Banca MPS storna dopo rally, ma spunta nuovo target price

Banca Monte Paschi vede scatta il semaforo sul rosso dopo i recenti rialzi: focus sui conti del 2023. La reazione degli analisti.

banca mps conti analisti

La seduta odierna sta imponendo una battuta d’arresto per Banca Monte Paschi che, dopo quattro sessioni consecutive in salita, presta il fianco alle prese di profitto.

Banca MPS frena dopo quattro rialzi di fila

Il titolo tira il fiato dopo la corsa della vigilia, quando la giornata è stata archiviata con un rally del 5,54%.

Banca Monte Paschi viene fotografato negli ultimi minuti a 3,053 euro, con un calo dell'1,6% e oltre 28,5 milioni di azioni, già al di sopra della media degliultimi 30 giorni pari a circa 27 milioni.

I forti acquisti sono stati alimentati dai conti diffusi da Banca Monte Paschi, che nel quarto trimestre ha evidenziato un utile netto pari a 1,123 miliardi di euro, beneficiando anche di un effetto fiscale positivo per 339 milioni.

I ricavi totali sono saliti del 18% a 993 milioni di euro, mentre l’utile operativo si è attestato a 508 milioni di euro e il margine di interesse è aumentato del 21% a 603 milioni di euro.

Banca MPS: il commento di Equita SIM

Secondo gli analisti di Equita SIM, Banca Monte Paschi ha riportato nel quarto trimestre del 2023 risultati complessivamente in linea con le attese, con un maggiore utile operativo compensato da più alti accantonamenti per perdite su crediti.

Il trimestre ha inoltre beneficiato di significativi rilasci di riserve per 466 milioni di euro che contribuiscono a spiegare la differenza rispetto alle stime di Equita SIM a livello di utile pre-tasse.

I ricavi sono stati superiori alle attese, principalmente per maggiore contribuzione da dividendi.

Il margine di interesse mostra una sostanziale stabilità trimestre su trimestre, con ulteriore incremento dello spread commerciale che ha compensato volumi in leggero calo.

Le commissioni a 335 milioni di euro sono sostanzialmente in linea con le attese e risultano in buona ripresa sia su base trimestrale che annua.

Come anticipato, i costi operativi mostrano un marcato incremento trimestrale, anche a causa del rinnovo del contratto bancario nazionale.

Sotto la linea operativa, la principale differenza rispetto alle stime di Equita SIM è attribuibile a rilasci netti di accantonamenti su fondi rischi e oneri per 466 milioni di euro, a seguito del declassamento del rischio di soccombenza del contenzioso relativo alle informazioni finanziarie 2008-2015.

Come conseguenza, il petitum per rischi legali si è ridotto a 890 milioni di euro, senza considerare la causa da 450 milioni di euro promossa da Alken.

Banca MPS: torna il dividendo

Differentemente da quanto comunicato fino ad ora, Banca Monte Paschi ha proposto un dividendo sull’utile 2023 di 0,25 euro per azione, superiore agli 0,11 euro attesi, con un rendimento attualmente pari al 7%.

Banca MPS: Equita SIM aumenta il target price

Secondo gli analisti di Equita SIM, la call di Banca Monte Paschi ieri ha fornito indicazioni sull'evoluzione del business, e in particolar modo sulla capacità di generazione organica di capitale della banca e, conseguentemente, di remunerazione degli azionisti.

La SIM milanese apprezza l'elevata posizione di capitale di Banca Monte Paschi e il miglioramento della performance operativa.

Gli analisti però confermano una view cauta con una raccomandazione “hold”, confermando la preferenza verso nomi che ritengono più resilienti in termini di profittabilità, anche in un contesto di mercato meno favorevole di quello attuale.

Migliorata invece la valutazione, con un prezzo obiettivo rivisto verso l’alto da 3,6 a 4,3 euro.