti dal MEF. Cosa ha detto il ministro Franco

Il titolo finisce sotto la lente dopo che ieri, durante il question time alla Camera, il ministro delle Economia, Daniele Franco, ha fornito alcuni aggiornamenti riguardo Banca Monte Paschi.

Il titolare del dicastero dell'economia ha dichiarato che sono in corso le interlocuzioni con la Ue per ottenere una "congrua proroga" alla data entro quale il MEF dovrà dismettere la propria quota in Banca Monte Paschi.

Nel corso del suo intervento, il Ministero Franco ha detto: "In conseguenza della comprovata impossibilità di dare attuazione all'obbligo di dismissione della partecipazione dello Stato in Banca Mps, l'amministrazione ha potuto avviare interlocuzioni con la Commissione europea per ottenere una congrua proroga del termine originariamente previsto per la dismissione della partecipazione. Termine che non è ancora stato definito".

Secondo Il Messaggero, l’obiettivo del MEF sarebbe ottenere una proroga fino a 24 mesi.

Banca MPS: nessun dettaglio sull'aumento. Le ipotesi di stampa

Al question time non sono stati forniti ulteriori dettagli circa lo stato delle trattative che dovranno valutare il piano industriale 2022-2026 e il relativo rafforzamento di capitale da 2,5 miliardi di euro,da realizzare a condizioni di mercato.

Il Ministro Franco parlerà il prossimo 28 marzo in Commissione Banche, dove potrebbe dare informazioni aggiuntive circa lo stato delle trattative con DG Comp, mentre il prossimo CdA di Banca Monte Paschi è previsto il 2 marzo.
Secondo Milano Finanza l’aumento di capitale potrebbe ammontare fino a 3 miliari di euro.

Banca MPS al vaglio di Equita SIM

Gli analisti di Equita SIM ritengono che l’ipotesi sia ancora prematura, dato che il nuovo CEO Lovaglio dovrà effettuare una valutazione della situazione della banca, al fine di definire l’esatto ammontare dell’aumento di capitale.

Secondo il Messaggero, l’aggiornamento del piano dovrebbe quindi essere pronto in estate, orientativamente tra fine giugno e inizio luglio.

In attesa di novità gli analisti di Equita SIM mantengono una view cauta su Banca Monte Paschi, ribadendo la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 1,2 euro.